Pescara: panchine rimosse in piazza Sacro Cuore

L’intervento reso necessario dallo stato di degrado dell’area, a causa del bivacco permanente di utenti in condizioni di forte disagio.Bonificata la piazza.

PESCARA – L’amministrazione comunale ha deciso di restituire decoro a piazza Sacro Cuore in cui bivaccano permanentemente utenti in condizioni di forte disagio con tutto ciò che consegue dal punto di vista igienico-sanitario e della sicurezza. Per questo ieri mattina sono state rimosse le panchine dove le suddette persone si accampavano,mentre ne verranno sistemate tre all’esterno della piazza, di fronte a corso Umberto. Il sindaco Mascia e l’assessore ai Lavori pubblici D’Ercole ,che hanno assistito alle operazioni di rimozione delle sedici panchine, hanno così annunciato:

La piazza dovrà tornare a essere luogo di passeggio per le famiglie.In giornata abbiamo anche inviato una nota formale all’Hotel Plaza che anni fa, con una convenzione ad hoc, si era assunto l’impegno formale di curare il verde della stessa piazza Sacro Cuore, 750 metri quadrati in tutto, con l’installazione anche di un impianto di videosorveglianza del costo di 24mila euro. Nella nota abbiamo sollecitato il titolare dell’Hotel a mantenere fede all’impegno assunto, riavviando la manutenzione delle aiuole.

Tale intervento era ormai divenuto un’esigenza innanzitutto dal punto di vista dell’ordine pubblico: ogni giorno in Comune arrivavano decine di segnalazioni da parte dei residenti, degli operatori commerciali e soprattutto dei fruitori del centro in merito alle condizioni di degrado di piazza Sacro Cuore.

Sicuramente quelle sedici panchine, distribuite tra la parte nord e quella sud dell’area, erano divenute punto di ritrovo e d’incontro, ma soprattutto avevano trasformato la piazza in un luogo di bivacco per utenti in condizioni di disagio. Non parliamo necessariamente di senzatetto, ma semplicemente di persone in forte stato di alterazione, che si ritrovavano su quelle panchine per bere, tra urla e schiamazzi, ricoprendo le aiuole di feci e rifiuti di ogni genere, gli stessi che puntualmente abbiamo trovato anche oggi.

Tante volte gli utenti hanno chiesto l’intervento della passata amministrazione comunale di centro-sinistra, rimasta sempre sorda ai solleciti della cittadinanza, trincerandosi dietro il pretesto del ‘problema sociale’, un problema di cui la nuova amministrazione comunale è ben consapevole, ma è anche chiaro che non sono quattro o sedici panchine a poter ‘risolvere’ dei ‘casi’ di disagio sociale. Ormai le famiglie disertavano quella piazza che pure storicamente è stata un punto di riferimento per il territorio, vanificando ogni tipo di iniziativa assunta da molti operatori della zona per rivitalizzare l’area. Stamane l’amministrazione ha deciso di intervenire, tra l’altro anticipando il progetto di rivisitazione e riorganizzazione della piazza predisposto dai nostri uffici.

Ha proseguito l’assessore:

In sostanza “una squadra di operai comunali ha rimosso tutte le strutture; quindi tre panchine sane sono state risistemate all’esterno delle aiuole, dunque sul bordo piazza, lungo corso Umberto, due sul lato sud, una sul lato nord, comunque a disposizione di quegli utenti che vorranno fare una pausa durante la classica passeggiata sul corso. Del resto ricordiamo che decine di panchine sono ugualmente disponibili lungo l’intero corso Umberto, sedute che non sono oggetto di bivacco proprio perché bene in vista ed esposte al pubblico La Attiva è intervenuta subito dopo tali operazioni per la pulizia straordinaria delle aiuole, con l’eliminazione di feci, cartacce e confezioni di vino vuote, e delle caditoie dell’intera area, per la rimozione di rifiuti e coriandoli di Carnevale. Bonificate anche le aree circostanti i cassonetti, le cosiddette ‘isole’ ecologiche, “usate solitamente come orinatoio dai soliti frequentatori della piazza: nelle prossime ore installeremo dei fari che punteranno dritto sulle isole, illuminandole a giorno e rendendole utili solo per il conferimento dei rifiuti.

Non solo in mattinata abbiamo inviato una nota anche ai titolari dell’Hotel Plaza i quali anni fa avevano stipulato una convenzione con la passata amministrazione comunale di centro-sinistra, impegnandosi a garantire a titolo gratuito la manutenzione ordinaria delle aiuole stesse di piazza Sacro Cuore, 750 metri quadrati complessivi, manutenzione oggi completamente assente che abbiamo chiesto di ripristinare con effetto immediato. Nella stessa convenzione sempre i titolari dell’Hotel si erano impegnati a investire 24mila euro per l’installazione di un sistema di videosorveglianza nella piazza: oggi abbiamo visto le telecamere, ma chiederemo all’Hotel se siano o meno effettivamente funzionanti e soprattutto dove vengano conservate le registrazioni.

Ha aggiunto il sindaco:

L’iniziativa odierna  è sicuramente una sperimentazione: vogliamo ripristinare la serenità e l’ordine pubblico in un’area centrale troppo a lungo abbandonata. Nel frattempo ridisegneremo l’intera zona che vogliamo rivitalizzare, riportandovi le famiglie, i bambini e il passeggio.