“Ortona Cassino: una linea di unione”

Mostra Ortona Cassino una linea di unioneE’ il titolo della mostra che verrà inaugurata domani a Palazzo Farnese nell’ambito delle iniziative relative al 70° anniversario della Battaglia di Ortona

ORTONA (CH) – Sabato 29 marzo, alle ore 11.00 ,a Palazzo Farnese nell’ambito delle iniziative in occasione del 70° anniversario della Battaglia di Ortona,si terrà l’inaugurazione della mostra intitolata  “Ortona Cassino: una linea di unione”,promossa e curata dall’UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani) in collaborazione con l’Associazione MonteCassino Fondation For Remember and Reconciliation, e con il patrocinio delle Amministrazioni di Ortona e Cassino , Comuni gemellati fin dal 1991 proprio per la tragedia della guerra. Si tratta di una collettiva di pittura, scultura e poesia in ricordo degli eventi che furono particolarmente significativi per l’andamento della guerra e per la liberazione dei nostri territori dalle truppe tedesche, con gravi e tragiche sofferenze per la popolazione civile. La particolarità di questa mostra è infatti costituita dalla presenza di artisti neozelandesi e canadesi legati da un vincolo di sangue con i militari che hanno combattuto in particolar modo a Monte Cassino e sull’intera Linea Gustav, oltre che da artisti italiani e ortonesi.

L’inaugurazione sarà presenziata dell’arcivescovo Emilio Cipollone, con il saluto dei Sindaci delle due città e la partecipazione di una delegazione neozelandese. Nel corso della cerimonia verrà inoltre presentato ed offerto ai partecipanti un libro-catalogo realizzato dalla casa editrice Menabò nel quale, oltre ad una descrizione storica delle due battaglie, troviamo immagini di 35 opere provenienti dall’Italia, dal Canada e Nuova Zelanda, poesie di poeti Ortonesi e di ragazzi delle scuole superiori vincitrici del concorso indetto per le scuole di Cassino.

L’esposizione composta da circa 80 opere sarà ospitata al secondo piano di palazzo Farnese e sarà visibile dal 29 marzo al 7 maggio, tutti i giorni eccetto il Lunedì la mattina.