Laboratorio di giochi nelle tendopoli di San Gregorio. Stefania Silvidii: “c’è tantissimo ancora da fare, vogliamo tornare al più presto qui”

SAN GREGORIO (AQ) – È stata un’esperienza intensa quella vissuta nella tendopoli di San Gregorio ieri pomeriggio, venerdì 31 luglio, per i laboratori creativi di “Vivi il tuo spazio”: la manifestazione, organizzata negli ultimi cinque anni dall’associazione ASC (Arte Suoni Colori) nei Comuni della Provincia di Pescara, ha permesso ad alcuni bambini dai 5 ai 14 anni di trascorrere una giornata all’insegna dell’arte e della creatività. Immagine 030-1Il laboratorio “Senza Senso”, in particolare, ha proposto due giochi diversi di limitare l’uso dei sensi. I bambini sono stati invitati a immaginare un mondo senza luce, come accadde a Claude Monet che alla fine della sua vita perse l’uso della vista, e ad occhi bendati hanitto una frase, sotto dettatura, del grande Vasilij Kandinskij: “rendere visibile l’invisibile”.
Immaginando di aver limitato l’uso del tatto, inoltre, come accadde a Edgar Degas a causa dell’artrite reumatoide, i bambini partecipanti hanno realizzato un disegno con la mano meno usata (sinistra per i destrorsi, destra per i mancini) ascoltando il brano “Onde” di Ludovico Einaudi, e sono stati invitati a unire linee forme e colori.

Queste le impressioni del presidente dell’ASC, Stefania Silvidii, al termine della giornata:

Abbiamo riscontrato molta confusione e molta fragilità che trovano sfogo prevalentemente nell’aggressività. Le loro emozioni, troppo grandi per loro, hanno percepito un po’ di sollievo nei laboratori perché hanno trovato un modo per esprimersi, ma c’è ancora tantissimo lavoro da fare. La parte più difficile? Quella della partenza: molti ci chiedevano di non andare via e di rimanere “per molti giorni”. Vogliamo tornare al più presto a San Gregorio.

Ricordiamo che la sesta edizione di Vivi il tuo Spazio si è svolta nei primi mesi del 2009 Catignano, Cepagatti, Scafa e Spoltore con l’arte del costruire, suonare e plasmare e hanno partecipato 250 bambini.