Giulianova-Lanciano: i rossoneri meritavano di più, cercasi bomber da doppia cifra

GIULIANOVA – Vittoria solo sfiorata della Virtus, all’ultimo minuto la seconda vittoria stagionale (sempre esterna) della Virtus è sfumata. Gara dai due volti quella dei Frentani: dopo un primo tempo non troppo esaltante e contraddistinto solo da uno sterile possesso palla, nella ripresa i rossoneri hanno messo alle corde il Giulianova con giocate di prima, verticalizzazioni e diverse trame offensive che hanno prima portato al pareggio, poi al vantaggio e nel finale a sfiorare in diverse occasioni la rete del ko.

Il vantaggio dei padroni di casa arriva a pochi minuti dalla fine del riposo, con Carbonaro che verticalizza per Melchiorre, Vastola si “addormenta” non facendo “scattare” il fuorigioco e così il centravanti giuliese supera abilmente Chiodini in uscita. Ad inizio ripresa mossa indovinata di mister Pagliari con l’innesto di Colussi per Improta (incolore la sua partita) che cambia il volto alla partita. L’attaccante rossonero comincia di gran lena, e dopo aver dato più di un grattacapo alla difesa di casa mette al centro il traversone dalla sinistra sul quale Turchi realizza l’uno a uno di testa.

La Virtus è padrona del campo e cerca con forza il vantaggio, che arriva a metà secondo tempo con Colussi, che beffa il portiere di casa (non immune da colpe) da fuori area con un preciso tiro sulla sinistra dell’ estremo difensore di casa.
A ravvivare la gara ci sono anche i problemi all’impianto di illuminazione del Fadini, in ogni caso in pochi minuti la situazione viene ripristinata. La partita prosegue comunque con la supremazia territoriale della Virtus, che continua ad arrivare pericolosamente dalle parti di Dazzi. Il tris sembra cosa fatta al 36′, quando Masini e Colussi tentano di ribattere sotto rete un pallone vagante, che in un modo o nell’altro viene stoppato dalla retroguardia giugliese.

Scambi negli spazi stretti e trame di gioco fini degli ospiti non bastano però a conquistare la vittoria finale infatti all’ultima azione la retroguardia frentana si fa trovare impreparata, e arriva il rigore del pari trasformato da Carratta.  Sicuramente possiamo dire che la Virtus meritava i 3 punti ma è innegabile che il Giulianova non ha rubato nulla, dimostrando un grande cuore. La squadra di casa ha dimostrato, nonostante la giovane età, una buona tecnica, una corsa che può far male a tanti avversari, inoltre è messa in campo in maniera perfetta da tecnico Bitetto.

In sintesi possiamo dire che la Virtus è stata nuovamente sfortunata, ma ormai c’è la consapevolezza di avere un organico all’ altezza e soprattutto un mister che sa leggere le gare e che riesce di partita in partita a dare alla proprio squadra il migliore assetto possibile. Resta sicuramente il rammarico di non avere in organico un centravanti da doppia cifra che riesca a sfruttare le diverse occasioni che si creano in ogni incontro ed anche un regista che riesca ad illuminare e velocizzare il gioco a centrocampo (il duo Sacilotto – Di Cecco si dimostrano essere più mediani-incontristi che “costruttori” di gioco). Ormai il pensiero è già rivolto alla gara di domenica prossima in casa contro il Potenza dell’ ex Monaco, dove l’ obbiettivo è quello di tornare alla vittoria in casa dopo ormai diversi mesi.

LE PAGELLE DELLA VIRTUS LANCIANO:

Chiodini 6 – SICURO non può nulla sulle due reti giuliesi, per il resto svolge un lavoro di ordinaria amministrazione, dando in ogni caso sicurezza alla squadra;

Vastola 5,5 – ALTERNO bene in fase offensiva dove sale bene diverse volte (pericolosi alcuni suoi cross), rende inoffensivo Campagnacci, ma commette gli errori su entrambi i gol dei giallo-rossi;

Mammarella 6,5 – SPEEDY dalle sue parti non si passa inoltre sale bene dando supporto in fase offensiva al compagno di fascia Amenta;

Di Cecco 6 – ORDINATO migliora il rendimento delle ultime gare, bravo in fase di copertura;

Moi 6 – ONESTO bravo nel gioco aereo, dimostra di essere una valida alternativa al centro dello scacchiere Frentano;

Antonioli 6,5 – GRANITICO al centro della difesa da sicurezza al reparto, a volte prova con poco costrutto dei lanci lunghi per gli avanti;

Turchi 6,5 – INSIDIOSO oltre a segnare la rete del pari sulla destra è un costante pericolo per la difesa di casa;

Sacilotto 6,5 – GEOMETRA da gran qualità al centrocampo Frentano;

Improta 5 – CHI L’ HA VISTO l’ ex forse sente troppo la gara, mai pericoloso, giustamente sostituito;

Colussi dal 1′ s.t. 7 – DECISIVO offre a Turchi l’ assist del pari e poi firma con un tiro dalla distanza la rete del vantaggio Frentano, non piace l’ esultanza del gol;

Masini 5,5 – SPENTO 5,5 gioca pochi palloni, non punge e gioca spesso spalle alla porta;

Perfetti dal 32′ s.t. – senza voto;

Amenta 6 – VIVACE sulla sinistra da il suo apporto, inoltre spesso è il terzo a centrocampo;

Zeytulaev dal 27′ del s.t. – UTILE 6 gioca l’ ultimo spezzone di gara, affondando in più di una occasione;