Casoli di Atri: gli alunni della scuola media nella ‘La stanza del colore’ di Anna Seccia

Giovedì 15 luglio alle ore 20 inaugurazione delle opere pittoriche realizzate dai ragazzi dal 5 al 15 luglio  2010

CASOLI DI ATRI (TE) –  Giovedì 15 luglio alle ore 20 nella scuola media Mambelli-Barnabei del piccolo paese della provincia di Atri,Casoli verrà inaugurata l’installazione delle opere pittoriche realizzate durante il work in progress de La stanza del colore condotto da Anna Seccia e realizzato con la collaborazione di 40 ragazzi della scuola media durante un percorso di crescita pittorica-relazionale con il colore dal 5 al 15 luglio 2010.

Promosso dall’associazione culturale Castellum Vetus, l’evento vedrà la presenza del sindaco di Atri Gabriele Astolfi, Domenico Felicione Vice Sindaco, Angela De Lauretis assessore alla Cultura e di altre personalità del mondo politico e culturale locale.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere alla referente dell’ iniziativa, Mariantonietta Carulli  presso numero telefonico 339 5009975.

L’artista  Anna Seccia ha dato vita ad un happening con i ragazzi che hanno realizzato una grande opera della grandezza di  3.30 x 2.20 metri che verrà donata alla Scuola Mambelli –Barnabei, durante la serata di inagurazione.

L’operazione artistica de “La stanza del colore” che Anna Seccia conduce da diversi anni nelle situazioni più diverse è stata sperimentata e documentata fin dal 1998. Essa promuove la creatività pittorica allargata al grande pubblico per una operazione di integrazione sociale attraverso l’arte e il colore.

I partecipanti infatti vengono coinvolti attraverso musiche ,danze, profumi ad esprimere sè stesso  e l’altro per interagire nella relazione pittorica e rappresentare le emozioni che alla fine verranno riassemblate dall’artista. Questa operazione d’arte vede dunque la cooperazione tra tanti artisti protesi alla realizzazione di una creatività operativa condivisa con l’intento di dimostrare che l’arte fa parte della vita e che il colore è esso stesso vita e relazione.

L’evento tanto voluto dall’ associazione Castellum Vetus di Casoli di Atri, nella persona del presidente Mariantonietta Carulli che fin dalla sua costituzione è stata promotrice di molte manifestazioni legate all’arte  come Casoli Pinta, Museo sotto le stelle,ha permesso a questo piccolo borgo di entrare a far parte dei paesi più interessanti da visitare d’Italia.