Benefici per la ricostruzione: il cratere si allarga a 57 comuni

L’AQUILA -nuovo elenco dei comuni inseriti nel “cratere” ovvero nella lista dei benificiari dei fondi per la ricostruzione secondo le ordinanze emanate dal Governo.  Nella giornata di ieri le promesse di Bertolaso su una revisione del decreto hanno avuto seguito, almeno per 8 comuni tra quelli che avevano precedentemente fatto ricorso: Bugnara, Cagnano Amiterno, Capitignano, Fontecchio e Montereale (per la provincia dell’Aquila) e  Colledara, Fano Adriano e Penna Sant’Andrea (per la provincia di Teramo).

C’è chi ha accolto con gioia la notizia e chi continua a lamentare un’ingiusta esclusione:  l”esempio più evidente è quello del comune di Calascio che a causa del terremoto la sua area ha subito il distacco di porzioni e blocchi di roccia di dimensioni notevoli ed è a forte rischio frane .

Così Bertolaso spiega la scelta dell’inserimento dei 57 comuni sulla base di rilievi tecnico-scientifici dei danni:

L’inserimento è avvenuto alla luce delle verifiche effettuate a seguito dei danni causati dal protrarsi dello sciame sismico

DOSSIER UE E FONDO DI SOLIDARIETA’ – Buone notizie dal fronte dell’esecutivo Ue che nei prossimi giorni potrebbe dar via libera al “Fondo di solidarietà” che consiste in aiuti per 493 milioni di euro alle zone colpite dal terremoto. In tal caso sarebbe la cifra più importante tra quelle stanziate per situazioni simili.