Teramo, nuovo Sistema di Informazione Turistica Regionale

A siglare  l’accordo 24  sindaci e  l’assessore al Turismo Giorgio D’Ignazio

biblioteca delfico TeramoTERAMO – Anche il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto è stato presente ieri, con altri 23 sindaci dei Comuni abruzzesi sedi dei DIS (Sistema Informativo turistico di Destinazione) per la sottoscrizione, insieme con l’assessore al Turismo Giorgio D’Ignazio, dell’accordo che istituisce il nuovo Sistema di Informazione Turistica Regionale. Grazie a questo sistema, le attività di informazione e accoglienza turistica saranno gestite direttamente dai Comuni, mentre le funzioni di coordinamento restano in capo alla Regione.

L’incontro, che è svolto nella sala di lettura della, ha implicitamente riconosciuto il valore simbolico della nostra città nel processo di rinascita del’intera regione e conferma le potenzialità proprie di un territorio per il quale in tale settore deve assolutamente aprirsi una nuova e felice stagione.

Gli altri comuni della provincia di Teramo coinvolti nella rete sono: Alba Adriatica, Giulianova, Pineto, Silvi, Roseto degli Abruzzi e Tortoreto; mentre i Comuni abruzzesi sono: Caramanico, Chieti, Francavilla al Mare, L’Aquila, Lanciano, Montesilvano, Ortona, Ovindoli, Pescara, Pescasseroli, Pescocostanzo, Rivisondoli, Roccaraso, Scanno, Sulmona, Tagliacozzo, Vasto.

“È particolarmente significativo – rileva il Sindaco D’Alberto – che la firma dell’accordo sia stata siglata nella nostra città, implicito riconoscimento del ruolo che Teramo può tornare ad assumere quale punto di riferimento e ambito di mediazione per le politiche turistiche provinciali ed extraprovinciali. Si ribadisce in tal modo quel processo di riqualificazione del ruolo di capoluogo che, orami avviato anche in altri ambiti, tende a far riassumere alla città una dimensione che storicamente, geograficamente, culturalmente, economicamente e anche amministrativamente, le appartiene.

E’ altresì evidente – prosegue il Sindaco – che con tale accordo viene rafforzato il processo di ricostruzione di cui ci facciamo primi protagonisti, il quale passando per attività e iniziative di concreto impatto, deve anche cogliere gli aspetti immateriali, contribuendo ad una rinascita che sia innanzitutto delle volontà e delle ambizioni.
E’ poi da rilevare – aggiunge ancora Gianguido D’Alberto – che in conseguenza delle infauste decisioni introdotte con la legge Delrio che ha smantellato le province cancellandone attribuzioni e funzioni come il Turismo, appunto delegandole ai Comuni, la realizzazione di strumenti quale l’intesa oggi siglata, possa fungere da catalizzatore per intercettare finanziamenti e sostegni anche da enti sovraordinati. La firma dell’accordo evita pertanto la parcellizzazione degli interventi che indurrebbe i singoli Comuni ad avviare iniziative contraddistinte da frazionamenti e mancanza di organicità col territorio.

Il Turismo è sempre più una voce dell’economia che nella nostra provincia è soggetta a problematiche complesse (si veda la vicenda degli impianti sciistici dei Prati di Tivo) e va affrontata non in una logica di campanilismo o di ambito ristretto ma articolata ed armonizzata con il territorio intero.”

Come noto i nuovi uffici turistici del Comune di Teramo saranno collocati nella struttura di proprietà della Provincia di via Carducci per la quale già stato raggiunta la specifica intesa.

Teramo, nuovo Sistema di Informazione Turistica Regionale ultima modifica: 2018-12-14T01:32:16+00:00 da Redazione