“Teate Winter Festival” il jazz inonda Chieti

Inside Jazz QuartetQuarto appuntamento con Inside Jazz Quartet e Gianluca Esposito Quintet. Special Guest Gregory Hutchinson

CHIETI – Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, rende noti i prossimi eventi del Teate Winter Festival

29 dicembre 2015, Auditorium Supercinema:
ore 21.00: Inside Jazz Quartet “Portraits”
ore 22.30: Gianluca Esposito Quintet, special guest Gregory Hutchinson “Intro the hammer”

Inside Jazz Quartet

Musicisti di fama internazionale, ciascuno dei quali con un curriculum d’eccezione, si cimentano in un nuovo quartetto creato e voluto fortemente dai quattro jazzisti che aboliscono il tradizionale concetto di leader e sideman e favoriscono il contributo dei singoli membri in modo equiparato. “Portraits” è un progetto basato sulla ricerca di brani non usuali di autori significativi nella storia del jazz. In questo primo capitolo Inside Jazz Quartet interpreta Thelonious Monk, Wayne Shorter, Jusef Lateef, Steve Swallow e Carla Bley.

Tino Tracanna: Toscano, livornese di nascita, studia a Bologna dove si laurea in Discipline delle Arti, Musica. Dal 1981 ai primissimi anni 90′ è membro del gruppo di Franco D’Andrea, col quale partecipa a svariati festival jazz nazionali ed internazionali ed incide vari album tra I quali “Live” e “No Idea of Time”, premiati dalla rivista Musica Jazz. Dal 1983 fa parte del quintetto di Paolo Fresu col quale incide molti album pluripremiati come “Live in Montpellier”, “Night of The City” , “Melos” . Dal 1985 Tino Tracanna realizza propri progetti discografici in quartetto e con diversi organici tra i quali ricordiamo “292”, “La Forma delle Cose” e “Live 2005”, “Un’Ora”, “Affinità Elettive” “Gesualdo e “Stylus Q.”.Tino Tracanna ha al suo attivo più di un centinaio d’incisioni realizzate come solista ed è coordinatore dei Corsi Jazz del Conservatorio di Milano.

Massimo Colombo: Compositore, arrangiatore, pianista milanese. Ha collaborato discograficamente con jazzisti italiani tra i quali Paolo Fresu, Attilio Zanchi, Tino Tracanna, Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Tiziana Ghiglioni, Franco D’Andrea e internazionali come Billy Cobham, Jeff Berlin, Tony Scott, Tommy Campbell, Pierre Favre, Michael Rosen, Greg Hutchinson. Con Stefano Cerri e Walter Calloni ha fondato il trio Linea C, gruppo di spicco negli anni ‘90 nel panorama italiano del genere fusion e world music. Ha collaborato con la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Muti per la registrazione di un cd dedicato alle musiche di Nino Rota. Ha composto la musica per il video “11.45.03 il cabaret della perfezione” dei registi Masbedo, testo di Aldo Nove e con protagonista l’attore Ernesto Mahieux, le musiche per due video dell’artista Robert Gligorov e per cortometraggi animati di Massimo Ottoni. Del 2009 è il suo “Concerto per trio jazz e orchestra d’archi” op. 621 presentato in prima assoluta al Festival jazz di Padova. Ha realizzato 21 cd come autore con differenti formazioni e partecipato ai più importanti Festival nazionali. E’ stato ospite di trasmissioni radiofoniche e televisive dei canali RAI (Invenzioni a due voci, Jazz Club, Stanza della Musica, Piazza Verdi a Radio3). Autore di numerose raccolte di composizioni per pianoforte e musica da camera, coordinatore didattico dell’enciclopedia multimediale di tastiere e pianoforte (opera in 12 cd), scrive su riviste specializzate (Strumenti Musicali). A Milano insegna arrangiamento jazz al Conservatorio “Giuseppe Verdi” ed è responsabile della sezione pianoforte e teoria-armonia del CPM Music Institute.

Attilio Zanchi: Nato a Milano nel 1953, inizia lo studio del contrabbasso nel 1978 dopo diverse esperienze effettuate nei più diversi generi musicali. Nel 1979 entra a far parte dell'”Open Form Trio” con P. Bassini e G. Prina con i quali collabora per diversi anni. Nel 1980 ottiene una borsa di studio presso la “University of Fine Arts” di Banff (Canada) e presso il “Creative Music Studio” di Woodstock (USA) dove perfeziona lo studio del contrabbasso con Dave Holland ed improvvisazione con Karl Berger, George Lewis, Sam Rivers, Jimmy Giuffré, Ed Blackwell, Lee Konitz, Kenny Wheeler, Jack de Johnette e John Abercrombie con i quali suona anche in vari concerti. Inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D’Andrea e Paolo Fresu con il quale suona tuttora. Contemporaneamente suona con moltissimi celebri jazzisti americani ed europei in tour, registrazioni, concerti e session tra i quali Lee Konitz, Tony Scott, Sam Rivers, Joe Farrel, Slide Hampton, Harry Sweet Edison, Mal Waldron, Bobby Watson, Dave Liebman, Al Cohn, Gerry Mulligan, Sal Nistico, Lew Tabackin, Jimmy Knepper, Bob Berg, Louis Hayes, Don Cherry, Roy Hargrove, Chick Corea, Peter Erskine, John Surman, Eddie Lockjaw Davis, Pierre Favre, Phil Woods, John Stowell, Steve Lacy, Gary Burton, Milt Jackson, Sheila Jordan, Mark Murphy, Trilock Gurtu, Nancy King, David Linx, Tom Harrell, ed altri.

Tommaso Bradascio: Batterista e percussionista, si è diplomato al conservatorio “G.Verdi” di Milano in Strumenti a percussione nel 1995 e in Musica Jazz nel 2004. Svolge attività concertistica quasi interamente come batterista, toccando varie formazioni stilistiche quali la musica pop, jazz, classica e contemporanea. Nel campo della musica classica è da citare la collaborazione con l’Orchestra “G.Verdi” del Conservatorio di Milano, lavorando con varie società concertistiche. Ha fatto parte del gruppo di percussioni “Naqquara” diretto dal Maestro Maurizio Ben Omar, con il quale si è esibito in vari festival di tutto il mondo, come il prestigioso “International Festival di Houston”. Ha collaborato in qualità di batterista-percussionista con la ballerina Carolin Carlson nello stage di danza contemporanea da lei tenuto al “Piccolo Teatro” di Milano. Nel campo della musica jazz ha collaborato con il pianista scomparso Sonny Taylor. Tutt’ora lavora ed ha inciso svariati CD con musicisti di fama internazionale quali: Don Friedman, Jeff Fuller, Dave Liebman, Tino Tracanna, Jim Rotondi, Kay Foster Jackson, Franco Cerri, Bruno, Bruno Lauzi, Sante Palumbo, Mario Rusca, Renato Sellani, Guido Manusardi, Dado Moroni, Bruno De Filippi, Raimondo Campisi, Emilio Soana, Paolo Tomelleri, Laura Fedele, Gunter “baby” Sommer e altri.

Gianluca Esposito Quintet

Gianluca Esposito, diplomato al Conservatorio di L’Aquila,  si è avvicinato al jazz frequentando per diversi anni i corsi del “C.P.M. di Siena Jazz” con Stefano Cocco Cantini e le Clinics del “Berklee College of Music” di Umbria Jazz con Donald Harrison. Dopo aver seguito un corso con Bill Pierce, viene premiato con una borsa di studio e invitato negli USA per perfezionarsi. Nell’ambito di Umbria Jazz partecipa ad alcuni workshop con Winton Marsalis, Eric Reed, James Moody e Jerry Bergonzi. Ha inciso e collaborato con musicisti internazionali tra i quali: Steve Grossman, Fabrizio Bosso, Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, Bob Mintzer, Mike Stern, Jason Marsalis, Danny Gottlieb, Peter Erskine, Hiram Bullock, Jason Steward e Gregory Hutchinson ed altri. Tra le sue collaborazioni spiccano quelle con: Gunter Schuller (direttore d’orchesta, compositore nonché cornista nelle più importanti sedute di registrazione di Gil Evans e Miles Davis), l’Orchestra di Bruno Tommaso, l’AMP Big Band e Archivi Sonori di Maurizio Rolli, L’IS Ensamble” di Paolo Damiani, L’Orchestra Contemporanea di Tony Fidanza per poi approdare alla leadership nella doppia veste di sassofonista e compositore dei suoi ultimi CD “Little Groove” e “A Conversation with a Big Man” lavori che vedono la collaborazione di musicisti quali Fabrizio Bosso, Massimo Manzi, Steve Grossman; lavori discografici che hanno ricevuto lusinghieri apprezzamenti dalla critica. Il musicista ha lavorato al progetto discografico “Rolli’s Tones” e “R.A.R.E.”, gruppo composto dallo stesso Gianluca Esposito, Maurizio Rolli, Alex Acuña, Otmaro Ruiz.
Nel 2011 Gianluca Esposito incide “Biancoscuro”. Ultimo prodotto discografico del sassofonista del gennaio 2014 e di prossima pubblicazione è il Cd “The Hammer” registrato con il batterista Gregory Hutchinson, il vibrafonista Andrea Dulbecco, al piano ed organo Hammond Mauro Grossi ed al contrabbasso e basso elettrico Daniele Mencarelli
Ad inizio del 2015 l’etichetta Hemiolia records ha registrato a Gianluca Esposito un  live tenutosi a Perugia, prodotto in nastro e vinile, concerto a cui hanno partecipato Lorenzo Tucci alla batteria, Alfredo Paixao al basso, Mauro Grossi al piano e Flavio Boltro alla tromba. Il sassofonista è membro stabile da nove anni del sestetto della cantante Kelly Joyce.

Gregory Hutchinson

Gregory Hutchinson nasce a Brooklyn (NYC) e da molti anni è uno dei più apprezzati batteristi della scena jazz mondiale. Hutchinson, il cui padre è percussionista,  ha iniziato a suonare la batteria all’età di tre anni. Dopo le lezioni con Justin Diccicio ha studiato percussioni presso il Conservatorio della sua città e presso la Manhattan School of Music.
Musicista dalle doti tecniche poderose ed impeccabili, tradotte in una concezione musicale raffinata che esprime uno swing definitivo, è dinamico e sofisticato, capace di abbracciare l’intera storia del linguaggio espressivo del proprio strumento. Il suo debutto professionale è stato come sideman del trombettista Red Rodney. In seguito Hutchinson ha suonato, tra gli altri, con i gruppi di Betty Carter, Roy Hargrove, Ray Brown, Joshua Redman e Joe Henderson.

HAPPENING
@Coffe Time Jazz – Eventi enogastronomici, concerti, happening e jam sassion presso i locali aderenti al Festival.

Mercoledì 23 dicembre ore 16.00: MARCO ROMANO HAIR STYLE STUDIO V.le B. Croce presenta “Fabio D’Onofrio piano solo”
Giovedì 24 dicembre ore 16.00: MARCO ROMANO HAIR STYLE STUDIO V.le B. Croce presenta “Daniele Tenaglia Duo”;
Martedì 29 dicembre ore 17.00: TEMPLUM CAFE Via M.Vezio Marcello presenta “Aperitivo Sax in Jazz (Sax/Soprano)” con Marco Malandra.

@Dinner & Night Time Jazz – Eventi enogastronomici, concerti, happening e jam sassion presso i locali aderenti al Festival.

Venerdì 25 dicembre ore 20.00: Gran Caffè D’Urbano Viale B. Croce presenta “D’Urbano Christmas in jazz”;
Sabato 26 dicembre ore 20.00: FICTIO CLUB Via Armellini presenta “Geoff Warren Quartet”;
Domenica 27 dicembre ore 20.00: CIRCOLO DEGLI AMICI  Via C. De Lollis presenta “Luigi Blasioli Trio”;
Lunedì 28 dicembre ore 20.00: IL FOYER Via C. De Lollis presenta “Arcadia Quartet”.
Lunedì 28 dicembre ore 22.00: TERRA MAJA Via Mazzetti presenta “Lu Blues”;
Martedì 29 dicembre ore 23.00: FICTIO CLUB Via Armellini presenta “A cena con l’Artista: il DopoFestival”.

INCONTRI, ARTE E CULTURA
Jazz’nClick, quattro maestri della fotografia in mostra nella Sala Expo’ della Camera di Commercio dal 16 dicembre al 6 gennaio: Mario Sabatini, Stefano Schirato (fotografo di Giuseppe Tornatore), Paolo Iammarrone (fotografo di Down Beat, Musica Jazz. Jazzit, Festival Pescara Jazz) e Fabrizio Giammarco (nella top-ten dei migliori fotografi del jazz italiano).

Mostra Personale di Mario Buongrazio “Sognando Chieti” in collaborazione con il Kiwanis Club Pescara, dal 16 dicembre al 6 gennaio presso la Bottega d’Arte della Camera di Commercio. Saranno esposte 20 opere dedicate alla Città, il cui ricavato sarà destinato alle attività culturali cittadine ed in favore dei bambini.

“Teate Winter Festival” il jazz inonda Chieti ultima modifica: 2015-12-24T08:46:34+00:00 da Redazione