Sick Tamburo: questa sera live a Pescara

Continua il Voodoo Ray, l’unico vero venerdì rock della nostra regione

PESCARA – Questa sera a Tipografia in Via Raiale a Pescara saranno di scena i Sick Tamburo. Vi ricorda qualcosa il nome Prozac +?

Gian Maria Accusani ed Elisabetta Imelio, dopo lo scioglimento della band punk rock, hanno fondato i Sick Tamburo esordendo discograficamente nel 2009 con l’album omonimo per l’etichetta La Tempesta. Immediato il riscontro di critica e pubblico che hanno accolto favorevolmente questo lavoro, trainato dai due singoli “Il mio cane con tre zampe” e “Parlami per sempre”.

Tanti live in giro per l’Italia sono serviti per far conoscere il gruppo, consolidarne la fama e soprattutto promozionare il disco (oltre 100 concerti in circa un anno e mezzo).

A novembre del 2011, anticipato dal singolo “E so che sai che un giorno”,  è uscito il nuovo disco “A.I.U.T.O.” sempre per La Tempesta. Sonorità diverse e più melodiche rispetto al precedente cd le caratteristiche di un lavoro che ruota intorno al conflitto interno dell’uomo tra il procurarsi il male e la successiva richiesta d’aiuto.

I testi, anche se possono apparire a tratti angoscianti e difficili, parlano di vita reale, di sofferenza, malattie ed eterna lotta fra bene e male. L’uomo diventa così consapevole del mondo che lo circonda, prende coscienza dei fatti, di tutto ciò che lo affligge e cerca di lottare con la dura realtà del mondo di oggi.

“A.I.U.T.O.” rappresenta la voglia di uscire da certi meccanismi creati da noi stessi per farci soffrire. Ai Sick Tamburo va riconosciuta una precisa identità musicale, decisamente particolare ed originale, spesso non di facile fruibilità, ma proprio per questo molto affascinante.

Pur essendo evidente il cambio di rotta rispetto all’esordio con una decisa sterzata verso atmosfere più inclini appunto alla melodia, a dominare la scena è sempre quell’electro rock che sa molto di anni’90, in particolare in canzoni quali “In fondo al mare” e “In Aiuto Tamburo”.

I dodici brani presenti, alcuni dei quali stavolta cantati anche da Gian Maria Accusani alias Mr Man, appaiono ispirati e in grado di avvolgere l’ascoltatore più attento e non distratto: il disco si lascia apprezzare dopo più di una volta, non è cioè poi così immediato. La voce di Elisabetta Imelio (Boom Girl) è sempre particolare con la sua timbrica poco comune.

I Sick Tamburo sono un’evoluzione dei Prozac +? Non propriamente: la strada intrapresa è ben diversa, il rock incontra l’elettronica, anche se è innegabile che le radici dei Prozac + ci sono,  soprattutto nel songwriting di Gian Maria.

“A.I.U.T.O.” conferma i buoni spunti del lavoro di esordio, rivelando però una nuova anima dei Sick Tamburo, forse più melodica, ma non per questo meno tagliente.

Appuntamento questa sera a Tipografia per scoprire i segreti del mondo dei Sick Tamburo. Info 349.7507865.

Sick Tamburo: questa sera live a Pescara ultima modifica: 2012-03-16T11:49:41+00:00 da Piero Vittoria