Serie D, Francavilla – Jesina 1-0: decisivo Palumbo

Serie D, Francavilla - Jesina 1-0: decisivo PalumboFRANCAVILLA AL MARE (CH) – Successo di misura (1-0) del Francavilla che al Valle Anzuca ha avuto la meglio dello Jesina. Gara dominata dai giallorossi che potevano chiudere la contesa anche con uno scarto più ampio in termini di marcature. La squadra ospite ha studiato una partita di contentimento e ha resistito fino al 21′ della ripresa quando Palumbo ha tirato fuori dal cilindo una punizione di rara bellezza che non ha lasciato scampo a Tavoni. Gli ospiti chiudono la gara in dieci uomini per l’espulsione comminata nel recupero a Giorni per doppio giallo. Di seguito le dichiarazioni dei due tecnici a fine partita.

Pierluigi Iervese (allenatore Francavilla): “Abbiamo fatto un’ottima partita, l’abbiamo dominata dal primo minuto, abbiamo avuto grosse occasioni per fare gol, però ne abbiamo fatto uno solo facendo ancora un po’ fatica. Ma l’importante era la vittoria perché volevamo assolutamente vincere in casa e cercare di rimanere attaccati alla griglia dei play off. Peccato per dei risultati un po’ negativi per noi, però noi dobbiamo continuare su questa strada, faccio i complimenti ai miei ragazzi perché veramente ogni domenica danno l’anima sul campo giocando bene, secondo me anche oggi hanno fatto una bella prestazione. Dobbiamo continuare a guardare il futuro, domenica abbiamo la Vastese, la dobbiamo affrontare come abbiamo fatto in tutte le altre le partite e sono convinto che faremo un ottimo risultato. Fofana? H aavuto un problema al polpaccio, speriamo che non sia nulla di grave perché fare ancora a meno di lui sarebbe un’altra batosta per noi perché lui è un attaccante che non possiamo sostituire. Per fortuna che adesso abbiamo inserito Paravati che sta facendo molto bene, in futuro inseriremo anche qualche altro ragazzo della Juniores che si stanno allenando con noi da un po’ di tempo e che secondo me stanno possono fare molto bene, però Fofana speriamo di averlo a Vasto perché è troppo importante per noi.

Nessuno mi toglie dalla mente che con tutte le occasioni che abbiamo creato in questo campionato, se avessimo avuto sempre a disposizione Fofana avremmo concretizzato molto di più rispetto a quello che abbiamo fatto, senza nulla togliere agli altri ma per caratteristica propria come giocatore, lui è un attaccante d’area di rigore, gli altri sono tutti trequartisti, quindi non hanno la specialità nel fare gol, ma l’importante è arrivarci e pure spesso e poi magari pian piano diventeremo più bravi sotto porta. Fargione? Conosciamo il suo valore, è stato decisivo a inizio partita, è importante per un portiere quando prende un tiro e deve fare una parata e lui è stato bravo in quel caso. Devo comunque fare i complimenti ai miei ragazzi perché con tutto quello che è successo al Francavilla quest’anno chiunque avrebbe fatto fatica a restare lì, attaccare ancora e cercare di lottare per i play off. Abbiamo avuto davvero tanti infortuni dall’inizio che poi sono stati gravissimi e loro sono riusciti in tutte le maniere a superare tutte le difficoltà. Lo faremo fino alla fine, ne sono convinto perché è un gruppo fantastico e tutte le altre partite che ci rimangono ce le giocheremo alla morte, per vincere a prescindere da con chi giochiamo”.

Daniele Di Donato (allenatore Jesina): “Sapevamo di affrontare una squadra forte, una squadra che ambisce ad andare ai play off. Noi abbiamo fatto la nostra partita, sapevamo le difficoltà, abbiamo avuto le occasioni per andare in vantaggio. La differenza è stata quella: che loro l’hanno buttata dentro e noi nel primo tempo le occasioni le abbiamo sprecate. Adesso è facile dire come avrebbero potuto tirare i nostri attaccanti, noi dovevamo far gol, non siamo stati bravi a farlo, loro sono stati bravi a capitalizzare la punizione ed è finita così. Sapevamo che ci sarebbero capitate una o due occasioni da gol e dovevamo segnare. Le squadre che si devono salvare e vanno a giocare in ambienti difficili perché il Francavilla è una squadra importante dovevamo fare quella partita lì, se sfruttavamo le nostre occasioni la partita l’avremmo vinta o al massimo l’avremmo pareggiata. Noi sappiamo che dobbiamo lottare fino alla fine, se arriverà la salvezza diretta l’accettiamo, ma noi dobbiamo rimanere concentrati sul nostro campionato.

Però noi ci crediamo, abbiamo ancora quattro partite da giocare, domenica prossima abbiamo lo scontro salvezza con l’Agnonese e dobbiamo vincerlo. Sicuramente i tifosi non sono contenti dell’andamento della squadra, però sapevamo tutti che quest’annata sarebbe stata difficile, che avremmo lottato per la salvezza fino all’ultima giornata, sapevamo che questa è una squadra formata da giovani, i giocatori più esperti tranne Trudo e Carotti hanno 20 anni, quindi io penso che questa squadra abbia bisogno di un aiuto da tutto l’ambiente per una squadra fragile. Quindi c’è bisogno di ricompattare l’ambiente ed abbiamo bisogno dei tifosi che ci sostengono fino all’ultima giornata”.

TABELLINO:

Francavilla (3-5-1-1): Fargione, Fiore (8’ st Molenda), Sembroni, Palumbo, Milizia, Fofana (25’ st Paravati/35’ st Procida), Mele (39’ st Mancini), Di Cecco, Baba (19’ st Di Pentima), Banegas, Romeo A disposizione: Spacca, Di Pinto, Di Renzo, Silvestri Allenatore: Iervese

Jesina (4-1-4-1): Tavoni, Calcina (9’ st Sassarolo), Anconetani, Giorni, Gremizzi, Carotti (16’ st Aprile), Cameruccio, Tannini (12’ st Giovannini), Trudo, Manganelli (24’ st Pierandrei), Parasecoli A disposizione: Boletta, Serantoni, Montuosi, Gjuci, Valdes Seara Allenatore: Di Donato

Arbitro: Baronti (sezione di Pistoia)

Assistenti: Banchieri (sezione di Lucca) e Marconi (sezione di Lucca)

Rete: 21’ st Palumbo

Ammoniti: Semproni, Romeo (F) Calcina, Manganelli, Giovannini (J)

Espulsi: Giorni (J)

Note: recupero 2’ pt 6’ st, angoli 3-1 per il Francavilla

Serie D, Francavilla – Jesina 1-0: decisivo Palumbo ultima modifica: 2018-04-09T11:34:59+00:00 da Francesco Rapino