Home » Sport » Calcio » Serie A » Serie A, Piedimonte: “Pescara sorpresa del campionato”

Serie A, Piedimonte: “Pescara sorpresa del campionato”

di Direttore

PESCARA – Alla vigilia dell’apertura del calciomercato sono tante le voci che si susseguono sulla campagna acquisti della squadra biancoazzurra. In attesa di fare il punto sui primi arrivi e sulle inevitabili partenze, abbiamo chiesto alcune opinioni al collega giornalista ed amministratore del Gruppo Zeman, Salvatore Piedimonte. Tra i temi trattati il Pescara del dopo Zeman, le prime impressioni sulle prossime 20 protagoniste del campionato di serie A ed il calciomercato.

Dopo una stagione da assoluti protagonisti con Zeman parte una nuova avventura targata Stroppa. Come consideri questa scelta da parte della società e quanta fiducia hai nell’operato del nuovo tecnico?

R – Coraggiosa e vincente, scelto un allenatore che ha già dimostrato delle qualità importanti, prima alla Primavera del Milan e poi in questa stagione al Sud Tirol, non è un caso che molti giocatori da lui allenati, sono seguiti da grandi squadre. Complimenti alla Società che ancora una volta ha dimostrato di avere lungimiranza.

Al di là dei protagonisti che potrebbero in parte restare cosa cambia nel modulo e nel gioco rispetto alla scorsa stagione?

R – Con Stroppa, la garanzia della valorizzazione del patrimonio della squadra, darà spazio a tutti ed è un grande motivatore. Potrebbe giocare con il 4-3-3, ma credo privilegerà il 4-2-3-1

Alla vigilia del calciomercato il Pescara sta già muovendo i primi colpi. Cosa puoi dirci di quelli già sulla carta andati a segno e quelli che sono in cantiere?

R – C’è sicuramente un asse Napoli-Pescara-Roma il progetto è quello di costruire un gruppo forte per contrastare le grandi potenze del nord. Pescara e il Pescara potrebbero avere molti benefici. Bariti, Rojas e Santana sono tre colpi importanti e poi Caprari e Cascione, dimostreranno anche in A le loro grandi qualità. Ma sono certo che arriverà anche un calciatore importante, che non dico per scaramanzia.

Una serie A dai più preannunciata come di Elite, tutti grossi club. Sarà un vantaggio o svantaggio per i colori biancoazzurri?

R – Sulla carta partono tutti meglio del Pescara, ma come ha dimostrato l’ultimo campionato in A, soldi non ci sono, quindi grandi giocatori non arriveranno, per raggiungere gli obiettivi, bisognerà giocare al calcio, il Pescara potrebbe diventare la sorpresa del campionato.

Fermo restando le partenze del tridente dei sogni e qualche giocatore in trattativa dove il Pescara ha bisogno di investire maggiormente e su quale target geografico e di età puntare?

R – Ci sono molti campioni dimenticati o abbandonati da procuratori “assassini” e tanti giovani di talento che nessuno conosce. Io per esempio consiglierei Antonio Di Leva scuola Samp. (per me è più forte di Immobile) e punterei su Berardocco. Poi come calciatori affermati, con Stroppa vedrei benissimo Lanzafame e Bergessio. Non sono sogni impossibili anzi.

Serie A, Piedimonte: “Pescara sorpresa del campionato” ultima modifica: 2012-06-30T10:29:05+00:00 da Direttore