Home » Sport » Calcio » Serie A » Sampdoria-Pescara: al “Marassi” per tornare a correre

Sampdoria-Pescara: al “Marassi” per tornare a correre

di Direttore

Pescara-Sampdoria 1-0 abbraccioGENOVA – Nuova sfida salvezza per il Delfino che domani pomeriggio andrà in scena al Marassi alle ore 15. Un incontro dal sapore particolare per i doriani che in settimana hanno pianto la scomparsa del presidente Riccardo Garrone così come qualche giorno prima il Pescara lo storico presidente Pietro Scibilia.

Settimana di mercato per le due compagini con il tesseramento di Gianluca Sansone da parte della Samp, mentre il Pescara ha ufficializzato D’Agostino, Rizzo e Caraglio.

Che partita sarà quella di domani? Entrambe le squadre sono reduci da sconfitte, la Samp a Siena, il Pescara in casa con il Torino. Nei precedenti in A due successi per i padroni di casa ed un pari, mentre la recente memoria storica parla di un trionfale 3-1 dei biancoazzurri datata 20 maggio, gara chiave per la promozione in A.

SAMP CON il 3-5-2 – La notizia migliore per i doriani è quella del recupero in extremis di Eder che in settimana aveva avuto un affaticamento muscolare mentre ancora fermo Maresca per una lesione muscolare al polpaccio destro. 21 punti in classifica un passo avanti al gruppo che lotta per la salvezza e gara casalinga di fondamentale importanza. Difesa a tre con Gastaldello, Costa e Palombo con quest’ultimo tornato a giocare  nel ruolo di libero con risultati positivi. A centrocampo De Silvestri e Estigarribia saranno gli esterni con fitta rete centrale composta da Obiang, Krsticic e Poli. In avanti Eder-Icardi con Maxi Lopez che ritrova la panchina. Gara da vincere soprattutto a centrocampo dove numericamente la Samp potrebbe avere qualche chance in più;da tenere sotto controllo l’estro di Eder e gli inserimenti di Poli olte alle verticalizzazioni di Kristic per innescare il talentuoso Icardi.

 SUBITO D’AGOSTINO, CHANCE PER CARAGLIO – Bergodi dovrebbe conferemare il modulo 4-3-1-2 con alcune novità in formazione. In difesa sarà Zanon a sostituire Modesto squalificato agendo sulla corsia esterna con Balzano mentre nel ruolo di centrale troviamo il rientrante Terlizzi con Capuano che dovrebbe essere preferito ad Arce. A centrocampo esordio per il neo acquisto Gaetano D’Agostino che sarà in cabina di regia supportato da Cascione e Nielsen. In avanti sarà Bjarnason a giocare tra le linee al posto dello squalificato Weiss con Celik-Abbruscato di punta anche se non si esclude di vedere in campo  l’altro acquisto, l’attaccante argentino Caraglio. Una squadra che potrebbe trovare fluidità nel gioco grazie all’esperienza e alla qualità di D’Agostino . La gara sarà un  banco di prova  per Bjarnason finalmente nel ruolo che più gli   si addice.

Una gara che si preannuncia con una forte carica agonistica, vista l’alta posta in palio. A conti fatti un pareggio potrebbe accontentare la squadra biancoazzurra che in questo momento non può permettersi di regalare altri punti a sue dirette concorrenti. Di certo visto la recente sconfitta con il Toro una vittoria potrebbe mettere una pietra sul match, dando ossigeno puro agli uomini di Bergodi che troveranno poi il Bologna all’Adriatico ed un altro scontro diretto a Palermo.

LE PROBABILI FORMAZIONI:

Sampdoria (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia; Eder, Icardi. A disp.: Da Costa, Berni, Rossini, Berardi, Castellini, Poulsen, Mustafi, Tissone, Munari, Savic, Soriano, Maxi Lopez. All.: Rossi.

Pescara (4-3-1-2): Perin; Zanon, Terlizzi, Capuano, Balzano; Cascione, D’Agostino, Nielsen; Bjarnason; Abbruscato, Celik. A disp.: Pelizzoli, Bocchetti, Bianchi Arce, Cosic, Blasi, Togni, Brugman, Caprari, Vukusic, Jonathas, Caraglio. All.: Bergodi.

Arbitro: Tommasi.
[Foto di Massimo Mucciante per gentile concessione]
Sampdoria-Pescara: al “Marassi” per tornare a correre ultima modifica: 2013-01-26T13:35:56+00:00 da Direttore