Roseto torna a sorridere, superato Mantova ai supplementari

Roseto Sharks basketROSETO DEGLI ABRUZZI – Torna a vincere Roseto, dopo lo stop di una settimana fa all’overtime contro la Fortitudo, questa volta ennesimo finale in volata al supplementare ma con esito positivo. Partita al cardiopalma al PalaMaggetti, non spettacolare ma molto intensa, con gli Sharks che dilapidavano 15 punti di vantaggio e con Rodriguez che ha avuto la tripla per vincerla nei regolamentari: Roseto vince sì, ma Mantova esce a testa altissima, avendo disputato un match gagliardissimo, con coach Finelli bravo ad imbrigliare con raddoppi sistematici gli esterni locali e un attacco che giostrava attorno alla tecnica di Rain Veideman e dell’eterno Josè Ghersetti. Super prova, tra le file rosetane, di Paul Eboua con 18 punti e 9 rimbalzi in 23 minuti di gioco, Sherrod fa l’ennesima “doppia doppia” da 10 e 14, Akele ne mette 14, dall’altra parte Veideman scrive 16 con 4 assist, Ghersetti 11, Raspino 13.

Il match comincia per Roseto con il solito quintetto delle ultime giornate, Nikolic-Person-Eboua-Akele e Sherrod sotto canestro, mentre i lombardi si schierano con Maspero-Veideman – Raspino-Ghersetti e Morse: i primi punti arrivano tutti da uno scatenato Eboua, il classe 2000 scrive sette in un amen ed insieme ad Akele firma il primo vero allungo sul 9-2 , Ghersetti firma i primi canestri ospiti ma ancora Eboua insieme a Sherrod mandano in tilt la difesa mantovana, costringendo coach Finelli a chiamare immediatamente time-out sul 18-9 al 6°. Gli Stings faticano contro l’aggressività biancazzurra, segna 2 punti in tre minuti e mezzo, con Roseto che chiude 22-11 ancora grazie ad Eboua ( 12 nel primo parziale ) al termine dei primi dieci minuti. Nel secondo, gli Sharks provano ad allungare di nuovo anche se a farne da padrone sono le tantissime palle perse da ambo le parti e lo spettacolo fatica ovviamente a decollare: gli Stings si aggrappano ad una difesa fisica, Roseto però ri-allunga con Akele sul 26-11, con Mantova che combina disastri in attacco. Negli ultimi cinque minuti di parziale c’è la rimonta ospite, sempre con il solito Rain Veideman, ben coadiuvato da Visconti e Raspino: le due squadre cominciano a caricarsi di falli e le gite in lunetta sono più frequenti, Roseto cominci ad avere qualche difficoltà in attacco, ci pensa ancora Sherrod e un immenso Eboua con una poderosa schiacciata manda in visibilio il PalaMaggetti, prima che Poggi con un buzzer beater da 8 metri fissi il punteggio all’intervallo sul 36-25.

Al rientro dagli spogliatoi, Mantova si rimette a correre, 9-0 di parziale e 36-34 con una triplissima di Veideman , con Roseto che ha ancora pochissimo dai suoi esterni, anche se sia Person che Nikolic avevano avuto problemi in settimana ( l’americano addirittura ancora febbricitante nella gara di oggi ); al 23° primo canestro rosetano, firmato Rodriguez, quest’ultimo con una triplissima delle sue porta i suoi sul 39-34, risponde sempre Veideman ed Eboua ancora dalla lunetta per il 42-37 del 25°. L’attacco biancazzurro è sterile, e allora ne approfitta quella volpe di Veideman, con due prima con due assist per Morse e poi con il canestro del sorpasso sul 42-44, Pierich con la prima tripla di serata ribalta il punteggio, Poggi ancora dall’angolo con Bushati che chiude con due liberi per il 47-47 di fine periodo.

Negli ultimi dieci minuti succede di tutto e di più: Sherrod firma i primi due punti del quarto, Pierich riporta sul +5 gli Sharks, Mantova perde due palloni in fila ma i biancazzurri non ne approfittano e Raspino punisce da tre: finalmente Person con una “bomba” da 8 metri, ancora Pierich e timeout ospite sul 57-50 al 33° e con l’inerzia tutta rosetana. Il PalaMaggetti diventa una polveriera, gli animi in campo si surriscaldano ( sempre nel limite consentito ), e la partita diventa intensissima con capovolgimenti repentini da ambo le parti; ci pensa ancora la premiata ditta Raspino-Veideman a dare il meno 3 agli Stings per il 57-54, ma Akele dall’altra risponde sempre dall’angolo a tre minuti dal termine. Ghersetti da sotto riporta le due squadre ad un possesso di distanza, Roseto spreca ancora, Veideman esce per un problema di crampi, Rodriguez firma il +5 a 60 secondi. Sembra finita, ed invece succede l’impossibile: da un ipotetica palla persa mantovana, Morse segna e subisce fallo da Bushati, sul capovolgimento Rodriguez sbaglia due volte, Mantova ha la palla del pareggio o addirittura vittoria, Maspero penetra e segna due punti indisturbato tra la rabbia di coach D’Arcangeli e Pierich: gli Sharks hanno però l’ultimo tiro a 5 secondi, rimessa per Pierich, ottima palla per Rodriguez che però sbaglia da tre punti, e quindi secondo overtime di fila al PalaMaggetti sul punteggio di 61-61.

Altri cinque minuti di fuoco, con il pubblico rosetano già in fibrillazione avendo vissuto già un finale thriller una settimana fa: Ghersetti apre dalla lunetta, Maspero da 7 metri di tabella e subito +4 per gli ospiti, Sherrod mette dentro i primi punti Sharks nel supplementare, 63-65 al 42°; Morse torna a fare la voce grossa a rimbalzo, ne mette però solo uno dalla lunetta dopo un fallo di Sherrod , Akele sbaglia un buon lay-up e allora ecco i fantasmi ritornare sul parquet rosetano. Mantova però non castiga i biancazzurri, ci pensa Rodriguez con una tripla pazzesca a dare nuovamente la parità sul 66-66, ancora il folletto dominicano ruba palla a Maspero e s’invola a canestro, con Akele bravissimo a capitalizzare al meglio i due punti e quindi sorpasso Roseto in un amen, 68-66 ad un minuto e 20. Raspino sbaglia ancora da tre e allora ci pensa capitan Bushati a chiuderla, scagliando una tripla clamorosa , 71-66 a 40 secondi dalla fine: Visconti perde ancora palla, Rodriguez fa 2/2 ai liberi, con Pierich che sbaglia il canestro da tre punti che avrebbe regalato addirittura il sorpasso negli scontri diretti ( a Mantova finì 85-78 ). Si chiude 73-68, due punti di fondamentale importanza per Roseto, che si issa così a quota 12 in classifica raggiungendo proprio Mantova.

Prossimo impegno domenica 20 Gennaio alle ore 12:30 in quel di Cagliari, contro la Hertz Academy che oggi ha espugnato con merito il difficile campo di Forlì.

TABELLINO:

ROSETO SHARKS – POMPEA MANTOVA 73-68 d.t.s. ( 22-11, 14-14, 11-22, 14-14, 12-7 )

Roseto: Person 5 , Rodriguez 9 , Ianelli n.e. , Penè , Nikolic 4 , Eboua 18 , Bayehe , Sherrod 10 , Akele 14 , Panopio n.e. , Pierich 8 , Bushati 5 All. D’Arcangeli

Mantova: Guerra n.e. , Veideman 16 , Morse 8, Poggi 6, Raspino 13, Visconti 3 , Ferrara , Albertini n.e. , Ghersetti 11 , Maspero 11 All. Finelli

NOTE: Tiri da 2: Roseto 18/51 ; Mantova 16/36
Tiri da 3: Roseto 7/23 ; Mantova 9/28
Tiri Liberi: Roseto 16/21 ; Mantova 9/13
Rimbalzi: Roseto 43 ( 14 offensivi ) ; Mantova 39 ( 9 offensivi )
Assist: Roseto 14 ; Mantova 8

USCITI PER 5 FALLI: Morse ( Mantova )

SPETTATORI: 2000

Roseto torna a sorridere, superato Mantova ai supplementari ultima modifica: 2019-01-13T22:07:57+00:00 da Redazione