Home » Sport » Calcio » Serie A » Roma-Pescara 1-1: Pelishow, fermati i giallorossi

Roma-Pescara 1-1: Pelishow, fermati i giallorossi

di Direttore

Pescara-Roma-0-1-gol-di-DestroROMA – Ottimo pareggio dei biancoazzurri che riescono a fermare una Roma finita con ben 5 punte  nel tentativo di sfondare la porta magistralmente difesa da Pelizzoli, ex della partita. Il Pescara, passato a sorpresa in vantaggio dopo un quarto d’ora con un altro ex, Caprari, si fa rimontare ad inizio ripresa con Destro, ma resiste all’assalto della squadra di Andreazzoli, sfiorando un clamoroso successo con il giovane, figlio d’arte Di Francesco che ha avuto un ottimo impatto sulla partita. Il risultato, unito alla positiva prestazione dei ragazzi di Bucchi fa crescere le recriminazioni per il magro, praticamente inesistente raccolto del girone di ritorno, non ultima la sfida contro il Siena in casa dove dopo la rimonta del 2-2 è arrivata quasi allo scadere la doccia fredda del gol in fuorigioco di Emeghara. Pensare che sarebbe bastato un successo all’Adriatico per tenere la squadra di Bucchi a soli 4 punti della zona salvezza mentre adesso da nove si è passata a otto a cinque giornate della fine. Sabato prossimo arriva il Napoli in riva all’Adriatico ,ma il Delfino è pronto a vendere nuovamente cara la pelle.

COSÍ IN CAMPO – Andreazzoli deve rinuciare in difesa agli squalificati Burdisso e Balzaretti mentre Marquinho fermo per un’infiammazzione al ginocchio destro è indisponibile così come Dodò. Difesa a quattro con Piris e Torosidis esterni e con Castan e Marquinhos centrali. A centrocampo Pjanic con De Rossi e Florenzi, quest’ultimo recuperato in extremis. In avanti Osvaldo preferito a Destro con Totti e Lamela. Bucchi risponde con il 4-2-3-1 con Kruldrup ultimo di una lunga lista di assenti: difesa con le conferme sull’esterno di Zanon e Modesto con Cosic e Capuano centrali. Rizzo-Togni sulla linea mediana con Cascione centrale mentre Celik e l’ex Caprari partono più esterni. In avanti unica punta Sforzini. Ancora assenti Weiss, Zauri, D’Agostino, Quintero, Bocchetti e Perin.

PRONTI E … CHE PESCARA! – Partenza  positiva della squadra abruzzese che non mostra  timori reverenziali. Al 2′ contropiede del Pescara con Togni che verticalizza per Sforzini, che entra in area ma da buona posizione spara alto sopra la traversa. Al 4′ cross dalla sinistra di Zanon per Cascione in area che sul secondo palo contrastato dalla difesa giallorossa colpisce di poco a lato alla destra di Stekelenburg. La prima replica della Roma al 10′: conclusione dal limite dell’area di Totti che non riesce ad essere preciso e la palla esce di un paio di metri alla destra di Pelizzoli. Tre minuti dopo arriva prima un tiro velenoso da fuori area di Zanon e Stekelenburg che devia sulla sua sinistra quindi il vantaggio del Pescara al 14′ con Caprari che dopo una respinta del portiere su preciso diagonale di Cascione è bravo e ribadire di destro in rete. Il momento è propizio per la squadra di Bucchi che al 16′ mette i brividi, ma l’uscita tempestiva di Stekelenburg al limite dell’area di rigore anticipa tutti.

GIALLOROSSI PREMONO, MA DIFESA SENZA GROSSI AFFANNI – Dopo la fase iniziale a favore della squadra abruzzese, i giallorossi iniziano a prendere il pallino del gioco. Al 18′ assist di Totti in area per Florenzi che sul primo palo si fa chiudere lo specchio della porta da Pelizzoli ed un minuto dopo cross in area di Osvaldo per Totti che di testa viene anticipato in angolo da Togni; sul successivo cross dalla sinistra De Rossi in spaccata non riesce a raggiungere il pallone. Al 27′ sugli sviluppi di un corner dalla destra Totti al volo in area conclude di potenza, ma la sfera termina alta sopra la traversa. Il Pescara si compatta dietro e le punte giallorosse si vengono in più occasioni a scontrare contro i centrali della difesa ospite. Al 36′ occasione gol per la Roma con Osvaldo: apre a centroarea per Totti che pesca De Rossi che da buona posizione invece di calciare in porta, prova a servire a centroarea dove la difesa del Pescara riesce ad allontanare, anticipando Florenzi. Allo scadere proteste dei giallorossi per un presunto intervento falloso di Celik su Florenzi al limite dell’area di rigore non segnalato dall’arbitro.

DESTRO ANCORA IN GOL, ROMA PARTENZA SPRINT – Andreazzoli si gioca subito la carta Destro per Florenzi con squadra a trazione anteriore. Totti leggermente più arretrato a coprire anche il centrocampo. Al 3′ proteste della Roma per un contrasto tra Zanon e Destro, dopo il contrasto tra i due il giocatore giallorosso resta in piedi, ma dopo un paio di passi si butta a terra; l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Al 6′ arriva il pareggio della Roma: su corner dalla destra con Pjanic che dal fondo in area la mette al centro per Destro che a due passi dalla linea di porta l’appoggia in rete. Occasione un pò rocambolesca che premia il forcing dei giallorossi dopo un primo tempo un pò compassato. Al 9′ Bucchi si cautela inserendo Balzano per Caprari, rinunciando così ad un giocatore più offensivo. Al 12′ bolide a giro di Totti su punizione e Pelizzoli di pugni è bravo a respingere la conclusione insidiosa dal vertice destro dell’area di rigore. Tre minuti dopo ci prova Pjanic dalla distanza, ma il pallone non scende e termina alto sopra la traversa.

DI FRANCESCO CHE IMPATTO! – Bucchi capisce che anche Celik ha speso molto ed al 18′ inserisce al suo posto il giovane, figlio d’arte Di Francesco che al 20′ su cross dalla sinistra di Modestro per il neo entrato ha subito un’occasione per mettersi in mostra, ma non impatta bene sulla conclusione che termina alta. Quindi al 21′ miracolo di Pelizzoli su De Rossi che solo in area prima è bravo a controllare di petto e a girarsi ,ma sul diagonale il portiere biancoazzurro mostra ottimi riflessi deviando in tuffo sulla sua sinistra.

Il Pescara trova nuova linfa con l’ingresso di Di Francesco che al 26′ viene fermato per fuori gioco inesistente: buono lo scatto bene sulla trequarti con un taglio ,ma Stekelenburg è bravo ad anticiparlo appena fuori area in posizione leggermente defilata. Passano 60 secondo e Sforzini si fa apprezzare per una bella girata di testa in area che non inquadra lo specchio della porta. Al 28′ numero sulla destra di Di Francesco che la mette in area per Sforzini che su esitazione di Castan di petto si trova il portiere pronto a chiudere il primo palo.

Al 32′ bolide di Torosidis dai 30 metri e Pelizzoli ottimo di pugni in tuffo a respingere il diagonale indirizzato sul primo palo. Tre minuti dopo apertura di Bradley sulla destra per Torosidis che fa sponda aerea per Lamela che viene ancitipato in extremis da Capuano che spazza in angolo. Prima della fine, con la Roma a cinque punte visto l’ingresso di Lopez, è tuttavia la squadra abruzzese a sfiorare il colpaccio al 41′ con un prodigioso intervento di Stekelenburg su Di Francesco che riceve con un bel taglio una palla filtrante in area di Modesto e riesce a spizzare di esterno destro, ma il portiere giallorosso con un colpo di reni gli nega il gol. Quindi al 43′ girata dal limite dell’area di Sforzini senza troppe pretese e squadre che resiste con Cosic che lascia nel recupero per crampi la squadra con Bianchi Arce che gli subentra.

TABELLINO:

Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris (dal 38′ st Lopez), Marquinhos, Castan, Torosidis; Pjanic (dal 27′ st Bradley), De Rossi, Florenzi (dal 1′ st Destro); Lamela, Osvaldo, Totti. A disp.: Goicoechea, Lobont, Romagnoli, Taddei, Perrotta, Tachtsidis, Lucca. All. Andreazzoli
                                                                 
PESCARA (4-2-3-1): Pelizzoli; Zanon, Capuano, Cosic (dal 46′ st Bianchi Arce), Modesto; Rizzo, Togni; Celik (dal 18′ st Di Francesco), Cascione, Caprari (dal 9′ st Balzano); Sforzini. A disp.: Falso, Vittiglio, Blasi, Bjarnason, Abbruscato, Vukusic. All. Bucchi

Arbitro: Massa di Imperia

Assistenti: Rubino e De Pinto

IV uomo: Giordano

Assistenti di porta: Irrati e Roca

Reti: 14′ pt Caprari, 6′ st Destro

Ammoniti: Destro, Di Francesco, Bianchi Arce

Recupero: nessun minuto di recupero nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

Roma-Pescara 1-1: Pelishow, fermati i giallorossi ultima modifica: 2013-04-21T19:26:17+00:00 da Direttore