Home » Cronaca » “Play the game”, riproduzione musicali abusive e lavoro nero

“Play the game”, riproduzione musicali abusive e lavoro nero

da Redazione

finanza riviera pescara

La GdF di Pescara ha avviato il piano d’azione “play the game”, per il controllo economico del territorio contro i fenomeni illeciti tipici della stagione estiva

PESCARA – Riproduzione musicali abusive e lavoro nero: questi, tra gli altri, i fenomeni emersi all’avvio del piano d’azione “Play the game”. I finanzieri del Comando Provinciale di Pescara e del Reparto Operativo Aeronavale, in stretta collaborazione con la SIAE locale, hanno avviato una campagna di interventi mirati per verificare il rispetto delle regole a tutela della salute, della concorrenza, del diritto d’autore e, più in generale, della sicurezza economico-finanziaria.

Specie durante le vacanze estive nelle principali località balneari della provincia adriatica, dove in questo periodo l’incremento significativo della domanda di beni e servizi legati soprattutto al turismo, all’intrattenimento e al tempo libero può favorire chi intende approfittarsene a tutti i costi, in barba alle norme.

Il programma operativo include attività per la prevenzione e il contrasto degli illeciti in materia fiscale, nonché dello spaccio di sostanze stupefacenti, della contraffazione e della pirateria audiovisiva.

Ed è proprio presso uno stabilimento balneare ed un ristorante della riviera adriatica, in occasione di un evento della movida pescarese, che le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e del Gruppo, con l’ausilio delle unità cinofile con i cani antidroga, hanno accertato violazioni del diritto d’autore e ipotesi di lavoro nero, su cui sono subito scattati gli approfondimenti ispettivi per la verifica del corretto adempimento degli obblighi tributari e contributivi.

“Con il pieno avvio della stagione estiva ed il conseguente notevole incremento delle presenze di turisti nella provincia di Pescara, abbiamo potenziato il nostro presidio sul rispetto delle regole, obiettivo primario del piano d’azione ‘Play the game’, focalizzato soprattutto sui fenomeni illeciti tipici di questo periodo dell’anno”, afferma il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Pescara, il Colonnello t.ST Antonio Caputo.

“‘Play the game’ è un programma di controlli mirati anche ai locali e agli stabilimenti balneari, che in questa stagione diventano meta di migliaia di giovani. Il nostro livello di attenzione è sempre costantemente elevato per garantire una cornice di sicurezza economico-finanziaria adeguata. In linea di continuità con le attività svolte a tutto campo negli ultimi mesi, il piano d’azione in corso si caratterizza per la dimensione interdisciplinare, per far fronte alla trasversalità delle minacce che mettono in pericolo il territorio, i cittadini e gli operatori economici che rispettano le regole” continua Caputo, che conclude: “nelle prossime settimane continueremo ad assicurare la nostra presenza mirata sui contesti per i quali le attività di intelligence fanno emergere i più gravi profili di rischio di illegalità; proprio in questa ottica, faccio ancora una volta appello a segnalarci i casi di “malamovida”, tramite il numero 117 a disposizione di tutti 24 ore su 24 e sette giorni su sette”.

Ti potrebbe interessare