Pescara: senz’auto anche domenica, 14 marzo

Fissata la bozza del dispositivo di blocco delle auto con revisione degli orari a causa della Tirreno-Adriatica.

PESCARA – L’assessore alla Mobilità del Comune di Pescara Berardino Fiorilli  ha annunciato che  la grande isola pedonale , predisposta per domenica prossima, 14 marzo, per il terzo appuntamento con ‘Pescara senz’auto si  estenderà dalla riviera nord sino ai Colli Innamorati.

L’ordinanza per definire le grandi aree chiuse alle auto, verrà firmata domani, ma nel frattempo è già stata fissata la prima bozza del dispositivo e soprattutto  sono stati rivisti gli orari di interdizione delle strade ai veicoli: l’iniziativa si svolgerà infatti solo dalle 9 alle 14 per ragioni organizzative. Infatti vista la concomitanza del passaggio della Tirreno-Adriatica e, nel primo pomeriggio, la partita casalinga del Pescara, due iniziative sportive che inevitabilmente impegneranno un numero ingente di  agenti di Polizia municipale, per garantire il tranquillo svolgimento degli eventi è stato necessario modificare l’orario del blocco delle auto.

Intanto, archiviata l’organizzazione della terza giornata, già nella mattinata di oggi ci sarà un incontro con le amministrazioni di Montesilvano, Francavilla al Mare, Spoltore e San Giovanni Teatino per coinvolgere anche i comuni limitrofi nell’ultimo appuntamento con ‘Pescara senz’auto’, fissato per il primo giorno di primavera, il 21 marzo.

Ha detto l’assessore Fiorilli:

I nostri uffici hanno sostanzialmente quasi completato la definizione dell’area che verrà sottoposta al blocco del traffico domenica prossima, 14 marzo, e che abbraccerà le strade comprese tra la riviera nord, sino al confine con Montesilvano, e i Colli Innamorati. Lo stop alle auto dovrebbe interessare tutta la parte di territorio compresa tra via Paolucci (lungofiume nord), lungomare Matteotti, via della Riviera, via Arno, quindi il confine con Montesilvano, strada del Palazzo, strada colle Scorrano, via di Sotto, via Colli Innamorati, via Prati, via Fonte Romana e via Valle Roveto. All’interno verranno previste delle vie di fuga, ossia tre assi perpendicolari al mare che attraverseranno l’isola e che saranno aperti alle auto: il primo asse è costituito da via Solferino, via Cadorna, via Tiepolo, Salita Zanni, via Colle Marino, Strada Pandolfi e via Di Sotto; il secondo si snoderà lungo via del Milite Ignoto, via Masaccio, via Raffaello per risalire su via del Santuario.

Inoltre sono stati confermati anche i due bus navetta gratuiti per gli utenti, che garantiranno le corse all’interno delle aree chiuse alle auto: il primo partirà da piazza Italia e percorrerà corso Vittorio Emanuele, viale Bovio sino a Santa Filomena; il secondo partirà invece dal Terminal bus e si snoderà su via De Gasperi, via del Circuito, via Monte Faito, case Gescal, via Di Sotto, strada Pandolfi, strada Colle di Mezzo, via Tiberi, via Arapietra. Cambiano però gli orari dell’iniziativa: il blocco delle auto scatterà alle 9, come nelle prime due giornate, ma terminerà alle 14, anziché alle 17, una decisione determinata dalle iniziative organizzate in concomitanza con ‘Pescara senz’auto’, ossia la corsa della Tirreno-Adriatica che attraverserà la città lungo l’asse della via Tiburtina e che vedrà la mobilitazione di decine di agenti di Polizia municipale per garantire la tutela degli atleti. Agenti che nel primo pomeriggio saranno ugualmente impegnati nell’assicurare la vigilanza presso lo Stadio ‘Cornacchia’ che ospiterà la partita casalinga del Pescara.

A questo punto abbiamo ritenuto opportuno anticipare la chiusura dell’evento che comunque, siamo certi, vedrà l’adesione di centinaia di cittadini, esattamente com’è accaduto nelle scorse domeniche, specie nella zona dei Colli che per la prima volta in assoluto verrà coinvolta nell’iniziativa.

E intanto sempre per oggi è stato fissato dall’assessore alla Mobilità Fiorilli il vertice con le amministrazioni di Montesilvano, Francavilla al Mare, Spoltore e San Giovanni Teatino per organizzare l’ultima giornata di ‘Pescara senz’auto’ fissata per il 21 marzo

Ha proseguito Fiorilli:

I dati relativi all’inquinamento atmosferico forniti dall’Arta  hanno dimostrato che il problema delle polveri sottili non riguarda solo la nostra città, ma anche tutti i comuni limitrofi. Pescara ha programmato per il 21 marzo la chiusura alle auto di tutta la città e il nostro obiettivo è riuscire a coinvolgere in tale iniziativa i comuni adiacenti al capoluogo adriatico, per una ‘giornata ecologica’ di sensibilizzazione che interessi un territorio ben più vasto della sola Pescara.

Se  riusciremo a ottenere l’adesione dei quattro Comuni presenti al vertice, si tratterebbe di un evento storico per la nostra provincia che, seppure per un solo giorno, riuscirebbe a chiudere alle auto un territorio di dimensioni enormi dando un segnale forte ai propri utenti circa la necessità di riappropriarsi dei propri territori e di puntare su una mobilità alternativa all’uso dei mezzi privati.

Pescara: senz’auto anche domenica, 14 marzo ultima modifica: 2010-03-11T12:25:13+00:00 da Donatella Di Biase