Home » Sport » Calcio » Serie A » Pescara-Lazio 0-3: ai biancocelesti basta mezzora per sbancare l’Adriatico

Pescara-Lazio 0-3: ai biancocelesti basta mezzora per sbancare l’Adriatico

di Direttore

PESCARA – Una magia di Hernanes dopo soli 5 minuti e l’uno-due terrificante di Klose, stendono il Delfino, facilitando la giornata ai biancocelesti che dopo poco più di mezzora hanno già potuto chiudere la pratica. Troppo il divario tecnico in campo, ma Stroppa e i suoi ragazzi ci hanno messo del proprio a facilitare il successo degli ospiti. Oltre alla scelta di alcuni uomini e ad alcune leggerezze difensive, preoccupa la fragilità offensiva della squadra abruzzese che non si è quasi mai affacciato seriamente nell’area ospite e se lo ha fatto è stato più per giocate dei singoli che per una trama d’attacco ben orchestrata. Adesso ci saranno 15 giorni per preparare la delicata trasferta di Udine.

COSÍ IN CAMPO – Stroppa ripropone il 4-3-3 con il rientrante Capuano a far coppia con Terlizzi con Bocchetti a sinistra e Balzano a destra al posto dello squalificato Zanon. A centrocampo Celik e Blasi vengono preferiti a Quintero e Nielsen preferendo una squadra più muscolare con Colucci e Cascione e meno tecnica, di contro al centrocampo di alta qualità della Lazio. In avanti Vukusic viene affiancato da Celik e Caprari che spesso si sono alternati sulla fascia. Petkovic conferma la squadra data in settimana con il 4-1-4-1 con linea difensiva costituita da Konko, Dias, Biava e Lulic. A centrocampo linea mediana per Ledesma con Candreva-Mauri esterni e Hernanes-Gonzalez interni. Unica punta Klose.

MAGIA HERNANES AVANTI LAZIO – Tanto entusiasmo sugli spalti ad accogliere i ragazzi di Stroppa e qualche coro contro gli acerrimi tifosi “nemici”. Sud deserta con un centinaio di supporters laziali ad occupare l’intero settore. Un peccato visto che c’erano le premesse per riempire l’intero stadio se avessero dirottato i pochi tifosi ospiti nell’apposita più ridotta area, così come con l’Inter e Palermo. Al 2′ Colucci scalda il tiro ma una deviazione fa terminare il pallone di poco a lato. Alla prima conclusione la Lazio non perdona: punizione conquistata dai 30 metri e Hernanes fa centro con una conclusione a giro che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Perin. Il gol spegne il delfino che all’11 perde un pallone sulla trequarti ma Hernanes calcia da fuori area centralmente, con Perin che blocca a terra in due tempi. Quindi al 15′ è Mauri su una ribattuta a sfiorare il palo con una conclusione di controbalzo.

DUE SBERLE DI KLOSE, PESCARA NON PERVENUTO – Si scatena Klose. Prezioso nella circolazione palla, letale sotto porta. Al 20′ viene anticipato d’un soffio da Perin in uscita su perfetto corridoio aperto da Hernanes e cinque minuti dopo raddoppia ricevendo l’assist di Candreva, depositando in rete dopo aver superato Perin a due passi dalla linea di porta. Al 35′ su corner di Hernanes il tedesco prende il tempo a Terlizzi e di testa fredda e pochi metri dalla linea di porta, di testa il portiere di casa. In campo il Pescara non si vede e di conclusioni nemmeno l’ombra se si fa eccezione per quella al 36′ di Colucci dalla distanza nel tentativo di superare Marchetti leggermente fuori dai pali. Inutili i cambi di posizione di Celik e Caprari, la squadra non riesce a dare continuità al possesso palla a centrocampo.

GIRANDOLA DI CAMBI, LA LAZIO CONTROLLA – Stroppa inserisce in avvio ripresa Jonathas per uno spento e nervoso Blasi passando così ad una sorta di 4-2-4. Al 3′ leggerezza dei centrali biancocelesti e Jonathas per poco in area non ne approfitta ma è troppo macchinoso e Marchetti in uscita gli sbarra la strada. Al 9′ conclusione da fuori area di Gonzalez sporcato da una deviazione di un compagno e palla che termina alcuni metri a lato. Manca fosforo in campo e con la Lazio che tira un pò il fiato il tecnico del Pescara opta per Quintero con Caprari che torna a sinistra ritornando al 4-3-3. Al 24′ bella manovra laziale sulla destra con Klose che serve Mauri che scarica per Hernanes che da fuori area sfiora l’incrocio dei pali. Un minuto dopo spunto di Jonathas in area ma Dias ci mette una pezza al momento della conclusione.

Quindi al 28′ punizione dai 35 metri di Quintero che impegna in tuffo Marchetti che qualche istante più tardi è bravo ad allontanare di pugno un cross in area. Entra anche Abbruscato per uno stanco Vukusic ed al 36′ Abbruscato si trova in area con Marchetti in uscita, lo aggira ma il pallone indirizzato in rete viene deviato in angolo. Il Pescara regala al suo pubblico un buon finale di gara con la nuova conclusione di Quintero su punizione e pallone che esce di un metro alla sinistra di Marchetti (41′). Al 42′ conclusione di Jonathas da fuori area ma la sfera esce a lato. Troppo poco per pensare di spaventare un avversario certamente di categoria superiore ma restano i dubbi sul mancato impiego di Nielsen (uno dei più positivi a Cagliari), e quello parziale di Quintero uno dei pochi a poter mettere ordine in campo.

TABELLINO:

PESCARA (4-3-3): Perin; Balzano, Bocchetti, Terlizzi, Balzano; Cascione, Colucci, Blasi (dal 1′ st Jonathas); Caprari, Vukusic (dal 21′ st Abbruscato), Celik (11′ st Quintero). A disp: Pelizzoli, Romagnoli, Soddimo, Bjarnason, Brugman, Nilsen, Falso. All. Stroppa

LAZIO (4-1-4-1): Marchetti; Konko (dal 16′ st Cavanda), Dias, Biava (dal 39′ st Cana), Lulic; Ledesma; Candreva, Hernanes, Gonzalez, Mauri; Klose (dal 26′ st Floccari). A disposizione: Bizzarri, Carrizo, Ciani, Scaloni, Rocchi, Kozak, Onazi, Stankevicius, Zauri. All. Petkovic

Arbitro: De Marco di Chiavari

Assistenti: Crispo di Genova, La Rocca di Ercolano, Marzaloni di Rimini, Damato di Barletta, Abbattista di Molfetta.

Reti: 5′ pt Hernanes, 25′ pt e al 35′ pt Klose

Ammoniti: Blasi, Quintero

Recupero: nessuno nel primo tempo, tre minuti nella ripresa.

Angoli: 8/2

Falli Fatti: 11/14

Fuori Gioco: 2/1

Tiri in porta/Totali: 4/7 – 6/11

Spettatori: 12.430 (6.962 abbonati).

[Le foto di Hernanes con Petkovic, i capitani a centrocampo e due azioni offensive del Pescara di Massimo Mucciante per gentile concessione]

Pescara-Lazio 0-3: ai biancocelesti basta mezzora per sbancare l’Adriatico ultima modifica: 2012-10-08T03:00:13+00:00 da Direttore