Home » Sport » Calcio » Serie B » Pescara-Cesena 2-0: Zuparic-Politano, il Delfino rompe il digiuno

Pescara-Cesena 2-0: Zuparic-Politano, il Delfino rompe il digiuno

di Direttore

Pescara-Cesena 2-0 gol PolitanoI biancazzurri centrano il primo successo del 2014

PESCARA – Torna a sorridere il Delfino, ancora all’asciutto di successi in questo 2014. Era infatti dalla gara esterna vinta il 26 dicembre scorso a Modena che i biancazzurri non coglievano i 3 punti. Un gol per tempo per chiudere la pratica Cesena. Protagonista assoluto Politano, autore del gol del raddoppio e pronto a mettere lo zampino sulle occasioni più importanti del match. Buona prestazione di un gruppo che inizia a credere nel proprio potenziale. Nel finale Pelizzoli neutralizza un penalty che avrebbe potuto riaprire il match.

Pescara-Cesena-capitani-a-centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Cosmi apporta alcune modifiche rispetto alla gara di Avellino. 3-4-2-1 il modulo di gioco scelto con il recupero di Zauri che si era infortunato nella precedente gara in campo con una maschera a costituire il reparto difensivo con Schiavi e Bocchetti; a centrocampo Zupartic viene preferito a Bovo come centrale assieme a Brugman mentre sulle corsie esterne troviamo Salviato e Rossi; in avanti Politano vince il ballottaggio con Cutolo e con Caprari supportano Sforzini. La risposta del Cesena con Bisoli che sceglie il 4-4-2 con Camporese, Volta, Krajnc e Renzetti in difesa; Gagliardini e De Feudis centrali di centrocampo con D’Alessandro a sinistra e Defrel a destra; in avanti la coppia formata da Succi e Marilungo.

attacco-PescaraLUNGHE FASI DI STUDIO, POCHI SUSSULTI – L’avvio di gara non è certo esaltante con il Cesena più manovriero ed il Pescara che prova a spingere soprattutto sulla sinistra con Rossi, ma anche Politano sembra molto mobile. Prima occasione al 6′ minuto con un tiro cross di Rossi dal vertice sinistro dell’area che lambisce il palo alla sinistra di Rossini. La risposta degli ospiti al 11′: cross dalla destra di De Faudis e conclusione di D’Alessandro che si spegne sull’esterno della rete.

gol-ZuparicPOLITANO CONFEZIONA PALLE GOL, FINALMENTE ZUPARIC – Gara che stenta a decollare con le palle gol per il Pescara che nascono da palle inattive. Al 27′ punizione dalla destra di Politano a centro area con Sforzini tanto bravo ad anticipare tutti di testa quanto impreciso a non centrare la porta con la palla che si spegne di poco alta sopra la traversa con Rossini che non era riuscito ad uscire con il tempismo giusto. Al 33′ nuova palla gol per Sforzini che in occasione di un traversone dalla sinistra non riesce ad arrivare sul pallone. In agguato c’era anche Schiavi anch’esso in ritardo sul pallone. A due minuti dalla fine della prima frazione di gioco arriva il vantaggio con Zuparic (al primo gol stagionale) che in occasione di un angolo dalla sinistra di Politano è in più lesto ad infilare in mezzo alla mischia. Tocco morbido ma piuttosto preciso che ha trovato lo spazio giusto. L’attaccante romano è il giocatore più rappresentativo della gara mettendo lo zampino sulle occasioni più pericolose e singlando la rete che nella ripresa ha chiuso i giochi.

Pescara-Cesena-1-0-ZuparicPOLITANO LA CILIEGINA SULLA TORTA – La ripresa si apre con Consolini per Camporese. Dopo una prima sortita ospite al 7′: cross dalla destra per la testa di Succi che a centro area non centra lo specchio della porta con palla che si alza sopra la traversa, spazio al Delfino. Al 12′ arriva il raddoppio con Politano: traversone da destra verso sinistra di Caprari in area per il numero 7 biancazzurro, che dopo una prima conclusione respinta dalla difesa si ritrova la palla sul sinistro ed il suo preciso diagonale rasoterra non lascia scampo a Rossini. Al 14′ Bisoli toglie dal campo uno spento Succi per il giovane, classe 94′, Garritano. Il Pescara ha un’altra bella palla gol al quarto d’ora con Salviato che sulla destra supera un avversario e dalla destra mette una palla tesa in area per la testa di Sforzini che impegna severamente il portiere bianconero che si salva di piedi.

rigore-CesenaPELIZZOLI SUL CARRO DEI PROTAGONISTI – Sul 2-0 il Pescara pensa più a non prenderle e anche i cambi effettuati da Cosmi mostrano un atteggiamento più prudente nel quarto d’ora finale. Al 27′ piattone di Marilungo in area da posizione molto defilata, ma la palla esce alta sopra la traversa ed un minuto dopo Cosmi inserisce un incontrista, Rizzo, per il protagonista della giornata, Politano. Alla mezz’ora Cutolo prova il tiro ad effetto dai 30 metri con Rossini leggermente fuori dai pali, ma la sfera esce di un paio di metri a lato alla sua sinistra ed un minuto dopo ultimo cambio per gli ospiti con l’ingresso di un altro giovane, classe ’95, Pedrabissi per Marilungo. Al 33′ Cosmi rileva un acciaccato Brugman per Bovo. A sette minuti dalla fine del tempo regolamentare arriva l’episodio che poteva riaprire il match: calcio di rigore per il Cesena per un dubbio contatto tra Zauri e D’Alessandro. Sul dischetto però Pelizzoli è molto bravo a neutralizzare la conclusione angolata di Gagliardini: provvidenziale il tuffo sulla sua destra. L’ultima occasione della partita arriva al 40′: D’Alessandro dal fondo in area mette al centro un pallone d’oro per Pedrabissi che conclude alle stelle a pochi passi da Pelizzoli.

Pescara-Cesena-Curva-NordTABELLINO:

PESCARA (3-4-2-1): Pelizzoli; Zauri, Schiavi, Bocchetti; Salviato, Zuparic, Brugman (dal 33′ st Bovo), Rossi; Politano (dal 28′ st Rizzo), Caprari (dal 14′ st Cutolo); Sforzini. A disposizione: Belardi, Milicevic, Cosic, Nielsen, Maniero, Mascara. Allenatore Serse Cosmi.

CESENA (4-4-2): Rossini; Camporese (dal 1′ st Consolini), Volta, Krajnc, Renzetti; D’Alessandro, Gagliardini, De Feudis, Defrel; Succi (dal 14′ st Garritano), Marilungo (dal 31′ st Pedrabissi). A disposizione: Iglio, Valzania, Alhassan, Rodriguez, Garritano, Ingegneri, Yabre. Allenatore Pier Paolo Bisoli.

Arbitro: Nasca di Bari

curva-tifosi-CesenaAssistenti: Del Giovane di Albano Laziale, Calò di Molfetta

IV Ufficiale: Roca di Foggia

Ammoniti: Bocchetti, Camporese, Bovo

Reti: 43′ pt Zuparic, 12 st Politano

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa.

Pescara-Cesena 2-0: Zuparic-Politano, il Delfino rompe il digiuno ultima modifica: 2014-03-08T16:59:30+00:00 da Direttore