Pescara, Antonio Guidi “Con gli occhi di un burattino di legno”

In Provincia la presentazione del libro dell’ex ministro 

PESCARA- La disabilità? ” Come un caldo maglione di cachemire” la definisce l’ex ministro Antonio Guidi nel suo libro intitolato Con gli occhi di un burattino di legno  edito da Rubbettino. Tre appuntamenti imperdibili in cui Guidi presenterà la sua opera: giovedì 15 novembre Guidi sarà a Pescara, nella sala Tinozzi  del Palazzo della Provincia alle ore 18, mentre il giorno successivo alle ore 9.30, sarà nella sala consiliare del Comune di Città Sant’Angelo con gli studenti dell’Istituto Spaventa e alle  ore 18 a San Valentino in Abruzzo Citeriore, nella sala Ammirati del Comune.

In quest’ opera  l’ex ministro racconta settant’anni di storia italiana, visti attraverso lo sguardo particolare di uno spettatore  sicuramente speciale che ha raggiunto traguardi straordinari, non solo per la sua professione medica ma anche in politica. Nel 1994 è stato nominato ministro per la Famiglia e la Solidarietà Sociale e, una volta terminata l’esperienza di governo, ha ricoperto (dal 2001 al 2006) la carica di sottosegretario di Stato al Ministero della Salute.

 Il volume, in libreria dal 4 ottobre, è dunque un’autobiografia di una persona che ha vissuto una vita difficile e piena di ostacoli: quegli ostacoli, non solo fisici, che un disabile incontra ogni giorno lungo il suo cammino, senza però lasciarsi spaventare e cercando di godere appieno di ogni momento dell’esistenza.

La disabilità si può indossare. Se paragonata a un vestito, a volte può soffocare, altre invece sembra talmente cucita addosso da calzare perfettamente. Nel mio caso  può essere paragonata a un caldo maglione di cachemire, che accarezza e scalda.

così l’autore  definisce la disabilità che  non è l’oggetto del libro ma è una compagna che cammina a fianco dell’autore, come co-protagonista.

Pescara, Antonio Guidi “Con gli occhi di un burattino di legno” ultima modifica: 2012-11-15T00:34:18+00:00 da Annarita Ferri