Home » Eventi Abruzzo » Cinema » “Ofelia – Amore e morte”, per la rassegna cinematografica a Orsogna

“Ofelia – Amore e morte”, per la rassegna cinematografica a Orsogna

di Redazione

Venerdì 24 marzo al Teatro C. De Nardis di Orsogna ultimo appuntamento con la rassegna cinematografica “Il Grande Shakespeare al Cinema”

ofelia amore e morteORSOGNA – Ultimo appuntamento con la rassegna cinematografica “Il Grande Shakespeare al Cinema” dedicata al grande poeta e drammaturgo inglese del sedicesimo secolo, nell’ambito della stagione di prosa al Teatro Camillo De Nardis di Orsogna per la direzione artistica di Zenone Benedetto in collaborazione con il circuito regionale ACS e il Comune di Orsogna.

Venerdì 24 marzo 2023, alle ore 21.00, la protagonista sarà Ofelia, uno dei personaggi shakespeariani femminili più amati, studiati e discussi, in “Ofelia – Amore e Morte” (Ophelia), film del 2018 diretto da Claire McCarthy, con protagonista Daisy Ridley.

Il film, basato sull’omonimo romanzo di Lisa Klein, è una rilettura dell’Amleto di William Shakespeare dal punto di vista del personaggio di Ofelia. Nel castello di Elsinore in Danimarca Ofelia è la dama di compagnia preferita della Regina Gertrude.

Volitiva e di spirito libero, bella e intelligente, Ofelia viene schernita dalle altre dame, che la prendono in giro per la sua mancanza di nobiltà, in quanto suo padre Polonio è il capo – consigliere del Re, ma ha le attenzioni del giovane principe Amleto. Egli inizia a corteggiare la ragazza che però, inizialmente, lo rifiuta. Intanto Claudio, fratello del re, seduce spudoratamente Gertrude e Ofelia assiste di nascosto a un loro incontro. Quando il re viene trovato morto, Claudio gli succede al trono sposando la regina.

Amleto, dopo essersi nuovamente allontanato dal castello per via dei suoi studi, ritorna dopo l’accaduto e trova conforto tra le braccia della giovane. Gli intrighi a palazzo cominciano a essere sempre più opprimenti e Ofelia si ritroverà a dover decidere tra l’amore per Amleto e la sua vita. Ofelia è una storia di vendetta, amore e potere tutta vista dagli occhi della bella ed eterea Ofelia.

E’ la storia di Ofelia, del suo amore per Amleto, del rapporto tormentato con la madre Gertrude e della sua tragica decisione di scomparire per sempre. Intrecci di corte, passione, tormento, morte sono i temi affrontati nel classico di Shakespeare che in Ofelia – Amore e Morte vengono raccontati dal punto di vista femminile: la storia di una donna alla ricerca del suo posto nel mondo.

La caratteristica peculiare del film è proprio il punto di vista che viene scelto per raccontare gli eventi, ovvero quello femminile per mettere in risalto e al centro della trama la condizione in cui versavano le donne all’epoca, sottomesse al volere del padre prima e del marito poi.

Ofelia però è risoluta, è una combattente guidata dalla passione per il principe, ma anche dall’amor proprio e il suo carattere indomito la aiuterà nei momenti più difficili.

Nel film tutto gira intorno ad Ofelia è questo è motivo di riadattamenti come il ruolo secondario e tratti marginale dello stesso Amleto e della trama stessa, che sono stati resi funzionali per quella che risulta essere una storia più di amore e tormento che di rabbia e violenza.

Il cast è di tutto rispetto e riesce a incarnare ottimamente ogni singolo aspetto del personaggio portato in scena come la voglia di vivere e amare di Ofelia, la disperata ricerca di potere di Claudio, Amleto accecato dall’ira e Gertrude sempre spaesata, ma spietata.

Le riprese del film, iniziate nell’aprile del 2017 e concluse nel luglio dello stesso anno, sono state girate interamente in Repubblica Ceca, in location storiche come il castello di Křivoklát e il borgo medioevale di Kutná Hora e in ambienti d’epoca ricostruiti all’interno dei Barrandov Studios a Praga.

Il film è stato presentato in anteprima il 22 gennaio 2018 al Sundance Film Festival e distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi da IFC Films a partire dal 28 giugno 2019.

“Ofelia – Amore e morte”, per la rassegna cinematografica a Orsogna ultima modifica: 2023-03-22T11:40:30+00:00 da Redazione