Home » Sport » Calcio » Serie B » Novara-Pescara 1-0: Evacuo castiga il Delfino nella ripresa

Novara-Pescara 1-0: Evacuo castiga il Delfino nella ripresa

di Direttore

Pescara e Novara a centrocampo

Una sua rete rompe l’equilibrio in campo

NOVARA – Al Silvio Piola Novara-Pescara 1-0, gara valida come recupero della decima giornata del campionato di Serie B. Decide una rete di Evacuo nella ripresa in una partita molto equilibrata e con poche emozioni, soprattutto nel primo tempo. Delfino che paga a caro prezzo la disposizione tattica della squadra di Baroni sempre attenta a coprire con tutta l’organico. Ha vinto chi ha sbagliato di meno. Infatti i biancazzurri hanno pagato a caro prezzo gli errori di Zuparic e Crescenzi in occasione dell’azione che ha deciso il match.

COSÍ IN CAMPO – Baroni con il 4-2-3-1: Da Costa tra i pali, linea difensiva formata da Dickmann, Troest, Poli e Faraoni. Linea mediana con Casarini, Viola mentre dietro a Evacuo unica punta in campo Faragò, Signori e Rodriguez. La risposta di Oddo con il 4-2-3-1: davanti a Fiorillo linea a quattro con Fiamozzi, Fornasier, Zuparic e Crescenzi. A centrocampo Memushaj, Bruno e Selasi mentre in attacco Caprari dietro le punte Lapadula e Cocco.

LUNGA FASE DI STUDIO – Fasi iniziali di studio con la squadra di casa che prova a fare la partita. Il Pescara si vede all’11’ con una conclusione senza troppe pretese di capitan Memushaj che termina un paio di metri a lato. Al 22′ un testata fortuita di Lapadula su Faraoni con quest’ultimo che ha la peggio. Entrambi i giocatori alcuni minuti a bordo campo per la botta presa: fasciatura alla testa e nuova divisa per il giocatore del Novara uscito in una maschera di sangue.

PORTIERI PROTAGONISTI – Al 27′ palla dal fondo messa al centro da Troest per Faragò che impegna severamente sul primo palo Fiorillo che è reattivo anche in un secondo momento sul tentativo di ribattuta di Evacuo. La risposta del Pescara con un destro a giro dal limite rasoterra di Memushaj con Da Costa che si deve distendere per salvare la sua porta. Gara molto combattuta a centrocampo con tanti contrasti ed interruzioni di gioco. Le due squadre sembrano più intenzionate a non far giocare l’avversario piuttosto che ad imporre il proprio gioco.

EVACUO SBLOCCA IL MATCH – Nessun cambio alla ripresa del gioco. Al 3′ minuti ci prova Crescenzi dai 30 metri ma colpisce troppo da sotto il pallone che si alza sopra la traversa. Problemi per Faraoni che accusa dei problemi alla vista dopo che nel primo tempo uno scontro alla testa con Lapadula lo aveva stordito. Al 6′ minuti punizione insidiosa di Viola che con il sinistro prova a sorprendere Fiorillo sul proprio palo ma la palla termina di poco a lato. Clamorosa palla gol al 10′: Signori a centro area ma prima Zuparic liscia poi le punte di casa non riescono sotto porta a correggere la traiettoria verso la porta. Al 12′ primo cambio per Oddo che inserisce Forte per Bruno aumentando il suo peso offensivo.  Passa un minuto e la squadra di Baroni passa in vantaggio con Evacuo che raccoglie di testa sul secondo palo un cross dalla sinistra: nell’occasione nuovo liscio di Zuparic mentre Crescenzi si fa anticipare dalla punta avversaria.

Primo cambio per Baroni con Gonzalez che prende il posto di Rodriguez. Al 23′ episodio dubbio in area del Novara con Forte che cade in area ma per l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Oddo inserisce Sansovini per un Cocco in ombra. Al 32′ Fiorillo è bravo a dire di no ad un conclusione di Viola dal limite con palla che rimbalza pericolosamente sotto porta. Al 34′ ultimo cambio per il Pescara con Mitrita per Caprari. Delfino che trova difficoltà a pungere anche se si tiene costantemente sulla fase offensiva. Al 39′ Corazza rileva Signori. Al 43′ Da Costa si supera sulla palla a giro di controbbalzo di Crescenzi da fuori area. Allo scadere standing ovation per il marcatore della giornata Evacuo che lascia il posto a Dell’Orco. In pieno recupero sinistro velenoso di Viola da fuori area che impegna Fiorillo costretto a tuffarsi sulla sua destra per rifugiarsi in corner e dall’altra parte Zuparic di testa per poco non sorprende Da Costa leggermente fuori dai pali. Tegola sul Pescara fine gara con Memushaj che viene espulso per proteste.

TABELLINO DI NOVARA-PESCARA:

NOVARA (4-2-3-1): Da Costa; Dickmann, Troest, Poli, Faraoni; Casarini, Viola; Faragò, Signori (dal 39′ st Corazza), Rodriguez (dal 22′ st Gonzalez); Evacuo (dal 45′ st Dell’Orco). A disposizione: Buzzegoli, Vicari, Schiavi, Galabinov, Tozzo, Manconi. Allenatore Marco Baroni.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Fornasier, Zuparic, Crescenzi; Memushaj, Bruno (dal 12′ st Forte), Selasi; Caprari (dal 34′ st Mitrita); Lapadula, Cocco (dal 23′ st Sansovini). A disposizione: Aresti, Torreira, Zampano F. Verre, Valoti, Mignanelli.

Arbitro: Eugenio Abbattista

Assistenti: Simone Di Francesco e Mirko Olivieri

Ammonito: Bruno, Forte

Rete: 13′ st Evacuo

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

Novara-Pescara 1-0: Evacuo castiga il Delfino nella ripresa ultima modifica: 2015-11-03T18:27:06+00:00 da Direttore