Home » Sport » Calcio » Serie B » Memorial “Piermario Morosini”: tris dei biancoazzurri, amaranto giù di corda

Memorial “Piermario Morosini”: tris dei biancoazzurri, amaranto giù di corda

di Redazione

Memoria-Domenico-Morosini-Pescara-Livorno-3-1 Netto successo degli uomini di Marino che confermano i progressi fatti registrare nell’amichevole con il Monaco

PESCARA – Davanti a circa 3.100 spettatori Pescara e Livorno onorano la memoria del giocatore scomparso ad aprile del 2012. Successo dei biancoazzurri che piegano per 3-1 il più quotato avversario che l’anno prossimo disputerà il campionato di Serie A. Dopo la prima frazione di gioco chiusa con il vantaggio del Delfino con Rizzo, nella ripresa uno-due terrificante dei ragazzi di Marino che mettono al sicuro l’incontro con una doppietta di Ragusa. Ci pensa Dionisi a realizzare la rete della bandiera.

COSÍ IN CAMPO – Alcune variazioni rispetto alla gara contro il Monaco per Marino che deve rinunciare a Viviani sostituito da Brugman e con difesa a 4 confermata in blocco. A centrocampo Rizzo viene preferito a Nielsen mentre in avanti Piscitella in luogo di Ragusa e Politano esterni con Vukusic punta centrale. Nella ripresa spazio a Ragusa per un opaco Politano e via via la solita prevedibile girandola di cambi.

Pescara-Livorno-3-1RIZZO COLPISCE, PAULINHO CHE ERRORE! – Dopo una prima mezz’ora di buon Pescara con tante buone trame ma scarsa incisività in avanti, al 31′ si sblocca il risultato: dagli sviluppi di una rimessa laterale , Vukusic fa una sponda per Rizzo che da posizione angolata insacca alle spalle di Bardi. Il Livorno si fa vedere alla fine del primo tempo da destra incursione di Schiattarella che tira in porta, Pellizzoli respinge e Paulinho non ne approfitta e spara alto a porta vuota. Taccuino povero di emozioni ,ma gara condotta per larghi tratti dai biancoazzurri.

DOPPIO RAGUSA, SOLO BANDIERA PER DIONISI – Nella ripresa, il Pescara cambia Politano (non si è visto per niente il giocatore nel primo tempo) per Ragusa e proprio quest’ultimo al primo minuto insacca a tu per tu con Mazzoni grazie ad un incertezza del portiere livornese. Dopo un paio di minuti Ragusa raddoppia: su passaggio di Nielsen, fa fuori con due finte i difensori e spara un siluro all’incrocio dei pali. Livorno frastornato e per nulla incisivo, trova tuttavia con Dionisi al 10′ la rete della bandiera approfittando di una dormita della retroguardia abruzzese. Partita che scivola via fino alla conclusione dove il Pescara mantiene bene il campo ,ma verso il 43esimo Pellizzoli blocca a terra da posizione ravvicinata un tiro di Mendes. Il Pescara vince meritatamente una partita dove si sono visti un Bjarnason e Rizzo in ottima condizione fisica. L’islandese è la bella figura della passata stagione, lotta, recupera palla e dribbla gli avversari con forza. Livorno con poche idee e ancora molto appesantiti della preparazione atletica svolta. L’impressione complessiva è tuttavia che a questa squadra manchino ancora delle pedine chiave.

Memorial-Morosini-a-PescaraTABELLINO:

Pescara – Livorno 3-1

PESCARA: Pelizzoli, Balzano (15’st Zauri), Rossi (15’st Frascatore), Rizzo (39’st Zuparic), Schiavi (15’st Bocchetti), Capuano (15’st Cosic), Politano (1’st Ragusa), Bjarnason (38’st Fornito), Vukusic (15’st Maniero), Brugman (15st Nielsen), Piscitella (29’st Di Francesco). All. Marino. A disp. Pigliacelli.

LIVORNO: Bardi (1’st Mazzoni), Valentini, Lambrughi (1’st Gemiti), Greco (26’st Moscati), Bernardini (1’st Ceccherini), Emerson (21’st Decarli), Berlingheri (1’st Piccini), Dionisi (23’st Biasci), Paulinho (22’st Mendes), Luci (15’st Benassi), Schiattarella (36’st Bartolini). All. Nicola. A disp. Diana.

Arbitro: sig. Maresca di Napoli coadiuvato dagli assistenti Fiorito di Salerno e Zivelli di Torre Annunziata

Reti: 31’pt Rizzo (P), 1’st e 3’st Ragusa(P), 10’st Dionisi (L)

Ammonito: Dionisi (L).

[Si ringrazia Andrea Ambrosini per la collaborazione]

Memorial “Piermario Morosini”: tris dei biancoazzurri, amaranto giù di corda ultima modifica: 2013-08-05T02:02:56+00:00 da Redazione