Manifestazione NoAnagnina, il 12 novembre l’Abruzzo si mobilita

no-anagnina

La manifestazione ,che si terrà a Roma ,è contro la  decisione   di spostare il terminal dei bus dalla stazione Tiburtina ad Anagnina ,determinando  enormi problemi ai lavoratori pendolari  abruzzesi

ABRUZZO – Lunedì 12 novembre 2018, presso l’Autostazione Tiburtina di Roma si terrà la manifestazione “NOAGNINA” contro la decisione del Comune  di spostare il terminal dei bus interregionali .

ANCI Abruzzo contraria allo spostamento del terminal da Tiburtina ad Anagnina

L’ANCI Abruzzo esprime forte preoccupazione e contrarietà alla delibera della Giunta del Comune di Roma che decide lo spostamento della stazione di arrivo dei bus diretti a Roma provenienti dal territorio abruzzese, dalla Stazione Tiburtina al Terminal dell’Anagnina. La decisione è fortemente penalizzante verso i pendolari abruzzesi che quotidianamente per ragioni di lavoro si recano a Roma. In particolare il provvedimento va nella direzione di una ulteriore penalizzazione delle aree interne abruzzesi che tra enormi problemi legati alle ben note vicende del sisma stanno tentando tra mille sacrifici di trovare una ragione di sopravvivenza e di prospettiva futura per mantenere il loro progetto di vita nelle zone di origine.

Lo spostamento dell’Hub da Tiburtina ad Anagnina rende praticamente impossibile spostarsi per ragioni di lavoro dall’Abruzzo interno impedendo di fatto il pendolarismo a Roma, contro le esigenze di una categoria di cittadini che già è sottoposta ad enormi sacrifici. La scelta del Comune di Roma non va solo contro questa determinata categoria di cittadini ma costituisce un più grave segnale di disinteresse alle ragioni delle aree interne in un momento in cui appare assolutamente necessario garantire presidi contro lo spopolamento e contro l’abbandono di quei territori che hanno costituito e costituiscono un elemento peculiare imprescindibile del sistema paese.

L’ANCI Abruzzo aderisce alla manifestazione del 12 novembre e chiede la rivalutazione e l’approfondimento della scelta del Comune di Roma alla luce degli enormi problemi che questa decisione determina nei confronti di una ampia fascia di lavoratori pendolari e dei cittadini abruzzesi.

 Pezzopane : l’Abruzzo si mobilita contro Raggi e Toninelli

“Contro l’assurda decisione di spostare il terminal dei bus interregionali dalla stazione Tiburtina di Roma ad Anagnina si sta mobilitando l’intero Abruzzo. La sindaca di Roma e il ministro dei Trasporti sappiano che li costringeremo a ritirare questa ingiusta penalizzazione dei viaggiatori pendolari abruzzesi. Per queste ragioni parteciperò alla conferenza stampa di protesta promossa dal presidente vicario della Regione, Giovanni Lolli, in accordo con la Regione Lazio, che si svolgerà lunedì mattina, a partire dalle 10.30, nel piazzale dell’autostazione Tiburtina.

Tante sono le adesioni che in queste ore stanno giungendo. Tutti si chiedono: Toninelli e Raggi sanno che in assenza peraltro di un trasporto ferroviario adeguato, interi territori dell’Abruzzo rischiano l’isolamento? Perché il governo non interviene per aiutare l’incapace giunta comunale a risolvere il contenzioso con Tibus, invece di far spostare la stazione e far spendere inutilmente ingenti risorse pubbliche per realizzare un nuovo hub? Sono le domande che ho posto io stessa al ministro presentando un’interrogazione parlamentare sull’intera vicenda e pretendo una risposta rapida e tombale su questa decisione”

 Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Manifestazione NoAnagnina, il 12 novembre l’Abruzzo si mobilita ultima modifica: 2018-11-10T00:37:21+00:00 da Redazione