Le “Pietre che cantano”: musica e immagini nel chiostro di San Domenico a L’Aquila

Torna questa sera la “tradizionale passeggiata musicale ” della vigilia di ferragosto con un doppio appuntamento: musiche amabili e rare  immagini della città “com’era

L’AQUILA – Ritorna all’Aquila, dopo essere stata cancellata lo scorso anno a causa del terremoto, la Tradizionale Passeggiata Musicale di ferragosto: oggi alle ore 20.45 nello splendido cortile quattrocentesco di San Domenico all’Aquila, recentemente riaperto al pubblico, si susseguiranno musiche e immagini in una serata molto attesa e suggestiva realizzata nell’ambito del Festival “Pietre che cantano” insieme all’Istituzione Sinfonica Abruzzese.

Si tratta di una grande festa dedicata all’Aquila, alle sue tradizioni musicali, alle forme e ai colori della sua arte, per rappresentare, nella complessità delle sue tradizioni culturali, quelle radici forti da cui potrà rigenerarsi.

In apertura sarà l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Vittorio Antonellini, che trent’anni fa ebbe per primo l’idea della “Passeggiata” ferragostana all’Aquila, ad eseguire, insieme all’oboe solista di Gianfranco Bortolato, una divertente antologia di brani: l’ouverture da Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa, un Mosaico sull’opera La Traviata per oboe e orchestra di Verdi-Gariboldi, la rossiniana ouverture da La Cenerentola, un Pout pourri sull’Opera Rigoletto per oboe e orchestra e, infine, due polche e un valzer di J. Strauss jr., ossia Vergnügungzug (Il treno del piacere), Freikugeln (Proiettili a volontà) e Rosen aus den Süden (Rose del Sud).

Successivamente, ed è l’importante novità di quest’anno, ideato e curato dal Festival “Pietre che cantano”, inizierà un tour molto speciale nella città dell’Aquila, martoriata dal sisma del 6 aprile, con una Passeggiata virtuale nel cuore della Città: grazie alla proiezione di rare immagini dall’archivio di Elpidio Valeri e del documentario «L’Aquila e le sue Chiese» di Maurizio D’Antonio e Patrizio Guerrini, si andrà alla scoperta dell’Aquila “com’era” mentre lo scorrere delle immagini sarà accompagnato dall’esecuzione di Canti di primavera del XII e XIII secolo interpretati dall’Ensemble Chominciamento di Gioia, specializzato in musica medievale.

Non poteva poi mancare, in questo anno 2010 in cui ricorrono importanti anniversari musicali, il contributo del Festival “Pietre che cantano” alle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Chopin. Per questo il penultimo appuntamento del Festival, in programma lunedì 16 agosto alle ore 21.00 nella Chiesa di S. Panfilo a Ocre, è un Omaggio a Chopin con il recital di Maurizio Baglini, giovane pianista impostosi recentemente all’attenzione del pubblico e della critica con importanti progetti concertistici e discografici che ne hanno rivelato le eccezionali qualità di interprete e virtuoso della tastiera. Baglini compone il suo Omaggio presentando una antologia di celebri brani: alcune Sonate di Scarlatti, autore che fu il primo dei virtuosi della tastiera, e una serie di titoli chopiniani che l’autore stesso creò per le sue composizioni, a suggello della loro novità (Berceuse, Barcarolle, Polacca op. 53, Prima Ballata). Il programma si conclude con una doppia serie di Studi, tratti dall’op. 10 e 25 di Chopin, e da quelli d’exécution transcendante di Liszt, esempi di due diverse concezioni del virtuosismo, che rivelarono nel pianoforte il principe degli strumenti romantici.

PROGRAMMI DEGLI APPUNTAMENTI DI SABATO 14 E LUNEDI’ 16 AGOSTO

Sabato 14 agosto, ore 20,45
L’Aquila, Chiostro di S. Domenico

Tradizionale Passeggiata musicale

Cimarosa Il matrimonio segreto, ouverture
Verdi – G. Gariboldi Mosaico sull’opera La Traviata per oboe e orchestra
(orchestrazione di Francesco Fiore)
Rossini La Cenerentola, ouverture
Verdi – R. Parma Pot- pourri sull’Opera Rigoletto per oboe e orchestra
(orchestrazione di Francesco Fiore)
J. Strauss jr. Vergnügungzug (Il treno del piacere), op. 281
Rosen aus den Süden (Rose del Sud), op. 388
Freikugeln (Proiettili a volontà), op. 326

Orchestra Sinfonica Abruzzese
Vittorio Antonellini, direttore
Gianfranco Bortolato, oboe

Passeggiata virtuale nel cuore della Città

Ensemble Chominciamento di Gioia
Canti di Primavera del XII e XIII secolo
Proiezioni di immagini dell’archivio Valeri e del documentario «L’Aquila e le sue Chiese» di Maurizio D’Antonio e Patrizio Guerrini

Lunedì 16 agosto, ore 21,00
Ocre, Chiesa di S. Panfilo

Omaggio a Frédéric Chopin

D. Scarlatti Quattro Sonate
F. Chopin Ballata n.1, Barcarolle, Berceuse, Polacca “Eroica”, Otto Studi dall’op. 10 e 25
F. Liszt Cinque Studi trascendentali

Maurizio Baglini, pianoforte

Info: Associazione Culturale Pietre che Cantano, Sede Municipale, Ocre: tel. + 39 327 4910395
info@pietrechecantano.it – www.pietrechecantano.it

Biglietti: posto unico € 10,00

Le “Pietre che cantano”: musica e immagini nel chiostro di San Domenico a L’Aquila ultima modifica: 2010-08-14T12:34:36+00:00 da Donatella Di Biase