La Provincia ascolta “La voce dei volontari”

Evento conclusivo legato ai progetti di Servizio Civile 2011-2012.

PESCARA- Il gioco è un valido metodo per permettere ai ragazzi di approcciarsi all’altro, sgomberando il campo da luoghi comuni, stereotipi e pregiudizi.

 ha affermato  Valter Cozzi, assessore alle Politiche sociali durante la presentazione dei quattro progetti realizzati dal servizio civile, promossi dalla Provincia di Pescara e illustrati ieri mattina a Palazzo dei marmi nel corso della cerimonia conclusiva denominata La voce dei volontari.

Il primo progetto illustrato è “Gioco anch’io”: proprio attraverso il gioco si è cercato di promuovere il rispetto per la diversità e l’accettazione delle persone con disabilità al fine di migliorare anche la qualità dei servizi offerti dai centri di aggregazione dei Comuni e dai reparti pediatrici ospedalieri. Questo progetto ha avuto come sedi di attuazione l’associazione Agbe di Pescara, il Comune di Moscufo, il Comune di Città Sant’Angelo, il Comune di Lettomanoppello e il Comune di Pianella.

Il secondo progetto denominato “Sicurezza e solidarietà” ha avuto come obiettivo quello di sensibilizzare i cittadini normodotati alle mille difficoltà che le persone disabili affrontano nella quotidianità. E così i volontari hanno organizzato giornate sull’accessibilità per fare in modo che i cittadini sperimentassero e vivessero in prima persona situazioni di disagio e di difficoltà derivate dal doversi adattare a spazi pensati e costruiti per i diversamente abili, ma spesso ostruiti dai normodotati. Sedi di attuazione del progetto: Provincia di Pescara, associazione Anolf Pescara, associazione Diversuguali Pescara, Cgil Pescara, Comune di Montesilvano, associazione Asso Onlus Pescara, associazione Progetto Incontro di Montesilvano, L.a.a.d. comunità terapeutica Pescara, U.i.s.p. Comitato Regione Abruzzo.

Il terzo progetto “La stagione dei ricordi” ha inteso favorire il protagonismo delle persone anziane recuperandone la memoria storica. In sostanza i volontari hanno promosso momenti di animazione affiancati da altri in cui gli anziani hanno potuto trasmettere quel patrimonio importantissimo di poesie, canzoni, proverbi, personaggi, ma anche ricette gastronomiche e costumi tradizionali, usanze, ricorrenze spesso dimenticate.Sedi di attuazione del progetto: Comune di Castiglione a Casauria, Comune di Collecorvino, Comune di Moscufo , Comune di Nocciano, Comune di Penne, Comune di Pescosansonesco, Comune di Roccamorice, Comune di Salle, Comune di Serramonacesca, Comune di Torre de’ Passeri.

Un’importante occasione  per valorizzare la tradizione, per stimolare i giovani a recuperare le tradizioni locali e aiutare gli anziani a non tralasciare la propria memoria storica, affettiva e sociale.

ha commentato  Cozzi

Infine, l’obiettivo del Progetto “Provincia sostenibile” è stato quello indirizzare la comunità locale verso una maggiore qualità della vita attraverso un uso più sostenibile delle risorse e di attivare strumenti che favoriscano la diffusione di strategie per lo sviluppo sostenibile promuovendo azioni di sensibilizzazione ed informazione nei confronti della società civile, nonché attività di supporto/consulenza verso gli istituti scolastici. Sede di attuazione del progetto: Provincia di Pescara, Comune di Abbateggio, Comune di Caramanico Terme, Comune di Castiglione a Casauria, Comune di Spoltore, Comune di Tocco Da Casauria, Comune di Farindola, Comune di Rosciano.

Nell’occasione sono stati premiati anche i partecipanti del concorso “Il risparmio ecosostenibile mi piace”, promosso dai volontari del progetto Provincia sostenibile e premiati anche dall’assessore alle Politiche energetiche Angelo D’Ottavio.

 

La Provincia ascolta “La voce dei volontari” ultima modifica: 2012-03-29T00:24:24+00:00 da Annarita Ferri