Fossacesia: calano flusso turistico e vendite … colpa dei parcheggi a pagamento?

E’ quanto sostengono i titolari di alcuni esercizi commerciali della Marina, che denunciano anche disservizi esistenti nella città

FOSSACESIA (CH) – I titolari dei seguenti esercizi commerciali: La Dolce Vita, La Bussola, Happy Days, Mapero’, Il Tempio del Mare  sostengono che con i parcheggi a pagamento il flusso turistico alla Marina di Fossacesia è calato sensibilmente e con esso anche gli introiti delle attività commerciali.

Ecco  la denuncia dei commercianti, operanti alla Marina di Fossacesia, che rappresentano oltre la metà degli esercizi aperti nella zona, contro le politiche adottate dall’amministrazione comunale, guidata da Fausto Stante:

siamo a metà dell’estate e ormai sono evidenti a tutti le conseguenze della scelta dell’amministrazione comunale di istituire i parcheggi a pagamento sul lungomare di Fossacesia Marina e sulle aree di risulta dell’ex tracciato ferroviario: il flusso turistico si è dimezzato e le attività commerciali, che già scontano gli effetti della crisi economica, soffrono un calo delle vendite che arriva anche al 50%.

Il litorale che un tempo era affollato a tutte le ore della giornata oggi si presenta con ampi spazi vuoti, i parcheggi, che fino all’anno scorso traboccavano di automobili, oggi, che sono stati resi a pagamento, sono per la maggior parte liberi tutto il giorno. Come se non bastasse questa scelta poco accorta, le spiagge quest’anno sono mal curate, le erbacce spuntano un po’ dappertutto e non sono stati cancellati neppure i segni delle ultime mareggiate che si sono abbattute sulla costa.

I cassonetti dell’immondizia, che prima venivano raddoppiati per far fronte all’inevitabile aumento del flusso turistico, giacciono, sporchi ed insufficienti, nella quasi totale indifferenza dell’amministrazione..

La vera novità di quest’anno, la filodiffusione che collega tutta la Marina, si è risolta in una bolla di sapone: gli annunci sono pochi e ripetitivi, il volume è insufficiente per comprendere una minima parte dei messaggi e per quasi tutto il giorno gli altoparlanti sono muti.

Per non parlare della trascuratezza della zona: basti pensare che i pali dell’illuminazione eretti un mese fa per la festa della Madonna del Carmine non sono stati ancora rimossi, con ben in evidenza i fili elettrici penzolanti, che possono costituire un grave pericolo per tutti, visti i temporali degli ultimi giorni. Il risultato di questa politica turistica? Basta citare i risultati dell’indagine della Federazione Italiana Editori Giornali che ha segnalato un calo del 25-30% della vendita di riviste e quotidiani nelle edicole di Fossacesia Marina. Ma un calo di vendite simile, anzi anche con punte del 50%, lo hanno avuto tutti i nostri esercizi commerciali che per la maggior parte del giorno sono vuoti. Chiediamo al Comune una immediata marcia indietro sui parcheggi a pagamento ed una migliore considerazione dei turisti e dei commercianti che lavorano alla Marina.

Fossacesia: calano flusso turistico e vendite … colpa dei parcheggi a pagamento? ultima modifica: 2010-08-08T03:35:38+00:00 da Donatella Di Biase