Festival Internazionale di Mezza Estate 2018, il programma

Festival Internazionale di Mezza Estate 2018

Tanti nomi di primo piano da Bollani a Rea e Gino Paoli, da Alessandro Preziosi a Michele Campanella, Goran Bregovic, Alberto Veronesi, Chiara Taigi, Edoardo Leo e Lino Guanciale

TAGLIACOZZO – Presentato oggi alla Sala Stampa della Camera dei Deputati, il Festival Internazionale di Mezza Estate, giunto ormai alla 34° edizione, sotto la guida del direttore d’orchestra abruzzese Jacopo Sipari di Pescasseroli a, al suo secondo anno da direttore artistico, si candida prepotentemente ad essere uno dei Festival di Musica Sinfonica, Lirica, della Danza Classica e Contemporanea e del Teatro più interessanti d’Italia. Grazie all’attenzione e al lavoro incessante del Sindaco Vincenzo Giovagnorio e dell’Assessore Chiara Nanni, con il sostegno dei maestri Alessandro Zerella, Silvano Fusco, Francesco d’Ovidio, Tagliacozzo offre una stagione straordinaria con oltre 50 appuntamenti divisi tra Musica Classica, Opera, Balletto, Teatro con ospiti provenienti da tutto il mondo.

Così il Sindaco Giovagnorio: “Le dovute attestazioni, per la qualità degli spettacoli e per le numerosissime presenze di pubblico della passata edizione, sono giunte dal Ministero del Beni e delle Attività culturali e del Turismo, dalla Regione Abruzzo e da altre importanti Fondazioni e Associazioni. Ciò significa che l’impegno profuso dall’Amministrazione comunale per questa importante Manifestazione è la giusta strada per una rivalutazione a diversi livelli della Città di Tagliacozzo, da sempre capitale culturale dell’entroterra abruzzese”.

“Presentiamo un festival” dice l’Assessore Chiara Nanni “che saprà stupire per la ricchezza del programma, per la qualità delle proposte, per la validità delle idee. Provo emozione nel raccontarvi quanto abbiamo fatto in questi mesi di dedizione al festival, alla sua programmazione e alla sua ristrutturazione. Ancora molto c’è da fare per far crescere l’interesse anche da parte dei media nazionali ed internazionali che tornano a seguire gli appuntamenti estivi di Tagliacozzo, Città d’arte e di cultura, che vuole conquistare centralità e veicolare turismo di qualità. La strada è quella giusta, i primi incoraggianti risultati confermano che le scelte fatte sono opportune e al passo con le esigenze di chi sceglie Tagliacozzo e il festival come tappa di una vacanza non convenzionale”.

Dallo scorso anno membro ufficiale del Balkan Opera Network Meeting, una piattaforma relazionale costituita dai rappresentanti di alcuni tra i più importanti Teatri e Fondazioni Lirico – Sinfoniche del Centro Europa e Balcani nato con l’idea di implementare e rafforzare relazioni e collaborazioni artistiche tra Teatri, il Festival di Tagliacozzo ha realizzato per l’anno 2018 importanti collaborazioni con alcune tra le più importanti Fondazioni Liriche italiane ed estere, prima tra tutte l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro Nazionale di Belgrado, la Fondazione Festival Pucciniano, e i Teatri dell’Opera di Stato di Cluj – Napoca (Romania) Georgia –Tbilisi (Georgia), Stara Zagora (Bulgaria), Tirana (Albania), Plovdiv – (Bulgaria), Istanbul Symphony Orchestra.

“Proseguendo nel progetto già avviato lo scorso anno” dice il direttore artistico Sipari – “obiettivo primario del Festival resta quello di sviluppare numerose collaborazioni con alcuni tra i più importanti Teatri e Fondazioni Musicali Europee, con i quali il Festival ha già realizzato alcuni importanti protocolli di forte cooperazione. Grande attenzione verrà data a processi di internazionalizzazione attraverso iniziative di coproduzione artistica, collaborazione e scambio, favorendo la mobilità e la circolazione delle opere, lo sviluppo di reti di offerta artistico culturale di qualificato livello internazionale fornendo sempre un prodotto artistico di assoluto livello, attraverso l’inserimento di artisti di grande prestigio internazionale. Tutto questo perché Tagliacozzo e con esso l’Abruzzo intero appaiano sempre con maggior forza nell’universo culturale europeo”.

Tagliacozzo Festival è in partnership con Trenitalia, Turkish Airlines e MIicron Technology Italia srl.

La 34° stagione ha l’onore di ospitare due importanti orchestre estere per tutta la durata del Festival:

per il primo periodo (27.7 – 5.8.2018) la “Dokuz Eylul” University Symphony Orchestra (DESO)(Turchia) (55 elementi), giovane orchestra invitata nell’ambito del progetto internazionale previsto dal Ministero degli Affari Esteri Italiano dal titolo ‘Scambi Giovanili’ che quest’anno per la prima volta, grazie all’ausilio del Maestro Francesco d’Ovidio, il Festival di Tagliacozzo ha vinto a livello internazionale; per il secondo periodo (6.8 – 25.8.2018) l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale dell’Opera di Georgia–Tbilisi (Georgia) (70 elementi), una delle più importanti orchestre europee già in forza al Festival Pucciniano le settimane precedenti.

Inaugurazione “doppia” per un Festival estremamente ricco di eventi: il 26 Luglio la magnifica Piazza Obelisco accoglie il concerto – spettacolo di Gino Paoli e Danilo Rea “Due come noi che …” un trionfo di eleganza e stile, un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale; il 27 Luglio è la volta di “Moby Dick” di Alessandro Preziosi che accompagnerà lo spettatore in un viaggio fino agli abissi dell’animo umano, aiutandolo a decifrare il labirinto di avventure, simboli e filosofie che ne hanno fatto un moderno mito.

Due le opere liriche in programma: il capolavoro di Giacomo Puccini, Madama Butterfly con la direzione di Alberto Veronesi, Presidente della Fondazione Festival Pucciniano e la regia di Ognian Draganoff, Sovrintendente del Teatro dell’Opera di Stato di Stara Zagora – Bulgaria (Bulgaria) in chiusura della stagione (24 Agosto); Suor Angelica di G. Puccini, nel 100 anniversario dalla prima rappresentazione del Trittico – nuovo allestimento nel Chiostro di San Francesco con la direzione di Dejan Savic, Sovrintendente del Teatro Nazionale di Belgrado e la regia di Giandomenico Vaccari, Direttore Artistico del Teatro dell’Opera di Lecce (15 Agosto) con le incredibili voci delle magnifiche Chiara Taigi e Anna Maria Di Micco, originaria della cittadina abruzzese.

Per la danza spazio al capolavoro del leggendario musicista balcanico Goran Bregovic “Regina Margot” in prima esecuzione in assoluto in Italia con il Balletto del Teatro Nazionale di Belgrado (17 Agosto) e il classico Don Chisciotte di Minkus (19 Agosto).

Il Teatro occupa uno spazio importantissimo della programmazione con quattro spettacoli di straordinario livello artistico: accanto al già citato Alessandro Preziosi con “Moby dick” (27 Luglio), campeggia in stagione “omaggio a Garcia Lorca” (5 Agosto), Edoardo Leo con “Ti racconto una storia” (8 Agosto), Lino Guanciale e Pino Quartullo con “Come se fosse Lei” con le musiche di Nicola Piovani, Enrico Lo Verso con il capolavoro di Pirandello “Uno, Nessuno, Centomila” (18 Agosto 2018).

Grande attesa per il concerto – evento “Piano Solo” di Stefano Bollani (31 Luglio), uno dei più grandi geni della musica jazz internazionale, per Michele Campanella (12 Agosto) con il “Suo Omaggio a Liszt”, Cinzia Tedesco con il Verdi’s Mood, omaggio al Jazz prodotto da Sony Classica (14 Agosto), Sandro Ivo Bartoli con il Concerto n. 2 per Pianoforte di Rachmaninov (21 Agosto), Fabrizio Falasca e Vincenzo De Lucia con l’omaggio al alla musica da film (7 Agosto).

Il 23 Agosto spazio al grande concerto “Omaggio all’Europa” per le celebrazioni dei 750 anni della “Battaglia di Tagliacozzo” con Jacopo Sipari di Pescasseroli sul podio nella straordinaria cornice dell’Teatro Antico di Alba Fucens per la Nona Sinfonia di Beethoven insieme all’eccezionale quartetto vocale S. Froli, I. Molinari, H. Mendoza, F. Estefan, l’Orchestra dell’Opera di Georgia e il Coro Lirico d’Abruzzo.

Numerosissimi i concerti sinfonici e da camera con omaggio alle musiche di Mozart, Beethoven, Tchaikovsky, Paganini, Brahms, Bach e Stravinkskij con straordinari solisti provenienti dal Settore Alta Formazione dell’Accademia di Santa Cecilia come C. Sebastianutto, M. Diatchenko con il suo violino Stradivari, G. Cardaropoli, R. Cardaropoli, F. Granata.

Da segnalare tre straordinari concerti: gli ormai tradizionali Concerto nella Faggeta di Marsia (13 Agosto), il Concerto all’Alba (20 Agosto) in programma alle 6 di mattina dinanzi al sagrato del Santuario della Madonna dell’Oriente con le musiche di Tchaikovsky da “Schiaccianoci e Lago dei Cigni”, e il concerto Cinque anime per quattro fratelli con cinque tra i migliori solisti d’Italia: C. M. Parazzoli, Primo Violino Orchestra Accademia di Santa Cecilia, A. Bossone, Prima Viola Orchestra Teatro San Carlo di Napoli, F. Parazzoli, Primo Violoncello Orchestra Teatro Comunale di Bologna, F. Bossone, Primo Fagotto Solista Orchestra Accademia di Santa Cecilia, E. OLIVA, Pianoforte (6 Agosto).

Eccezionale in definitiva la presenza della grande pianista Luciana Canonico, cieca dalla nascita con il suo Bach.

Un programma unico ulteriormente arricchito da Mostre, Presentazioni di libri, Spettacoli per bambini e numerosi altri appuntamenti per un Festival da ricordare.

Tutte le info su www.tagliacozzofestival.com

Festival Internazionale di Mezza Estate 2018, il programma ultima modifica: 2018-07-10T17:26:49+00:00 da Redazione