Settembre, 2018

E' un evento che si ripete

22set08:0023:59In evidenzaTornareccio Regina di Miele 2018

tornareccio regina di miele 2018

Quando

(Sabato) 08:00 - 23:59

Dove

Centro Storico Tornareccio

Centro Storico Tornareccio

Informazioni sull'evento

Sabato 22 e domenica 23 settembre nel centro storico di Tornareccio, in provincia di Chieti, torna l'ormai tradizionale appuntamento con Tornareccio Regina di Miele, una mostra mercato che nasce come promozione del territorio di Tornareccio e dei suoi prodotti agro-alimentari tipici: formaggi, salumi, olio, dolci e altre specialità locali. Una vera e propria rassegna del gusto fatta di stand espositivi, visite guidate alle aziende di apicoltura, degustazioni guidate, mostre fotografiche, incontri culturali, cooking show, artigiani all'opera, iniziative dedicate ai bambini, musica e tanto altro.

Tornareccio, paese del miele e dell'arte

La produzione del miele in Abruzzo vanta un’antica tradizione e interessa tutto il territorio. L’area più vocata è quella della Val di Sangro, storicamente incisiva nell’apicoltura;  in particolare Tornareccio, considerata la “capitale del miele” in quanto, da oltre 100 anni, è dedito alla produzione di diverse varietà monoflora, come l’Acacia, la Lupinella, la Sulla, ma anche il Millefiori di montagna (con gli apiari collocati a un’altitudine minima di 800 metri).

Il “nomadismo”, cioè l’utilizzo di tecniche produttive legate allo spostamento degli apicoltori e degli sciami da un territorio all’altro alla ricerca dei raccolti migliori e in coincidenza con le epoche di fioritura, ha favorito anche varietà non prettamente autoctone del territorio, come l’eucalipto nel Lazio e gli agrumi in Calabria e Puglia.

Tornareccio, ha sviluppato questa tecnica già a partire dall’inizio del ‘900, e oggi con 10 mila alveari e oltre 30 aziende operanti nel settore, produce la metà del miele abruzzese (più di 250 tonnellate di miele ogni anno, il 5% di quello nazionale).

Nel 2002, insieme ad altri nove Comuni con una consolidata tradizione apistica, è stato tra i soci fondatori dell’associazione nazionale Le Città del Miele.