Doogle batte il River Chieti nel secondo turno di Coppa Italia

doogle scudetto

La squadra di Mister Gabriele Zuccarini gioca una partita perfetta e conquista una roboante vittoria

CEPAGATTI – Un Doogle da lustrarsi gli occhi! Ha di che essere soddisfatto Mister Zuccarini dopo la roboante vittoria in trasferta contro il River Chieti 65: un 7-0 che non lascia scampo ad equivoci. Tre reti di Bevilacqua, due di Davide Buccione, una di Sigismondi e Camillo D’Onofrio hanno deciso il match. Una partita praticamente perfetta giocata sempre al massimo senza minimamente tirare il freno a mano in nessun momento del match, un’ottima intesa fra tutti i giocatori, la velocità come arma per mettere in crisi gli avversari: queste le carte che il Doogle ha sapientemente messo in mostra portando così a casa un successo che fa morale e lascia ancora accesa una piccola speranza per la qualificazione,anche se per passare al turno successivo servirebbe la sconfitta del Lanciano nell’ultima partita del triangolare contro il River Chieti 65 C5.

Queste le impressioni di Stefano Bevilacqua a fine gara:

“La nostra forza in questa partita è stata il gruppo: chi entrava dalla panchina dava il suo apporto alla stessa maniera di chi era uscito, abbiamo corso tutti allo stesso modo facendo le cose giuste, volevamo vincere e si è visto. Li temevamo perché forse sulla carta erano più forti di noi, ma la nostra velocità li ha presi di sorpresa. Siamo stati belli da vedere: è stata una partita di qualità, credo che si sia divertito anche il pubblico sugli spalti. Il risultato è molto largo, ma secondo me giusto. Abbiamo giocato con grande intensità: il gruppo è stato coeso, ci siamo aiutati tantissimo fra noi. La mia prestazione è stata buona, ma ci tengo a dire che,ad esempio, la mia rovesciata è arrivata anche per merito del rinvio del nostro portiere Centofanti, un gol a seguito di un pressing fatto sul loro portiere di movimento dunque è un lavoro di squadra.

Il gol di tacco è stata una mia buona intuizione su una gran palla messa da Luca Buccione al centro. Come ho detto un gol arriva sempre grazie ad un lavoro di squadra: se io sono il finalizzatore delle azioni è giusto che cerchi di segnare e devo farlo. Mi fa piacere segnare, ma sono contento soprattutto per la squadra. In queste due partite di Coppa si è visto un buon Doogle: in molti magari non credevano in noi, invece ce la possiamo giocare con tutti. Le squadre che verranno in casa nostra dovranno sudare, fuori giochiamo come in casa.

Per il campionato il nostro obiettivo rimane la salvezza. Non ci siamo buttati giù dopo la sconfitta contro il Lanciano, ma non dobbiamo neanche esaltarci dopo questa vittoria per 7-0, sempre piedi per terra. Ogni partita è diversa dall’altra, non dobbiamo farci impressionare dai nomi che hanno le altre compagini: siamo un gruppo di ragazzi che corrono ed hanno fatto un’ottima preparazione estiva, sappiamo ciò che dobbiamo fare. Non siamo superiori ad altri tecnicamente o tatticamente, ma giochiamo con tanta grinta ed il risultato con il River ha dimostrato quanto questo serva.

Anche con il Lanciano c’è stata da parte nostra una buona prestazione: il 4-1 è arrivato per due errori difensivi e alcune loro prodezze, se avessimo segnato il rigore sarebbe stato 4-2, non abbiamo fatto brutta figura. In vista del campionato abbiamo dunque dimostrato in queste due partite di coppa di non essere una squadra materasso, ma di potercela giocare con tutti: con noi tutti soffriranno. Non avremo paura di nessuno, non partiremo sconfitti con nessuno”.

Doogle batte il River Chieti nel secondo turno di Coppa Italia ultima modifica: 2018-10-02T12:22:56+00:00 da Redazione