Home » Sport » Calcio » Serie B » Cittadella-Pescara 0-1: Ragusa show, boccata d’ossigeno per il Delfino

Cittadella-Pescara 0-1: Ragusa show, boccata d’ossigeno per il Delfino

di Direttore

curva-nord-PescaraUna splendida conclusione dell’esterno biancazzurro regala il secondo successo consecutivo in trasferta. Buona prova del gruppo e difesa che non prende gol

CITTADELLA (PD) – Il Pescara riprende il cammino verso i quartieri alti della classifica centrando il suo secondo successo esterno dopo quello di Reggio Calabria. Decide una rete di pregevole fattura di Ragusa perfettamente lanciato da Mascara, apparso in netto miglioramento. Squadra compatta che concede qualcosa solo nel primo tempo durante il quale Belardi ha risposto nelle occasioni in cui  è stato chiamato in causa. Padroni di casa volenterosi ,ma poco incisivi in avanti soprattutto nella ripresa dove hanno faticato a trovare spazi per colpire.

COSÍ IN CAMPO – Il Cittadella deve rinunciare agli indisponibili Donnarumma, Montini, Lora e La Camera mentre Pellizzer è fermo per squalifica. 4-4-2 con Sosa, Pecorini, Marino e Coly in difesa; Colombo, Busellato, Di Donato e Alborno sulla linea mediana con Di Roberto e Coralli di punta. Marino deve ancora fare a meno di Pelizzoli, Capuano, Nielsen, Schiavi, Piscitella, Sforzini e Vukusic. 3-4-3 con Zuparic confermato in difesa con Zauri e Bocchetti; a centrocampo nessuna novità con Balzano e Rossi esterni e con Rizzo e Brugman centrale; in avanti confermato il tridente della precedente giornata con Maniero che parte dalla panchina e con Mascara centrale affiacato da Politano e Ragusa.

MAGIA DI MASCARA, RAGUSA IMPLACABILE – Dopo un avvio con un pò di confusione in campo dove le due squadre cercano più di distruggere che costruire il gioco, la squadra di Marino prende gradualmente le redini del gioco. Al 6′ doppia chance per Ragusa prima in percussione centrale dalla trequarti campo entra in area ,ma si vede chiudere lo specchio della porta dall’uscita di Di Gennaro ;quindi l’esterno biancazzurro prova a ribattere a porta sguarnita, ma la conclusione non è precisa e si spegne sul fondo. Cinque minuti dopo arriva il vantaggio con Ragusa (4 gol in campionato): splendido assist di Mascara dalla trequarti per il giocatore biancazzurro che di piatto destro al volo insacca sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Di Gennaro. Nell’occasione il giocatore biancazzurro resta qualche secondo dolorante prima di rientrare in campo. Buone le ripartenze del Delfino che partono quasi sempre dai piedi di Mascara che innesca in più circostanze Politano e soprattutto il mobilissmo Ragusa.

BELARDI TIENE A GALLA IL DELFINO – La squadra di casa inizia a carburare e oltre al gioco arrivano le prime palle gol. Al 20′ grande risposta di pugni sul primo palo di Belardi su colpo di testa ravvicinato di Sosa su corner dalla destra. Sul successivo angolo ancora attento il numero uno del Pescara in uscita di pugni a sventare la minaccia. Due minuti dopo ancora Belardi provvidenziale sul colpo di testa centrale di Coralli su perfetto cross dalla sinistra di Alborno con pallone che prima di finire in angolo sbatte sulla traversa. Al 24′ sinistro a giro dal limite di Di Roberto con palla che dopo una deviazione si spegne a lato. Al 31′ Coralli di petto per Pecorini che crossa dalla destra in area piccola: la palla arriva prima a Coralli che viene contrastato quindi finisce sui piedi di Busellato a centro area ,ma la sua conclusione rasoterra finisce tra le braccia di Belardi che blocca a terra senza problemi. Break del Pescara 35′ su una nuova grande verticalizzazione di Mascara, spunto di Ragusa sulla sinistra ,ma in area il giocatore invece di tentare la conclusione serve un pò troppo largo Politano che rimane troppo dietro sul primo palo invece di chiudere sul secondo. Prima della fine del tempo al 38′ rete annullata a Coralli per un tocco con il braccio dello stesso, prima di concludere sul primo palo, dopo aver ricevuto il pallone su corner dalla destra che  Coly  aveva prolungato di testa sul secondo palo. Al 41′ bella conclusione dalla distanza di Busellato con palla che termina di poco alla destra di Belardi.

I PADRONI DI CASA NON PUNGONO – Se la prima frazione è apparsa molto vivace e con diverse palle gol, nella ripresa il Pescara è più attento in copertura mentre la squadra di casa pur volenterosa non riesce a pungere l’attenta retroguardia biancazzurra. Al 12′ Di Roberto per Busellato in area, ma la difesa biancazzurra devia in angolo e sul corner successivo nessuna maglia amaranto è pronta a raggiungere il pallone che attraversa così tutto lo specchio della porta prima di spegnersi sul fondo. Mister Foscarini prova a giocarsi le sue carte così al 16′ entra Dumitru per Sosa, il Cittadella prova a dare un assetto più offensivo. Al 24′ sugli sviluppi di una punizione la palla dopo un rimpallo in area arriva sui piedi di Colombo che al volo colpisce il palo esterno con palla che termina sul fondo. Passano tre minuti e dall’altra parte punizione dalla sinistra a giro di Brugman per la testa di Zuparic che anticipa il suo compagno Mascara e sfiora la rete del possibile raddoppio. In campo anche Minesso per Pecorini a trasformare l’assetto del Cittadella verso un 4-2-4, quindi nel finale spazio anche per Gasperetto per Di Roberto per dare più centimetri nel gioco aereo. Marino inserisce al 38′ Cutolo per un appena sufficiente Politano mentre nei minuti di recupero è Maniero a prendere il posto di Mascara. La gara scorre senza grossi patemi per un Pescara che esce dal Piercesare Tombolato con ottimismo e con la difesa che finalmente non subisce reti.

TABELLINO:

CITTADELLA (4-4-2): Di Gennaro, Sosa (dal 16′ st Dumitru), Pecorini (dal 31′ st Minesso), Marino, Coly; Colombo, Busellato, Di Donato, Alborno; Di Roberto (dal 41′ st Gasparetto), Coralli. All. Foscarini. A disp: Pierobon, Perez, Paolucci, De Leidi, Pugliese. All. Foscarini.

PESCARA (3-4-3): Belardi, Zauri, Zuparic, Bocchetti; Balzano, Rizzo, Brugman, Rossi; Politano (dal 38′ st Cutolo), Mascara (dal 46′ st Maniero), Ragusa. All. Marino. A disp: Pigliacelli, Frascatore, Viviani, Fornito, Cosic, Kabashi, Padovan. All. Marino.

Arbitro: Gavillucci di Latina

Reti: 11′ pt Ragusa

Ammoniti: Rossi A., Coralli, Zuparic

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa.

Cittadella-Pescara 0-1: Ragusa show, boccata d’ossigeno per il Delfino ultima modifica: 2013-11-09T17:05:33+00:00 da Direttore