Pescara, parla Zeman: “Bisogna cambiare mentalità, ci vuole più coraggio”

Pescara, parla Zeman: "Bisogna cambiare mentalità, ci vuole più coraggio"

Le parole di mister Zeman in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Cesena, in programma domani alle ore 18.

PESCARA – Domani alle ore 18 si giocherà Cesena-Pescara, incontro valido per la diciottesima giornata del campionato di Serie B. Dopo il rocambolesco pareggio casalingo contro la Ternana il Delfino non può più sbagliare e non può permettersi altri passi falsi visto che nelle ultime sette partite è arrivata una sola vittoria contro la Pro Vercelli. Nonostante le parole di Sebastiani Zeman resta in discussione come tutti i giocatori, serve una prova di carattere di orgoglio per risalire la china visto che la classifica è ancora corte e tutto può succedere. Di fronte ci sarà un Cesena che ha tre punti in meno del Pescara e che, nelle ultime sette, ha raccolto due vittorie, quattro pareggi e una sola sconfitta. Di seguito le parole del Boemo.

LE PAROLE DI ZEMAN IN CONFERENZA STAMPA

Si parte dal capitolo infortunati: “Brugman è a disposizione nonostante abbia preso una botta, lo vedo in campo. Coda è recuperato”. Sulla situazione all’interno del gruppo dopo il pareggio con la Ternana: “Purtroppo abbiamo delle barriere mentali, sembra che aspettiamo di prende il gol senza provare a fare il nostro calcio. Sto cercando di cambiare questa mentalità, dobbiamo giocare sempre per vincere”. Sul Cesena: “E’ una squadra che ha fatto tanti risultati utili nelle ultime partite, costruisce poco ma sono molto corti e a centrocampo sono molto aggressivi, lottano su ogni pallone. Laribi giocatore più pericoloso”. Su Mancuso, un po’ sottotono nelle ultime uscite: “Come impegno non posso dirgli nulla, sul piano tattico deve imparare perché a volte sbaglia i tempi sia in fase offensiva che difensiva. Mi aspettavo qualcosa di più ma può migliorare molto”.

Su Castori: “Mi piace come persona perché dice quello che pensa, fa rendere al massimo le sue squadre”. Su Benali: “Per me è un giocatore che ha delle qualità, devo sfruttare le sue qualità per la squadra”. Tante rimonte subite, problema psicologico secondo Zeman: “Ci accontentiamo subito perché ci manca il coraggio di osare. Diamo la possibilità agli avversari di rientrare in partita sia dal punto di vista del risultato che quello mentale. Cinque anni fa non accadeva”. La squadra sta deludendo le attese, forse, a causa di un mercato non ottimale: “La squadra può inserirsi nella lotta promozione, i giovani devono crescere e i cosiddetti vecchi devono calarsi nel contesto della Serie B”. Su Valzania: “Ha fisicità e gamba, tecnicamente forse gli manca qualcosa. Se ha fatto solo 4 partite da titolare è perché mi davano più affidamento gli altri”.

Fonte foto: Pescara Calcio

Pescara, parla Zeman: “Bisogna cambiare mentalità, ci vuole più coraggio” ultima modifica: 2017-12-07T11:59:42+00:00 da Alessio Evangelista