Pescara, visita Commissione Aces

PESCARA – E’ iniziata ieri, e si protrarrà sino a giovedì 4 novembre, la visita della Commissione Europea Aces a Pescara finalizzata all’ispezione degli impianti sportivi della città.Il primo vertice ufficiale si è svolto in Comune dove il sindaco Albore Mascia  ha incontrato la Commissione, composta dal Presidente di Aces Europa Gianfranco Lupatelli, dal Presidente di Aces Italia Enrico Mercurelli, dalla segretaria generale Aces Italia Raffaella Chiuzzi Peruzzi, Elisa Visentini dello Studio di Reti cui è affidata l’organizzazione degli eventi Aces, l’ingegner Marco Ventura della Coni-net, Guido Bovolo Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Aces, Massimo Achini, Consigliere nazionale Coni e Presidente del Centro Sportivo Italiano. Presenti anche l’assessore comunale allo Sport Nicola Ricotta e il Presidente del Coni provinciale Enzo Imbastaro.La Commissione in questi giorni effettuerà sopralluoghi in tutti i nostri impianti d’eccellenza, dallo Stadio Cornacchia alle piscine Le Naiadi, dal campo Flacco, appena rimesso a nuovo e omologato, sino ai Palasport, con lo scopo di accertarne la funzionalità, l’efficienza e le potenzialità in vista della candidatura al titolo di Città Europea dello Sport 2012.

La Commissione dovrà  verificare anche  le azioni amministrative attuate dal governo cittadino per favorire lo sport tra gli anziani, i giovani e i bambini, ma soprattutto  delineare un quadro degli investimenti che l’amministrazione intende realizzare per la riqualificazione degli impianti sportivi già esistenti e per la costruzione di nuove strutture, investimenti che per Pescara ammontano a 6 milioni di euro.

Ha sottolineato il sindaco alla fine dell’incontro:

questo pomeriggio è iniziata la lunga maratona della Commissione Aces che per tre giorni visiterà le strutture sportive di Pescara, ma anche la città per verificare vocazioni e attitudini  di un territorio che già dall’autunno 2009 ha iniziato il suo cammino per la candidatura al Titolo di Città Europea dello Sport, riconoscimento che viene assegnato annualmente dall’Aces, l’Associazione delle Capitali Europee dello Sport, a ‘capitali’, ‘città’ o ‘comuni’ secondo i principi di responsabilità e di etica, nella consapevolezza che lo sport è un fattore di aggregazione della società, di miglioramento della qualità della vita, di benessere psico-fisico degli individui e di piena integrazione delle fasce sociali in condizioni di disagio.

Il titolo rappresenta un’opportunità a disposizione delle amministrazioni locali per attribuire un riconoscimento ufficiale alla qualità del loro impegno in materia sportiva sul territorio di competenza. E l’Aces si avvale di un’apposita Commissione che opera per sostenere lo sviluppo dell’iniziativa di candidatura e di assegnazione dei titoli e per dare la più ampia visibilità europea agli eventi sportivi. La mission di tale riconoscimento è incentivare la creazione di politiche sportive per lo sviluppo delle infrastrutture e dei modelli di gestione che avvicinino allo sport anche le classi più svantaggiate.

Infine le città che hanno ottenuto il titolo sono considerate esempi positivi ed etici di politica sociale, con possibilità anche di ottenere contributi e finanziamenti. Nel corso del primo incontro odierno con la Commissione abbiamo ‘raccontato’ l’operato dell’amministrazione per incentivare la pratica sportiva tra tutte le fasce sociali, ma soprattutto abbiamo snocciolato gli investimenti che intendiamo promuovere sul territorio per lo sport nei prossimi anni, investimenti per circa 6 milioni di euro che andranno ulteriormente a valorizzare le infrastrutture presenti per renderle idonee a ospitare eventi di rilevanza internazionale.

Subito dopo la Commissione ha lasciato il Palazzo comunale per visitare l’ex Aurum, dove verrà realizzato il Centro di Ricerca di Scienze dello Sport, seguito dalla visita della città e del Parco D’Avalos, di Casa D’Annunzio e del Museo delle Genti d’Abruzzo. Il programma di oggi, mercoledì 3 novembre, prevede dalle 10 alle 10.45 la visita allo Stadio ‘Cornacchia’, quindi al Circolo Tennis, i due Pala Elettra, il Campo ‘Flacco’ e il Palazzetto dello Sport Giovanni Paolo II.

Nel pomeriggio si svolgerà il convegno ‘Sport e Salute’ previsto presso la Sala dei Marmi della Provincia di Pescara e, a partire dalle 21, la cena di Gala che si svolgerà presso la Sala Consiliare del Comune di Pescara.

Ha detto l’assessore allo Sport Nicola Ricotta:

una scelta ispirata alle grandi città europee  come a Stoccolma, dove la cerimonia per la consegna dei Nobel si svolge nel Palazzo municipale che, la stessa sera, ospita la serata di gala. Ad allietare gli ospiti illustri che saranno presenti, tra cui il presidente del Coni Gianni Petrucci, saranno la ginnasta Fabrizia D’Ottavio che danzerà sul palco sulla voce di Assunta Menna, ex giocatrice di pallacanestro e oggi cantante.

La visita si concluderà giovedì 4 novembre con la riunione della Commissione Aces per la valutazione, quindi bisognerà attendere  il 30 novembre e primo dicembre quando a Bruxelles verranno ufficializzati i nomi delle città europee che avranno meritato il titolo, ricordando che Pescara concorre, in Italia, con Firenze e Viterbo.