Pescara: riattivazione di “Trasponde”

Figura:Fiume Pescara.JPGLa proposta potrebbe essere uno dei degli strumenti da adottare per ovviare alla momentanea carenza di parcheggi nella zona di Pescara vecchia.

PESCARA – In una conferenza stampa , ieri, il consigliere Pignoli (Lista Teodoro) ha richiesto la riattivazione di Trasponde la ‘zattera’ istituita anni fa, per garantire un suggestivo collegamento tra le due sponde del Pescara attraversando il fiume, e ormai ferma da anni.

La lista Teodoro lancerà la proposta  attraverso un ordine del giorno che  sarà portato in Consiglio comunale già il prossimo 18 marzo per sollecitare la rimessa in servizio della struttura in attesa di riaprire i parcheggi della golena sud, oggi interdetti per i lavori dell’Anas.

Ha ricordato il consigliere Pignoli:

Nelle ultime settimane, gli operatori e gli utenti del centro storico stanno vivendo una situazione di difficoltà per la chiusura alle auto del parcheggio golenale in seguito ai lavori di manutenzione straordinaria del ponte dell’asse attrezzato in corso di esecuzione da parte dell’Anas. In attesa della riapertura della superficie, obiettivo dell’amministrazione dev’essere quello di promuovere l’utilizzo di altre aree di sosta, comunque vicine a Pescara vecchia, come il parcheggio esistente sulla golena nord, studiando forme di incentivo.

Uno degli strumenti potrebbe essere la riattivazione del Trasponde, la ‘zattera’ installata sul fiume anni fa, ma ormai ferma da due o tre anni, sembra per un guasto perfettamente riparabile, che consentirebbe ai ragazzi di raggiungere celermente la sponda sud. Non solo: tale iniziativa potrebbe essere concertata con gli operatori di Pescara vecchia, chiedendo loro di contribuire, ad esempio rimborsando ai propri clienti il prezzo del passaggio sul Trasponde, se la Provincia avesse la necessità di istituire un ticket. L’amministrazione comunale di centro-destra è estremamente attenta alle esigenze di uno degli assi portanti della nostra economia cittadina, di quell’area che rappresenta la nostra bomboniera, sono dunque certo che Comune e Provincia individueranno insieme la soluzione più idonea per fronteggiare tale emergenza.