Pescara-Piacenza, pagelle: Bonanni eroico, classe e grinta da serie A. Del Prete e Maniero mai in partita. Cacia delude.

DELFINO PESCARA:

Pinna 5,5 mai impegnato durante la gara, sul secondo goal è qualche metro fuori posizione

Del prete 4,5 mai in partita, mai un passaggio giusto, da rivedere

Mengoni 5,5 appare ingenuo ed impreciso

Olivi s.v. esce subito per problemi fisici, grave tegola sulla squadra biancoazzurra

Sembroni 5 impreciso negli appoggi, poco reattivo nell’anticipare gli attaccanti ospiti, non da sicurezze al reparto arretrato

Mazzotta 6 almeno ci mette grinta anche se non con buoni risultati. Positivo nella prima parte della ripresa

Gessa 6,5 bel goal e grande primo tempo, si spegne completamente nella ripresa

Cascione 6 solito lavoratore silienzioso prova a dare la spinta ad una squadra determinata nella ripresa. Colpisce un clamoroso palo nella ripresa

Tognozzi 5.5 partita tranquilla e prova quasi sufficiente. Peccato che in campo lo si veda giocare al piccolo trotto

Bonanni 7 senza dubbio è giocatore da serie A. Regala colpi di gran classe, cross e colpi di tacco fantastici, lotta fino alla fine nonostante i crampi

Sansovini 6,5 lotta e segna un bel gol e nel primo tempo gioca anche nel ruolo inedito di seconda punta con risultati alterni

Maniero 4,5 partita indisponente, sbaglia i semplici passaggi e non mette neppure grinta

Verratti s.v.

Ganci 6,5 dà la scossa al Pescara e guida gli asalti. Non ha palloni pericolosi ma davanti fa un gran movimento

Pierini 6 avrebbe potuto lanciare nella mischia Verratti al posto di Tognozzi negli ultimi minuti visto che quest’ultimo era tra i meno attivi,  invece attende a poi cambia Cascione perchè già ammonito. Carica a dovere i suoi nella ripresa mentre nel primo tempo la squadra soffre a costruire gioco.

PIACENZA:

Cassano 5,5 giornata tranquilla al di fuori dei gol subiti nei quali ha alcune colpe

Mei 5 soffre tanto le incursioni del Pescara e lascia spazi aperti soprattutto quando avanza Bonanni

Conteh 6,5 preciso e puntuale in ogni intervento, non ne perde una

Zammuto 6 partita tranquilla controlla abbastanza bene gli attaccanti del Pescara regalando poco

Anaclerio 6 partita senza grosse sbavature

Piccolo 7 trova un euro gol dalla distanza, non si sa quanto voluto, e regala altre buone giocate

Mandorlini 6 agisce nell’ombra con sufficienza

Bianchi 6,5 buona gara a centrocampo, realizza un gol indisturbato battendo di piatto al volo sotto l’incrocio dei pali

Catelani 6 partita senza grosse iniziative

Guerra 6 meglio nel primo tempo che nel secondo

Cacia 5 chi l’ha visto?

Graffiedi 5 mai in partita, non lascia il segno

Marchi s.v.

Madonna 6 Certo che se ogni partita la sua squadra segna gols come quelli odierni allora si capiscono i 7 risultati utili consecutivi. Nella ripresa argina discretamente il forcing degli abruzzesi mantenendo gli equilibri fino al 90esimo.

Arbitro 5,5 non tiene proprio in pugno la gara, non vede alcune scorrettezze dei piacentini

TABELLINO:

PESCARA (4-4-2): Pinna, Cascione (78′ Verratti s.v.), Del Prete, Mengoni, Olivi (6′ Sembroni 5.5), Bonanni, Gessa, Mazzotta, Tognozzi, Maniero (46′ Ganci), Sansovini. A disp.: Cattenari, Nicco, Stoian, Zanon. All.: Di Francesco

PIACENZA (4-3-1-2):
Cassano, Anaclerio (75′ Calderoni), Conteh, Mei, Zammuto, Bianchi, Catinali, Mandorlini, Cacia, Guerra (61′ Graffiedi), Piccolo (68′ Marchi). A disp.: Donnarumma, Bini, Volpi, Guzman. All.: Madonna

Arbitro: Ostinelli di Como

Reti: 16′ Gessa (Pe), 27′ Bianchi (Pi), 36′ Piccolo (Pi), 80′ Sansovini (Pe)

NOTE: ammoniti: Mandorlini (Pi), Guerra (Pi), Conteh (Pi), Mengoni (Pe)

l’analisi della partita Pescara-Piacenza

leggi le impressioni dei due tecnici Pierini e Madonna