Pescara: parte la lotta alle larve di zanzare

Partite lo perazioni di attacco  alle larve, in particolare a quelle della zanzara tigre.

PESCARA – Da qualche anno le nostre estati son disturbate dalla presenza di insetti fastidiosi che non ci lasciano vivere tranquillamente le ore di relax in giardino o in terrazza: le zanzare tigre. Tutti gli accorgimenti igienici che si possono adottare ,da parte dei privati, dalla pulizia degli spazi verdi allo svuotamento dei sottovasi sembrano essere inutili, come del resto gli interventi di disinfestazione tardivi e sporadici operati dalle passate amministrazioni comunali.

Accogliamo perciò con piacere la notizia che quest’anno il Comune ha iniziato in anticipo la lotta alle larve  per eliminare o ridurre in modo sostanziale il prolificare delle stesse nella stagione estiva, ma temiamo che queste operazioni  non avranno  l’esito desiderato se non saranno accompagnate da cura del verde e pulizia sistematica dei tombini stradali, interventi che a Pescara da sempre lasciano a desiderare.

Il Presidente della Commissione consiliare Lavori pubblici del Comune di Pescara Armando Foschi (Pdl) ha ufficializzato il provvedimento di disinfestazione  ed ha spiegato che sono partite dunque le prime operazioni di attacco larvicida contro l’invasione delle zanzare. Per la prima volta dopo anni l’amministrazione comunale di centro-destra e la Attiva sono riuscite ad avviare con largo anticipo le iniziative per garantire un’estate senza insetti. Si è iniziato con la sistemazione delle pastiglie nei tombini e nelle aree verdi; da domenica prossima, 14 marzo, scatterà l’utilizzo notturno del vaporizzatore. Ad aprile infine partirà la disinfestazione  adulticida.

Ha detto Foschi:

Con l’arrivo del primo sole, già nei giorni scorsi  in alcune zone della città si sono avvistati i primi esemplari delle fastidiose zanzare. I problemi più evidenti si sono registrati a ridosso del Fosso Vallelunga, per lo più trasformato in una sorta di acquitrino, dunque habitat naturale e ideale per le larve delle zanzare, soprattutto la tipologia ‘tigre’, e nella zona di via Prati, a ridosso dell’ex discarica. Presenze che hanno subito suscitato la preoccupazione dei cittadini, ormai abituati a sei anni di primavere infernali, con le abitazioni invase da colonie di zanzare difficili da debellare

Ma quest’anno l’amministrazione comunale di centro-destra, con l’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco, si è organizzata con largo anticipo e già ieri, lunedì 8 marzo, gli operatori della Attiva, come da programma, hanno avviato la prima fase della disinfestazione larvicida, con l’installazione delle pastiglie nei tombini, nelle fontane e nelle aree verdi della città.

Domenica prossima, 14 marzo, di notte, inizieranno anche i passaggi del vaporizzatore che ogni sera toccherà un rione della città, sulla base della suddivisione delle vecchie circoscrizioni cittadine, e che sarà particolarmente attento e capillare nelle zone ‘sensibili’, ossia a ridosso dell’ospedale civile, delle scuole e dei parchi cittadini.

Ha aggiunto il Presidente Foschi:

Tali interventi proseguiranno sino a fine marzo, come da indicazioni fornite dalla stessa Asl. Ad aprile scatterà la seconda fase, ossia la disinfestazione adulticida, come da calendario che andremo a ufficializzare nei prossimi giorni. Le previsioni ci dicono che il fenomeno delle zanzare per l’estate 2010 dovrebbe essere fortemente ridotto, grazie anche alla nuova ondata di freddo che in queste ore sta uccidendo le larve.