Pescara: Consorzio Ciba, pacchetti turistici alla Bit

Per la prima volta partecipazione della Ciba in collaborazione con l’Aptr con offerte  turistiche , dalle formule diverse.

PESCARA- Il Presidente del Consorzio Imprese Balneari dell’Adriatico Riccardo Ciferni ha illustrato le modalità di partecipazione e le offerte turistiche del Ciba alla Borsa Internazionale del Turismo ,che apre, oggi, a Milano. Nel corso della conferenza stampa odierna, svoltasi presso il Lido Beach, alla presenza degli assessori Fiorilli e Cardelli e dei consorziati, Ciferni ha detto:

Pacchetti turistici confezionati per consentire al visitatore di scoprire e vivere Pescara e la sua spiaggia bianca, offrendo escursioni organizzate nell’aquilano, a Calascio, nelle Grotte di Stiffe per poi tornare a immergersi nella ‘movida’ della riviera adriatica, tra i ristoranti del centro storico e i locali del lungomare, apprezzando la possibilità di visitare la Casa Natale di D’Annunzio o il Museo delle Genti d’Abruzzo anche di notte. Non solo: al cliente offriremo anche servizi come il Valet parking, il bike sharing, per poter girare in bici la città, o la shopping card, indicando gli esercizi convenzionati nel Centro Commerciale Naturale in cui sarà possibile fare acquisti a prezzi scontati. E’ questa la proposta con la quale il Consorzio Imprese Balneari dell’Adriatico (Ciba) si presenterà quest’anno, per la prima volta, alla Borsa Internazionale del Turismo che apre oggi a Milano, con un nostro spazio in cui presenteremo le offerte messe a punto dalle 63 imprese consorziate, con la collaborazione dell’Aptr.

Il nostro obiettivo è quello di essere presenti e operativi alla Bit per promuovere il brand Pescara con il progetto ‘Pescara Overseas – Abruzzo in the heart’, ossia ‘Pescara oltremare – l’Abruzzo nel cuore’ che punta a far conoscere il territorio pescarese e le sue bellezze, a partire dalla meravigliosa riviera con la spiaggia fine e bianca, per accompagnare il turista nella scoperta del capoluogo adriatico, ma anche del territorio aquilano, con le sue risorse naturalistiche e artistiche, alcune delle quali lasciate intatte dal terremoto del 6 aprile. Il Ciba, in particolare, ha predisposto dei veri pacchetti turistici rivolti a ‘gruppi’ da 15 o 20 persone, ma ha anche preparato offerte on demand tese a valorizzare le nostre realtà, evidenziando anche la tradizione enogastronomica, la movida serale e la possibilità di shopping di qualità nel ‘Centro commerciale naturale’, cercando di ‘destagionalizzare’ l’offerta turistica, perché Pescara e l’Abruzzo devono essere vissuti trecentosessantacinque giorni l’anno”. Cinque le misure che rappresentano il cardine dell’offerta turistica che il Ciba presenterà alla Bit di Milano con delle brochure dedicate, “cinque servizi innovativi tesi ad agevolare la vacanza di coloro che sceglieranno Pescara come unica tappa o anche come base per scoprire l’Abruzzo: innanzitutto il Bike Sharing, ossia la messa a disposizione gratuita per i clienti di bici per potersi muovere liberamente in città e in provincia.

I mezzi saranno offerti dai concessionari demaniali e dalle strutture ricettive Consorziati Ciba. Poi il Valet Parking, ossia il servizio di parcheggio assistito che consente al cliente, munito di una vettura, che volesse soggiornare presso una struttura balneare consortile, ossia uno stabilimento o un ristorante, di avere a disposizione un parcheggiatore che provvederà a portare la sua auto in un’area di sosta, per poi riconsegnargliela con un preavviso minimo per ritirare il mezzo. Il Ciba ha poi previsto l’istituzione di una Shopping card, riservata ai clienti dei propri consorziati che, presentando una card nominativa, potranno fare i propri acquisti nei negozi aderenti all’iniziativa usufruendo di sconti del 20 per cento. Non basta: con l’amministrazione comunale abbiamo già aperto un dialogo per creare a Pescara una ‘dog beach’, ossia individuare uno spazio sulla nostra riviera da riservare agli utenti che vogliono andare al mare con il proprio cane. Infine i Weekly Tour, “ossia l’organizzazione di visite guidate, con pacchetti da 2 a 8 giorni per accompagnare i nostri turisti alla scoperta dell’entroterra abruzzese, ossia le terme, i parchi, i borghi più suggestivi, come Santo Stefano di Sessanio, L’Aquila, con la Basilica di Collemaggio, Sulmona, con il Museo del Confetto – Pelino, le Grotte di Stiffe e gli Eremi. E, oltre alle escursioni nelle aree interne, sono previste, ovviamente, le giornate in spiaggia, usufruendo dei servizi oggi offerti dalle imprese balneari, immergendosi poi nella movida serale.

Ha sottolineato l’assessore al Commercio del Comune di Pescara Stefano Cardelli:

Per la prima volta Pescara è rappresentata alla Bit grazie all’iniziativa di imprenditori che continuano a investire sulle risorse del territorio per rilanciare l’immagine del capoluogo adriatico che oggi è il motore economico e turistico dell’Abruzzo intero.

L’assessore al Turismo Fiorilli ha poi ricordato:

il Comune non parteciperà personalmente alla Borsa del Turismo di Milano perché non avendo mai avuto dei pacchetti da proporre abbiamo ritenuto inutile andare a fare passerelle a spese dei cittadini. Per quest’anno sarà presente solo l’assessore alla Cultura Elena Seller che presenterà l’evento culturale del 2010, il Festival Dannunziano. Pescara ci sarà però grazie all’iniziativa di imprenditori ‘illuminati’ ai quali l’amministrazione comunale darà il proprio sostegno, istituendo una Cabina di regia per attivare con celerità quelle iniziative proposte, come il Bike sharing, già prevista tra le attività a breve termine. Non solo: il nuovo governo cittadino sta lavorando per dotare velocemente il capoluogo adriatico di servizi, come i parcheggi sulla riviera, pensiamo all’ex Fea o a piazza Primo Maggio o a ridosso della Madonnina. E stiamo lavorando, con l’assessore Cardelli, per favorire la nascita del ‘Centro commerciale naturale’ in cui garantire lo shopping di qualità. L’obiettivo è lavorare in stretta sinergia per rilanciare l’immagine del territorio, attraverso una continua reciproca azione di stimolo tra pubblico e privato.