Pescara, Concerto del Dopolavoro Ferroviario

PESCARA – Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia , che ha preso parte  ieri al concerto di Natale promosso dal Coro del Dopolavoro Ferroviario presso la Sala consiliare del Comune alla presenza di oltre un centinaio di iscritti, ha sottolineato:

la crescita e lo sviluppo di Pescara hanno camminato di pari passo con lo sviluppo delle sue infrastrutture, il porto, l’autostrada, ma soprattutto la ferrovia, la sua stazione, che ha sempre garantito i collegamenti con il resto del paese, facendo del capoluogo adriatico un punto di snodo strategico.

Tale consapevolezza ci ha impegnato oggi a intraprendere una vera battaglia istituzionale tesa a difendere e tutelare il nostro territorio dinanzi a chi tenta di affossarlo, battaglia per il nostro porto, ma anche per ottenere il ripristino di quei collegamenti ferroviari fondamentali per la nostra vita, per il turismo, per i rapporti economico-commerciali.

Una battaglia, dunque, che non si fermerà a Pescara o in Abruzzo, ma che porteremo sino a Roma. Testimoni di tale impegno sono gli uomini e le donne che per primi hanno lavorato in quella stazione e che ancora oggi, all’interno dell’Associazione del Dopolavoro, continuano a collaborare con la pubblica amministrazione per tenere vivo il ricordo di cosa ha rappresentato e deve rappresentare ancora oggi la ferrovia per Pescara. Da tale fruttuosa collaborazione lo scorso anno è nato il progetto di riqualificazione della storica locomotiva, alla quale abbiamo restituito il vecchio splendore per suscitare interesse e curiosità soprattutto nei giovani. Sono certo  che il 2012 sarà l’anno di nuove iniziative tese a valorizzare e a dare il giusto risalto alle numerose attività svolte dall’Associazione del Dopolavoro che ha scelto la solennità della sede della Sala consiliare per il proprio Concerto di Natale.