Pescara, Aggiungi un Posto a Tavola … con D’Alfonso si parla di Regionali

Luciano d'Alfonso - L'Opinionista AbruzzoLa cena  delle “volpi” della politica pescarese e dintorni  in un noto locale del Porto Turistico. D’Alfonso: “A Giugno arriverà Romano Prodi”, Di Matteo: “Torniamo alla Regione, e poi ci sarà spazio per tutti”

PESCARA – Luciano D’Alfonso,ex sindaco di Pescara, è già proiettato verso le Elezioni Regionali e,  dopo aver incontrato gli amici della  Marsica qualche giorno fa per delineare i progetti relativi al futuro dell’Abruzzo,    ieri sera  ha sondato il terreno  a Pescara .C’erano proprio tutti alla cena  delle “ volpi” della politica pescarese e dintorni, su  suo invito,  in un noto locale del Porto Turistico . Oltre a D’Alfonso, erano presenti alcuni degli attuali consiglieri del PD vale a dire Enzo Del Vecchio, Moreno Di Pietrantonio, Camillo D’Angelo, Marco Alessandrini, Giuliano Diodati; a movimentare la serata  però non c’erano solo loro ma anche, alcuni esponenti dell’attuale maggioranza come Vincenzo Dogali capogruppo dell’UDC, Fausto Di Nisio dell’IDV. Presenti  alcuni degli ex assessori che hanno accompagnato Luciano D’Alfonso, nella seconda consiliatura comunale vale a dire: Donato Di Matteo, Ermanno Ricci, Nicola Ferrara, Camillo Sulplizio e dulcis in fundo anche i Sindaci dei comuni limitrofi vale a dire di Francavilla al Mare, Antonio Luciani e l’attuale di Penne Rocco D’Alfonso, mancava soltanto il sindaco di Giulianova, a casa per una fastidiosa influenza.

Di PietrantonioL’obiettivo della cena è stato quello di verificare la disponibilità di alcuni probabili candidati alla grande lista civica regionale, a cui  D’Alfonso, sta lavorando da mesi in vista delle prossime elezioni regionali. L’apertura della serata non poteva che spettare al padrone di casa  : “  Sono praticamente felice di vedervi di nuovo qui ha dichiarato D’Alfonso, da settimane già in piena campagna pre – elettorale  in giro per l’Abruzzo, a caccia di consensi Bisogna ristabilire quali sono le vostre priorità ;desidero annunciarvi  che per il nove giugno a Pzza Salotto, ci sarà una festa conviviale in cui saranno presenti: Romano Prodi, il sindaco di Bari Michele Emiliano, Massimo Cacciari l’ex sindaco di Venezia e un rappresentante del governo Croato; questo cambiamento dovrà portarci ad una grande vittoria”.

La  parola è stata presa poi  da Ermanno Ricci, attuale segretario Regionale di Rinascita Popolare, che  ha voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe: “ Se bisogna ripartire,ma  senza ipocrisie – ha detto Ricci,  mettendo in evidenza cosa accadde alle ultime comunali quando D’Alfonso, fu eletto per la seconda volta Sindaco di Pescara, “ io rimasi fuori perché si vollero accontentare i piccoli partiti e ciò non lo ritengo giusto. Pescara, è una città che sta collassando economicamente e bisogna fare qualcosa perché la Politica, come dice il Papa è servizio”.Nel suo breve discorso Ricci, ha sottolineato anche i lavori che sono stati effettuati sotto il suo assessorato tra cui i cimiteri cittadini.

Marco AlessandriniTra una portata di pizza e l’altra, è intervenuto anche l’ex assessore regionale ai trasporti Donato Di Matteo, “ Sono veramente felice di essere qui in mezzo a voiha esordito così Di Matteo – per me in Politica vince chi costruisce e Luciano D’Alfonso, è un politicante .Come ben sapete sono stato sempre contro gli apparati di partito, mi aspetto che chi va a Roma, faccia qualcosa contro il sistema della Giustizia, affinchè non succeda ciò che sta accadendo a Berlusconi.” Ed ora, un messaggio anche alla stampa in generale “ La politica non può usare i giornalisti, dobbiamo stare attenti anche ai giornali”ha detto Di Matteo – “ Torniamo al potere conquistiamo la Regione e poi, ci sarà spazio per tutti. E’ giusto dire che il potere deve essere servizio, ma deve essere fatto da competenti.”

Nel suo breve discorso Marco Alessandrini, ha dichiarato: “ Bisogna abbattere i costi della casta altrimenti si rischia che la gente si allontani ancor di più dalla politica”.

L’ultimo a riprendere la parola è stato di nuovo D’Alfonso, che  ha annunciato altri tre eventi in città a breve scadenza: “ Desidero annunciarvi ancora che faremo altri tre eventi in città il primo davanti al circolo Aternino, luogo che  vide protagonista il re Vittorio Emanuele, il secondo evento per richiamare i cittadini si svolgerà all’Aurum, perché anche quello è un luogo importante, il terzo evento ,e ci dovrete essere tutti, al Ponte del Mare.”

Luciano d'AlfonsoLuciano D’Alfonso, nel corso del suo discorso cita l’esempio dell’amministrazione di Francavilla al Mare,  “ L’esperienza di Francavilla credo che sia la più bella di questa area metropolitana a due ruote e ben venga questa alleanza con Francavilla”.

Non risparmia frecciatine all’attuale sindaco quando affronta il problema della COCEA, “ ma vi pare possibile che ci sia un Sindaco, che dica quello non è di mia competenza ;lì ci sono famiglie intere che rischiano di perdere la casa pur avendo investito tanti soldi quello è un problema che va risoltodice D’Alfonso – io voglio le questioni; ci tengo a sottolineare anche che ( oggi) arriveranno attraverso il Ministro Ornaghi, i fondi per il restauro della Chiesetta di Sant’Anna.”

Avviandosi alla conclusione D’Alfonso, afferma: “ Io sono certo che sarà una grande stagione io non rinuncio alla Politica, bisogna affrontare i problemi individuali che neanche la Chiesa affronta e credo che sia compito della Politica, il terzo ed ultimo problema da risolvere quello legato alla “solitudine”, ed è nostro compito affrontarlo. Non vi chiederò soldi, ma solo voti.”

Durante la cena sono passati per un saluto a D’Alfonso anche i vertici dell’ACA e dell’ARTA.