Parcheggio sull’ex tracciato ferroviario:bilancio prima giornata

PESCARA – L’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli  ieri ha tracciato un bilancio sulla prima giornata dell’entrata in vigore del parcheggio sull’ex tracciato ferroviario, in via Castellamare, dalle 8 alle 20, dopo aver eseguito continui sopralluoghi sul posto. Secondo l’assessore l’istituzione di tale parcheggio  ha funzionato: 500 i ticket complessivamente emessi dalla società Pescara Parcheggi che gestisce i posti auto a pagamento, con le vetture che già alle 11 hanno riempito soprattutto gli stalli della sosta nel tratto dell’asse viario compreso tra via del Milite Ignoto sino al confine con Montesilvano.Ha aggiunto Fiorilli:

disciplinati gli automobilisti  che si sono avvicinati al percorso della futura filovia con tutte le cautele del caso, camminando praticamente a passo d’uomo e rispettando gli assi riservati a pedoni e ciclisti, senza far registrare un solo problema, grazie anche al presidio fisso degli agenti della Polizia municipale in bicicletta, delle unità della Protezione civile e delle unità della stessa Pescara Parcheggi.

Ma soprattutto oggi abbiamo iniziato a sperimentare il primo assaggio della ‘riviera-parco’ dove, forse per la prima volta dopo anni, non abbiamo registrato file, code di auto alla ricerca di un posto auto, né parcheggi selvaggi sui marciapiedi lato monte o mare. La giornata si è infatti chiusa con sole 50 multe elevate dai vigili urbani e 6 rimozioni di vetture lungo le strade perpendicolari al lungomare nord, a causa dei soliti irriducibili che, nonostante la nuova disponibilità, hanno lasciato le proprie auto in sosta dinanzi a passi carrabili o sulle strisce pedonali.