Open d’Italia Disabili: i vincitori

cauneauL’Open va al francese Cauneau.  Il campionato nazionale disabili va a Rocchetti

MIGLIANICO (CH) – La pioggia dei giorni scorsi non ha impedito il round di finale dei quattordicesimi Open d’Italia Disabili e lo spettacolo in campo non è mancato e al di là del tipo e del grado di disabilità!

Bella e avvincente la gara per il successo, con un francese e un belga a contenderselo sino ai colpi conclusivi. Ha prevalso infine,  Mathieu Cauneau, con 158 colpi (81+77) invece  Cedric Lescut ha chiuso in 161 (79+82) dopo che aveva prevalso nel round del sabato.

lescutTra i premi speciali, prima donna Chiara Giacosa; primo non vedente Andrea Calcaterra; giocatore più giovane il belga Adem Wahbi e il primo su carrozzina lo spagnolo Sebastian Llorente. Il campionato italiano disabili edizione numero 14 se lo è aggiudicato invece il romano Pierdefederico Rocchetti, 178 colpi (89+89) che ha raccontato la sua passione per questo sport:

Nasco come golfista normodotato, poi ho cominciato a giocare insieme ai diversamente abili. Nella mia famiglia ci sono stati diversi golfisti, quindi anch’io ho percorso questa strada e ho vissuto tante esperienze importanti. Sono stato anche tra i primi nel ranking europeo e mondiale, ma quello che più conta è che si capisca che il diversamente abile può giocare a golf come chiunque altro. Poi, lo vedete, siamo una grande famiglia ed è sempre bello ritrovarsi, al di là del risultato. Voglio ringraziare l’Abruzzo e Miglianico per averci ospitato con tanta disponibilità.

il direttore tecnico della fig gianluca crespi alle premiazioniAlle premiazioni hanno preso parte i vertici della Fig nazionale e regionale e anche rappresentanti delle istituzioni locali, per un evento che si è tramutato in una piacevole festa dello sport e dell’aggregazione sociale.

Per me è stata la prima esperienza, sono molto soddisfatto e parlo anche a nome di tutta la federazione. Ho visto molti atleti specialmente francesi primeggiare, ma anche il movimento italiano si sta adeguando e sono convinto che presto raccoglieremo i risultati.

ha dichiarato Gianluca Crespi, direttore tecnico della Fig.

Mese di ottobre eccezionale per il nostro circolo, tra Alps Tour e Open d’Italia disabili, ma è tutta la stagione 2014 da promuovere a pieni voti. In particolare, sono contento perché abbiamo dimostrato che qui non ci sono barriere architettoniche e nemmeno, ci mancherebbe, barriere mentali. Andiamo avanti con sempre maggiore fiducia, nel 2015 guarderemo con attenzione ai ragazzi e agli anziani, è la nostra prossima sfida.

ha commentato emozionato il presidente Mario Dragonetti.