Martinsicuro: una stele al centro della rotonda

Ricorderà il passaggio del Re, Vittorio Emanuele III nel teramano

TERAMO – Oggi ,13 novembre,  alle ore 10.30, in  occasione delle celebrazioni organizzate dal Comune di Teramo, dalla Provincia e dalla Banca di Teramo per ricordare il passaggio del Re, Vittorio Emanuele III nel teramano,  sarà posizionata  una stele al centro della rotonda alle porte di Martinsicuro.

La rotonda, realizzata dalla Provincia nell’innesto tra la SS16 e la SP1, è un’opera complementare di un progetto più ampio per la messa in sicurezza del tratto terminale del fiume Tronto e che comprende, anche, la realizzazione del nuovo ponte con relativa viabilità d’accesso per un importo totale di circa 9 milioni di euro. La titolarità dell’opera è dell’Autorità di bacino mentre la Provincia è l’ente attuatore.

La stele, una colonna romana che era stata apposta a ricordo del passaggio del Re sul ponte del fiume Tronto, prima era situata nei pressi della Torre di Carlo V. Oggi verrà sistemata  al centro della rotonda con un basamento di 20 quintali di bronzo realizzato a cura della Provincia.

Sul basamento della colonna, la scritta predisposta dallo storico Tito Rubini:

Vittorio Emanuele con il consenso e il sacrificio di Giuseppe Garibaldi il 15 ottobre 1860 passava il Tronto eliminando il muro di separazione tra popoli fratelli. Questa fiera terra d’Abruzzo accarezzata dalle acque dell’Adriatico accolse per prima il soffio di libertà.

Ha dichiarato  l’assessore alla viabilità, Elicio Romandini:

le  celebrazioni per il Risorgimento ci hanno dato l’occasione per valorizzare la rotonda, appena completata, con l’apposizione della stele in memoria del passaggio di Vittorio Emanuele ; lo stesso basamento costituisce un motivo di abbellimento e decoro che conferisce un valore aggiunto a quest’opera che è il primo tassello della nuova viabilità di raccordo con le Marche la cui infrastruttura più significativa è proprio il ponte sul Tronto.