Latina-Pescara: voglia di riscatto

Serse-Cosmi-allenatore-PescaraLa voce dei due tecnici prima della delicata sfida di questa sera

PESCARAIl Pescara si prepara al match di stasera che lo vedrà impegnato sul campo del Latina per il turno infrasettimanale di serie B. Emergenza in difesa per i biancazzurri che dovranno fare a meno di Capuano, Zauri, alle prese con una distrazione muscolare e dello squalificato Zuparic. Il Delfino ritroverà sulla sua strada l’ex Viviani, in dubbio l’altro ex Jonathas che è stato comunque convocato. Entrambe le compagini sono alla ricerca di riscatto, infatti la squadra di Cosmi viene dalla sconfitta interna con il Palermo, mentre i pontini sono reduci da due ko consecutivi con Modena e Trapani.

Il tecnico biancazzurro, Serse Cosmi, sottolinea in conferenza stampa:

“Dopo una sconfitta la cosa migliore è tornare in campo è normale che può mancare qualche giocatore, come mancano a noi mancano anche a loro, quindi alla fin fine credo che la cosa migliore sia tornare a giocare. Oggi andiamo su queste montagne russe nelle prestazioni dei singoli. In genere se un giocatore va bene, fa bene per un periodo e poi cala, invece ci sono prestazioni anche all’interno della stessa partita troppo altalenanti. Questa non è una giustificazione per me, però non è facile. L’allenatore deve cercare delle sicurezze, prima della partita con il Palermo avevo più cose chiare, invece l’altalenanza delle prestazioni fa capire fa capire che per tanto tempo sia stato questo il vero problema della squadra. Ho visto troppo oscuramento per la sconfitta con il Palermo, poi ogni giocatore esprime il proprio disappunto in vari modi, però c’è poco tempo per disperdere energie negative per aspetti personali, c’è solo da reagire per una sconfitta che non ci poteva stare. Questa sconfitta va cancellata con una grande partita, con una grande prestazione”.

Così il tecnico pontino, Roberto Breda sul sito ufficiale del Latina dopo aver convocato tutta la rosa:

“Ci è sembrata la decisione giusta in virtù di due risultati negativi e della voglia di ricompattarci immediatamente. Poi la gara col Pescara è talmente vicina a quella persa a Modena che ci ha spinto ad optare per una tale soluzione. In noi c’è una gran voglia di fare bene, di ripartire e metterci alle spalle le partite perse con Trapani e Modena: quindi abbiamo deciso di stare tutti insieme e ritrovarci mentalmente. Questo senza fare drammi perché quella persa a Modena è stata la prima vera gara in cui siamo mancati, anche se fino al primo gol non avevamo sfigurato. Quello che dobbiamo fare adesso è ripartire cercando di ritrovare la nostra arma migliore, ovvero la capacità di battagliare che ci è mancata nell’ultima prestazione. Il fatto di aver fatto tanti progressi nello sviluppo dell’azione e della manovra, forse ci ha fatto perdere di vista quella che invece deve essere sempre la nostra vera natura: non possiamo pretendere di fare bene senza compattezza e intensità, caratteristiche che ci hanno portato fin dove siamo arrivati. Martedì ci aspetta una gara tosta, difficile e da affrontare con la massima concentrazione – ha concluso Breda – Siamo pronti per riscattare due passi falsi: contro il Pescara metteremo in campo tutto quello che abbiamo con l’umiltà che ci ha sempre rappresentato”.

leggi: Latina-Pescara: le probabili formazioni