Hintereggio-Teramo 1-1: Khoris beffa al 95′

REGGIO CALABRIA – Prosegue il digiuno dal successo per i ragazzi di Cappellacci si fanno raggiungere in pieno recupero su calcio di rigore. Sfortuna ma non solo, viste le difficoltà nel chiudere un match che poteva portare tre punti preziosi per la corsa playoff con le dirette avversarie ora a cinque lunghezze di distacco. 3-4-1-2 per i padroni di casa con Ungaro, Messina e Impagliazzo in difesa; Vicari, Lavrendi, Aliperta e Anzilotti a centrocampo; in avanti Carbonaro a supporto di Khoris e Cruz. La risposta della squadra abruzzese che deve fare a meno di Bucchi nel consueto 4-3-3 costituito da De Fabritiis, Ferrani, Speranza e Chovet sulla linea difensiva; Valentini, Coletti e Foglia in quella mediana mentre in avanti il tridente Di Paolantonio, Olcese, Ambrosini.

IL MATCH – Al 7′ prima chance per il Teramo che centra il palo con Olcese praticamente a porta vuota. Quattro minuti dopo è nuovamente il palo a fermare i biancorossi: Foglia su servizio di Di Palonatonio è bravo a superare Messina ed a concludere in area. Quindi è Ambrosini a rendersi pericoloso con una conclusione che termina di poco a lato.

Il pallino del gioco resta saldamente nelle mani degli ospiti che costringono l’avversario a tenere il baricentro piuttosto basso. Al 24′ ancora Ambrosini in contropiede protagonista su servizio di Foglia ma la conclusione risulta alta. Prima occasione gol dei locali al 35′ quando Carbonaro, dopo aver recuperato palla a centrocampo serve Khoris che al volo di destro conclude debole con palla che si spegne a lato. Nel finale di tempo ancora una chance per i ragazzi di Cappellacci con Mengoni che si oppone al tiro di prima intenzione di Di Paolantonio.

La ripresa prosegue sulla stesse linea del primo tempo ma con la squadra abruzzese più determinata a sbloccare il punteggio. Venuto manda in campo Broso al posto di Cruz al 7′. Al 12′ Ambrosini è bravo a superare Messina e a mettere a centro area per Olcese ma Ungaro è provvidenziale in chiusura all’altezza della linea di porta. La replica dei padroni di casa è debole: infatti al 20′ un colpo di tesat di Khoris non crea grattacampi a Serraiocco. Forze fresche per la squadra calabrese al 23′ con Marguglio al posto di Anzillotti e poco dopo  dall’altra parte Novinic prende il posto Foglia. Gara che scende di ritmo e padroni di casa che provano a rendersi pericolosi con Aliperta che al 31′ non inquadra dalla distanza la porta. Prosegue la girandola dei cambi con De Stefano per Di Paolantonio. Al 34′ contropiede di Vicari che conclude frettolosamente fallendo la mira da buona posizione.

Gol mangiato e gol subito. Infatti 4 minuti dopo su corner dopo una respinta della difesa ci pensa Di Stefano dal limite dell’area ad inventare la traiettoria vincente con un bel sinistro e la complicità di una deviazione di Ungaro. L’Hinterreggio non ci sta a cedere l’intera posta e si riversa in avanti. Al 40′ su punizione di Aliperta, Messina di testa trova i pugni di Serraiocco quindi al 43′ ci prova di sinistro Carbonaro ma il portiere è attento a repingere. Un minuto dopo Ungaro dalla distanza con pallone che passa vicino al palo. In pieno recupero arriva il rigore per un contatto di Chovet su Carbonaro. Dal dischetto Khoris non fallisce la trasformazione.

Nel prossimo turrno di campionato derby con il Chieti, tra le mura amiche che può valere un’intera stagione.

TABELLINO:

HINTERREGGIO-TERAMO 1-1

Hinterreggio (3-4-1-2): Mengoni; Ungaro, Messina (84’ Febbraio), Impagliazzo; Vicari, Lavrendi, Aliperta, Anzilotti (68’ Marguglio); Carbonaro; Khoris, Cruz (52’ Broso). A disp: Maggio, Franceschini, Borghetto, Figliomeni. All: Venuto.

Teramo (4-3-3): Serraiocco; De Fabritiis, Ferrani, Speranza, Chovet; Valentini, Coletti, Foglia; Di Paolantonio (78’ De Stefano), Olcese (70’ Novinic), Ambrosini. A disp: Santi, Giannetti, Caidi, Scipioni, Patierno. All: Cappellacci.

Arbitro: Todaro di Palermo

Reti: 38′ st De Stefano, 51′ st Khoris su rig.

Ammoniti: Aliperta, Cruz.

Angoli: 3-1 per il Gavorrano.

Recupero: pt 2′; st 5′

Spettatori totali circa 500, per un incasso di circa 1.500 euro.