Alanno: martedì 9 le preselezioni del premio “Sirena d’oro” di Sorrento per gli oli Dop

ALANNO (PE) – Martedì prossimo, 9 febbraio, presso l’Itas Cuppari di Alanno (quest’anno festeggia 150 anni), si svolgerà l’ VIII edizione del Concorso nazionale degli oli Dop, premio “Sirena d’oro” di Sorrento.

Alla manifestazione dove ci saranno le preselezioni degli oli Dop (denominazione di origine protetta) prenderanno parte cinque regioni del centro Italia:  Liguria, Toscana, Umbria, Molise e Abruzzo.

In gara 47 aziende di cui 22 abruzzesi per conquistare la fase finale in programma il 26 e 28 febbraio. Per la valutazione è stata istituita una commissione di 12 assaggiatori iscritti negli albi regionali.

I migliori rappresentanti tra colline teatine, aprutino pescarese e pretuziano delle colline teramane saranno valutati.

Il presidente della Federdop olio, Consorzio di tutela dop aprutino pescarese, Silvano Ferri annuncia il convegno che precederà le preselezioni:

Prima delle preselezioni, al Cuppari si svolgerà il convegno “Gli oli dop dal passato al futuro”.  Il territorio di Moscufo è il primo paese nazionale per densità olivicola, anche perché la coltura dell’olivo trova la sua massima concentrazione in collina. Questo rende l’olio abruzzese un prodotto di qualità.

Nell’intervento dell’assessore provinciale all’Agricoltura, Angelo D’Ottavio l’importanza della qualità nei prodotti per sconfiggere la crisi economica e per un rilancio sul mercato:

Di fronte alla crisi economica il territorio deve cercare di aggredire il mercato con prodotti di qualità. Bisogna vincere però la sfida del campanilismo se vogliamo essere davvero utili. La Provincia di Pescara si candida a fare da arbitro di questa sfida.