Al via, domani, il sesto raduno Harley Davidson

PESCARA – L’assessore al Turismo e ai Grandi Eventi Berardino Fiorilli, ricordando la manifestazione che prenderà il via domani, ha detto che oltre diecimila Harley Davidson  da venerdì 4 giugno, sino al 6 giugno, da ogni parte d’Italia sbarcheranno a Pescara per partecipare al sesto Raduno Nazionale Italian National Rally HOG in programma presso il porto turistico Marina di Pescara.  Qui  verrà allestito un Villaggio HD e  si svolgeranno una serie di eventi, iniziative, momenti di intrattenimento, concerti, con la maxi-parata prevista per il pomeriggio del sabato, 5 giugno, sulla riviera nord di Pescara.

Ha spiegato Fiorilli:

parliamo di un evento impegnativo che in tre giorni porterà sul nostro territorio almeno 10mila proprietari di Harley con i propri mezzi, e almeno altre ventimila appassionati che arriveranno in città per ammirare i pezzi da collezione. Presenze che hanno richiesto la mobilitazione di tutte le nostre forze, a partire dalla Polizia municipale, che sarà chiamata a disciplinare la viabilità nei tre giorni di festa. Un’iniziativa importante che però al tempo stesso conferma le attrattive del nostro territorio e le sue potenzialità turistiche.

Il Villaggio delle Harley Davidson verrà allestito all’interno del porto turistico, dove ci saranno stand di prodotti tipici, uno shop dedicato al materiale Harley, un’area espositiva per i modelli da collezione e soprattutto uno spazio dedicato a quegli utenti che vorranno conoscere meglio il mondo delle moto. In particolare sarà attrezzata un’area di scuola guida riservata alle donne con istruttori professionisti, in cui verranno organizzati minicorsi teorici e pratici soprattutto per sensibilizzare all’uso delle moto in sicurezza; ci saranno i Demo Ride, ossia brevi tour con apripista per assaporare le sensazioni di guida delle novità moto 2010; e gli appassionati delle Harley Davidson che vorranno esplorare i meravigliosi paesaggi abruzzesi potranno prendere parte ai Tour guidati, 60-70 motociclisti per gruppo, mentre i biker più indipendenti avranno a disposizione i Self Guided Tour, ossia una serie di itinerari da percorrere in autonomia. E in tali occasioni ci sarà anche l’occasione di visitare alcune aziende tipiche dell’entroterra che hanno aperto le proprie porte per momenti di degustazione.

Uno spazio sarà riservato all’intrattenimento, “con i concerti del venerdì e del sabato che vedranno protagoniste alcune cover band vicine al mondo delle Harley, non rockettari come si potrebbe immaginare, ma piuttosto gruppi capaci di avvicinare un pubblico più vasto: la musica comincerà al porto turistico domani alle 16 con la band ‘Hydra’ per terminare alle 21.30 con i ‘PaPaCleScia’. Poi concerto finale sabato alle 22 con i ‘Regina Queen Show Tribute’ reduci dalla trasmissione Italia’s Got Talent. Ma la festa del sabato 5 giugno comincerà già nel pomeriggio con la colorata parata delle diecimila Harley lungo le vie della città: il corteo partirà alle 18.30 dal porto turistico e percorrerà la riviera sud, via Andrea Doria, il ponte dell’asse attrezzato, lungofiume Paolucci, lungomare Matteotti, viale della Riviera, via Cavour, via Regina Margherita, via Nicola Fabrizi, via Gobetti, di nuovo il ponte dell’asse attrezzato per rientrare al porto turistico, una parata musicale, colorata, festosa per salutare la città e ringraziare per la sua accoglienza, con la scorta della Polizia municipale, ovviamente a bordo delle moto, senza dunque imporre la chiusura al traffico delle strade.

E sempre il sabato, alle 19.30 ci sarà anche la Custom Bike Show, ossia la gara di bellezza riservata alle moto special. Per agevolare la presenza delle Harley   si è  resa necessaria  la chiusura al traffico del lato mare di un piccolo tratto del lungomare Papa Giovanni XXIII, nel tratto compreso tra l’incrocio con via Magellano e l’incrocio con via Vespucci, area che sarà riservata alla sosta delle Harley.  E’ consigliabile per  tutti coloro che dal 4 al 6 giugno vorranno visitare la mostra delle Harley  parcheggiare nelle aree di sosta più vicine, come l’antistadio e quindi proseguire a piedi il cammino, per  mantenere libera la viabilità nella zona che comunque sarà presidiata dalla Polizia municipale per fronteggiare qualunque eventuale emergenza.