A Chieti in scena “Amore e Corna al tempo di facebook “

CHIETI –  Domani, 17 novembre  alle ore 21.00, al Teatro Supercinema,in via S.Spaventa,a Chieti, sarà in scena la nuova commedia di Pier Francesco Pingitore con Martufello, Pamela Prati e l’abruzzese Federico Perrotta,unica data in Abruzzo e Anteprima della tournée nazionale.

La commedia scritta e diretta dal Deus ex Machina della storica compagnia del Bagaglino, Pier Francesco Pingitore racconta il vorticoso e allegro intrecciarsi di relazioni pericolose, di incontri, di sotterfugi, di equivoci, di inganni, amplificati e sublimati dall’uso delle moderne tecnologie intrusive, da Internet, alle microspie, agli spy-phone.

Lo spettacolo che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Chieti, e della Fondazione Teatro Marrucino riuscirà ad avere prezzi contenuti dei biglietti grazie all’appoggio dei suddetti Enti; garantendo in questo modo ai propri cittadini una serata divertente, goliardica e al tempo stesso economica.
Oggi, 16 novembre ci sarà una conferenza/incontro (con la cittadinanza e con la stampa) dove Pier Francesco Pingitore, Martufello e Pamela Prati riceveranno il Premio intitolato “Chieti che ti ridi”, questo premio vuole ricordare quanto importante sia il sorriso e l’allegria soprattutto nei periodi meno belli della nostra vita.

Infoline 3464903575. Biglietti: Poltronissima 16,5 euro, poltrona 13. Biglietti in vendita sul circuito www.ciaotickets.com

LA TRAMA: Due ex-innamorati, Stefano e Valeria, si ritrovano attraverso facebook dopo trent’anni dal loro primo rapporto d’amore. Si erano messi insieme, poi ognuno aveva preso la propria strada. Lui non si è mai sposato, anche se ha avuto molte avventure. Lei è rimasta vedova da poco ed ha una figlia, Giada. Si frequentano, si piacciono di nuovo, forse sono di nuovo innamorati, vanno a vivere insieme. Tutti e due, però, continuano a frequentare il web, ne sono dipendenti.

Così scoprono altri amici di un tempo. Stefano ritrova Andrea, sua fiamma di qualche anno prima. Valeria ritrova Marco, suo amore di quando era sposata e con il quale cornificava il povero marito. Da qui si snoda una vicenda, divertente e vorticosa, fatta di microspie, equivoci e amori clandestini…Un finale comunque leggero, come allegra e leggera, improntata all’ironia e al divertissement, è l’atmosfera di tutta la vicenda.