Serie C: Teramo sconfitto, l’Imolese non perdona

teramo imolese

Due reti nel primo tempo consentono agli ospiti di passare al Bonolis. Biancorossi sfortunati con due legni ma troppo imprecisi sotto porta

TERAMO – Successo esterno dell’Imolese che passa al Bonolis con due reti realizzate nel primo tempo. I biancorossi pagano a caro prezzo sia le diverse occasioni gol costruite, sia gli errori difensivi che spianano la strada agli avversari. Assenze pesanti da ambo le parti con Speranza infortunato, Persia squalificato; di contro out sia Rinaldi che all’ultimo momento Belcastro, febbricinante.

CRONACA DELLA PARTITA

Nel primo tempo parte bene la squadra di casa che dai primi minuti prova a mettere in apprensione gli avversari: 2′ tiro cross di Giorgi con deviazione in tackle di Fiore a salvare la porta quindi sul corner a fin di palo il tentativo al volo di Proietti e all’8′ Fiordaliso di testa in area sfiora il legno. Ma alla prima sortita arriva l’uno due micidiale degli ospiti: al 32′ diagonale vincente di Mosti su assist di Valentini quindi 6 minuti appena e il capitano della squadra romagnola, ex di turno sfrutta una disattenzione difensiva per raddoppiare. Prima dell’intervallo traversa centrata da Cappa a tu per tu con Rossi.

Nella ripresa Maurizi inserisci Spighi e Barbuti per Ventola e Cappa. Dopo 9′ minuti arriva la seconda traversa su colpo di testa di Barbuti. I biancorossi lasciano spazio al contropiede e al 21′ Lewandowski salva su De Marchi. Girandola di cambi al 22′ con Rossetti e Bensaja in campo da una parte e dall’altra Di Renzo e Zecca. Il match non offre altri importanti spunti e così dopo 4 minuti di recupero sono gli ospiti a far festa e a balzare al terzo posto in classifica. Per il Teramo posizione invece pressocchè invariata.

TABELLINO

TERAMO CALCIO (3-5-2): 22 Lewandowski, 26 Piacentini (67′ Zecca), 23 Caidi (K), 2 Fiordaliso; 27 Ventola (46′ Spighi), 5 Giorgi (67′ Di Renzo), 8 Proietti, 10 De Grazia (72′ Ranieri), 30 Celli; 17 Cappa (46′ Barbuti), 32 Sparacello. A disp.: 1 Pacini, 33 Gomis, 7 Infantino, 21 Altobelli, 24 Mantini. All.: Maurizi.

IMOLESE (4-3-1-2): 22 Rossi, 18 Garattoni, 5 Checchi (VK), 26 Carini, 25 Fiore; 24 Hraiech (60′ Gargiulo), 21 Carraro (81′ Boccardi), 8 Valentini (K); 29 Mosti (67′ Bensaja); 17 Lanini (81′ Giovinco), 30 De Marchi (67′ Rossetti). A disp.: 1 Turrin, 2 Sciacca, 3 Sereni, 6 Tissone, 11 Giannini, 14 Zucchetti. All.: Dionisi.

Arbitro: Francesco Luciani di Roma 1.
Assistenti: Vettorel di Latina e De Angelis di Roma 2.

Reti: 32′ Mosti (I), 38′ Valentini (I).
Ammoniti: Carini (I), Carraro (I), Piacentini (T), Proietti (T).
Note: Spettatori 868 (nessun tifoso ospite presente). Recupero: 0′pt, 4′st.

POST PARTITA CON IL TECNICO MAURIZI

Nel post-gara il tecnico Maurizi è così intervenuto nella sala stampa del “Bonolis“: «Siamo partiti molto forte, abbiamo battuto sette calci d’angolo, creato diverse palle-gol, ma pur stando bene in campo non avevamo la giusta intensità e noi, in particolare, non possiamo permettercelo, nè il fatto di essere poco determinati. Abbiamo subìto gol stupidi e l’aspetto psicologico di abbatterci dopo quell’uno-due, non deve essere nelle nostre corde, l’atteggiamento dev’essere ben differente. La partita va interpretata sempre al massimo, oggi siamo stati poco cattivi nei contrasti e sulle seconde palle.

Infantino? Era stanco dopo il lungo viaggio, non si allenava da tre giorni, c’era già un accordo con il ragazzo. Persia? La sua assenza è pesata molto, ci dà quel supporto quantitativo che è determinante. Il modulo iper-offensivo finale? É stata la classica scelta della disperazione, per consentirci di sfruttare qualche episodio. Dobbiamo avere la forza di reagire e di rimanere sereni. Scelte contate in difesa? Mi preoccupa per il fatto di non avere alternative e di non poter dare riposo a qualcuno.

Imolese? Ha grande qualità, butta poco la palla, è una squadra di palleggiatori, ma noi li abbiamo agevolati molto, troppo direi. Abbiamo sempre pagato i turni infrasettimanali in termini di aggressività, con Pordenone, Ternana e oggi. E’ un problema prettamente mentale. Non bisogna demordere, bisogna affrontare la gara di Gubbio con la giusta dose di coraggio e reagire».

Foto giocatori Teramo sotto la curva fonte sito ufficiale Teramo Calcio

Serie C: Teramo sconfitto, l’Imolese non perdona ultima modifica: 2019-01-23T01:32:28+00:00 da Direttore