Stagione turistico-balneare: partito il programma di organizzazione e pianificazione

http://www.maremmaoggi.it/upload/stabilimento%20balneare.jpgInviata  agli operatori della riviera una Circolare che fissa   il 15 aprile come termine  improrogabile di presentazione delle richieste per le attività di intrattenimento musicale e danzante.

PESCARA – Gli assessori alle Attività produttive del Comune di Pescara Stefano Cardelli e all’Ambiente Isabella Del Trecco hanno sottoscritto una Circolare amministrativa inviata a tutti i titolari di concessioni sulla spiaggia con la quale è ufficialmente partito il Programma di organizzazione e pianificazione della stagione turistico-balneare 2010 da parte dell’amministrazione comunale di Pescara.

Entro il prossimo 15 aprile tutte le imprese del lungomare che vorranno fare attività di intrattenimento musicale e danzante dovranno inviare la propria richiesta all’Ufficio Ecologia del Comune che entro 30 giorni si impegnerà a firmare le relative autorizzazioni. Entro i primi giorni di maggio dovrebbe essere  emanata l’ordinanza per disciplinare le attività sulla spiaggia, tutelando sia gli operatori, i quali devono disporre di regole certe e valide per tutti per poter lavorare con tranquillità, sia le migliaia di fruitori e i residenti del litorale. Gli assessori  hanno spiegato che l’estate 2010  dovrà essere caratterizzata dall’assoluta trasparenza delle regole che andranno a disciplinare le attività sul lungomare che, come ogni anno, si trasformerà nel punto di maggiore attrazione per i pescaresi e anche per i turisti .La prossima stagione balneare dovrà anche essere contrassegnata dal rispetto di quelle regole che l’amministrazione comunale andrà a redigere per garantire un’estate di lavoro, di turismo, di occupazione, riportando Pescara al centro delle regioni dell’Adriatico, ma anche per assicurare la tranquillità a coloro che comunque vivono, risiedono a due passi dalla riviera.


Hanno detto Cardelli e la Del Trecco :

Con larghissimo anticipo rispetto a quanto accaduto negli ultimi sei anni, abbiamo inviato una Circolare a tutti gli operatori della riviera, chiedendo loro di presentare inderogabilmente entro il prossimo 15 aprile le proprie richieste per poter svolgere attività di intrattenimento musicale e danzante nel corso dell’estate, domanda necessaria per ottenere il nulla-osta da parte degli uffici comunali. In realtà chi ha già svolto tale attività nel corso dello scorso anno potrà presentare solo una dichiarazione, redatta e sottoscritta da un tecnico abilitato, comunicando che ‘nulla è cambiato’ in merito alla conformità degli impianti utilizzati, non verranno invece accolte le autocertificazioni, come accadeva sino allo scorso anno. Quelle concessioni che invece non hanno avuto il nulla-osta comunale lo scorso anno dovranno presentare una domanda completa entro un mese.

Le richieste dovranno essere inoltrate all’Ufficio Ecologia del Comune che, a sua volta, si è impegnato a rilasciare entro trenta giorni, dunque entro il 15 maggio, le autorizzazioni e soprattutto  la giunta si è impegnata a predisporre ed emanare l’ordinanza per la disciplina estiva del litorale entro i primi giorni di maggio, dunque anticipando i tempi e soprattutto ponendo i balneatori in condizioni di aprire la stagione in assoluta tranquillità, conoscendo a priori le attività che potranno o meno svolgere e le modalità con le quali potranno fare musica o intrattenere i propri clienti. Tra l’altro stiamo già affrontando con il Comitato per l’Ordine e la sicurezza la tematica, verificando i requisiti di tutela che dovremo chiedere ai nostri imprenditori, a partire dalle telecamere, buona parte delle quali, tra l’altro, già installate la scorsa estate. Pescara è una città che può fare turismo trecentosessantacinque giorni l’anno, in cui, come più volte ribadito dall’assessore delegato Fiorilli, gli stabilimenti vanno destagionalizzati per non lavorare solo in estate e l’amministrazione comunale non intende ridursi a fine giugno per decidere se consentire musica sulla spiaggia o per quanto tempo, lasciando nel buio più assoluto i nostri operatori, com’è sempre accaduto negli ultimi sei anni.

Stagione turistico-balneare: partito il programma di organizzazione e pianificazione ultima modifica: 2010-03-14T19:32:30+00:00 da Donatella Di Biase