Home » Sport » Calcio » Serie B » Serie B, Pescara-Novara 1-2: i biancazzurri lasciano il terzo posto

Serie B, Pescara-Novara 1-2: i biancazzurri lasciano il terzo posto

di Direttore

attacco PescaraI ragazzi dell’ex Baroni approfittano di due svarioni difensivi degli avversari per passare all’Adriatico e scavalcare la squadra di Oddo in classifica

PESCARA – Prosegue il periodo nero del Delfino che nello scontro diretto viene sconfitto per 2-1 dal Novara che lo scavalca in classifica.

Allo stadio Adriatico Pescara-Novara 1-2 frutto delle reti di Corazza e Caprari nel primo tempo e di Evacuo nella ripresa.

Ancora una volta sotto accusa la difesa biancazzurra distratta in entrambi i gol subito. Gara condotta per larghi tratti dalla squadra abruzzese, che tuttavia nella ripresa ha sofferto nel superare il “muro” difensivo eretto dall’ex Baroni.

Pescara e Novara a centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Oddo deve rinunciare a Zampano squalificato, al suo posto Vitturini con Fornasier, Cosa e Mazzotta in difesa. Assenti quindi ancora Campagnaro e Crescenzi la squadra biancazzurri propone a centrocampo Torreira con Bruno e Memushaj mentre in avanti rientra Lapadula con Caprari e Benali suggeritori. La risposta del Novara con il 4-2-3-1 e Faraoni squalificato: davanti a Da Costa linea a quattro con Dickmann, Troest, Dell’Orco e Garofalo. Mediana con Casarini, Viola mentre dietro a Gonzalez unica punta abbiamo Faragò, Lanzafame e Corazza.

gol di Corazza 1-0 NovaraDORMITA DIFENSIVA, CORAZZA SBLOCCA IL MATCH – Botta e risposta in avvio di gara: 4′ conclusione al volo di sinistro di Viola dai 20 metri e ottima risposta di Fiorillo che si rifugia in angolo e risposta del Pescara  con un colpo di testa di Memushaj a centro area su corner dalla destra di Caprari. Vantaggio del Novara all’8′: cross di Dickmann e preciso colpo di testa di Corazza lasciato colpevolmente solo in area.

Episodio da moviola all’11’ con Lapadula, che a tu per tu con Da Costa prima si fa respingere la conclusione, quindi entra in contrasto con lo stesso cadendo a terra. Inflessibile l’arbitro Pezzuto che lascia proseguire. Al 14′ intervento dello stesso numero uno ospite, che con un piede su conclusione ravvicinata di Benali da ottima posizione, salva il risultato.

gol su punizione di CaprariCAPRARI MAGISTRALE SU PUNIZIONE – Al 28′ pareggio del Pescara con una perla su calcio di punizione di Caprari che dai 20 metri colpisce sotto l’incrocio dei pali alla destra di Da Costa, nell’occasione rimasto impietrito.

Al 36′ contropiede del Pescara con Torreira che defilato sulla destra calci sul primo palo, ma l’esterno del palo salva Da Costa.

esultanza gol Caprari Pescara-Novara 1-1In pieno recupero su assist di Gonzalez stacco di Viola impreciso con pallone che termina a lato. Al 37′ tegola per l’ex Baroni che deve rinunciare a Lanzafame per infortunio dopo uno scontro di gioco con Coda, al suo posto Evacuo.

DISTRATTO MAZZOTTA, EVACUA RINGRAZIA – Prima chance nella ripresa per il Delfino con la sponda di testa di Memushaj per la conclusione di Torreira che sotto porta non inquadra la stessa. All’7′ però torna in vantaggio la squadra ospite con Evacuo che su errore difensivo di Mazzotta si ritrova la palla in area piccola e dopo aversi aggiustato il pallone trafigge Fiorillo sul primo palo.

Infortunio di Coda che al 17′ viene sostituito da Zuparic e cinque minuti più tardi Joel Acosta rileva Caprari. Al 24′ interessante palla messa al centro da fondo campo di Memushaj ,ma nessuna maglia biancazzurra riesce a raggiungere il pallone che attraversa tutto lo specchio di porta prima di essere allontanato. Al 32′ secondo cambio per Baroni con Mantovani per Dickmann mentre tre minuti dopo Bruno viene sostituito da Mitrita.

REGGE IL “MURO” ERETTO Dgol Novara con EvacuoA BARONI – Al 38′ autorete sfiorata da Dell’Orco su cross dalla sinistra di Mazzotta e Da Costa che non si coordina con il compagno nell’uscita. Qualche istante dopo ci prova al volo Benali ma la mira è alta. Al 42′ esce l’autore del primo gol Corazza per Buzzegoli. All’44’ occasione d’oro per Lapadula che su assist di Acosta è rapido a girarsi in area ma la mira è di poco alta mentre dall’altra parte in contropiede buon intervento di Fiorillo sul diagonale di Casarini. In pieno recupero altro epidodio dubbio con un intervento su Mitrita in area ma anche in questo caso Pezzuto lascia proseguire.

Tabellino di Pescara-Novara 1-2:

curva nord PescaraPESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Vitturini, Fornasier, Coda (dal 17′ st Zuparic), Mazzotta; Torreira, Bruno (dal 35′ st Mitrita), Memushaj; Benali, Caprari (dal 22′ st Acosta); Lapadula. A disposizione: Aresti, Verde, Pasquato, Cocco, Mandragora, Selasi. Allenatore Massimo Oddo

NOVARA (4-2-3-1): Da Costa; Dickmann (dal 32′ st Mantovani), Troest, Dell’Orco, Garofalo; Casarini, Viola; Faragò, Lanzafame (dal 37′ pt Evacuo), Corazza (dal 42′ st Buzzegoli); Gonzalez. A disposizione: Pacini, Ludi, Vicari, Galabinov, Nadarevic, Adorjan. Allenatore Marco Baroni

tifosi NovaraArbitro: Ivano Pezzuto di Lecce

Assistenti: Pasquale De Meo di Foggia e Antonio Santoro di Catania

IV° Ufficiale: Vincenzo Fiorini di Frosinone

Reti: 8′ pt Corazza, 28′ pt Caprari, 7′ st Evacuo

Ammoniti: Garofalo, Faragò, Dell’Orco, Evacuo, Bruno

Recupero: 3 minuti nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa.

Serie B, Pescara-Novara 1-2: i biancazzurri lasciano il terzo posto ultima modifica: 2016-03-12T17:04:00+00:00 da Direttore