Pescara,nuova operazione antiprostituzione

PESCARA –  Una nuova operazione antiprostituzione  è stata condotta la notte scorsa dalla Polizia municipale di Pescara, coordinata dal maggiore Danilo Palestini e dal maggiore Adamo Agostinone tra Porta Nuova e il centro cittadino.Grazie al  blitz undici prostitute  sono state bloccate, identificate e sanzionate perché colte in flagranza mentre tentavano di adescare clienti, 7 soggetti verbalizzati per accattonaggio molesto e un sequestro amministrativo di 50 poster per commercio abusivo.  Lo ha reso noto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che ha precisato:
il coordinamento del blitz è stato affidato come sempre al Nucleo Sicurezza Urbana, la squadra speciale costituita nell’ambito del Reparto Tutela del Consumatore guidato, quest’ultimo, dal maggiore Danilo Palestini. A effettuare l’intervento sul territorio, ieri, è stato il maggiore Adamo Agostinone, con l’obiettivo di colpire in maniera mirata quell’orribile mercato umano che purtroppo crea notevoli difficoltà soprattutto ai residenti del rione pineta e del centro, una problematica che la mia amministrazione comunale sta affrontando con misure specifiche, ossia le ordinanze che rigorosamente vietano agli automobilisti di rallentare il proprio cammino dinanzi a ragazze ferme sul bordo del marciapiede, per non creare situazioni di intralcio o pericolo alla circolazione stradale, prevedendo multe severe, ordinanze che prevedono però sanzioni anche per le ragazze che violano il divieto di andare in giro in abiti succinti e che vengono sorprese in atteggiamenti tesi inequivocabilmente ad adescare passanti. La squadra speciale della Polizia municipale è stata costituita appena lo scorso 4 febbraio e da allora ha messo a segno una serie di operazioni a ripetizione. Ieri sera un nuovo intervento: la squadra del Nucleo di Sicurezza Urbana si è appostata dalle 18.30 nelle vie solitamente frequentate dalle lucciole e alle 19 ha iniziato a fermare le ragazze in abiti succinti, tutte portate al Comando della Polizia municipale dove le operazioni di identificazione sono andate avanti sino all’una di notte. Due le ragazze rumene sorprese in via Silone, nel rione Pineta; due in via Scarfoglio; una in via Ferrari, alle spalle della stazione ferroviaria; due in via Leopoldo Muzii; tre in via Solferino, all’incrocio con viale Riviera nord; infine l’undicesima in via Toti, sempre all’incrocio con viale Riviera nord. Parliamo sempre di ragazze rumene giovanissime e, ancora, tutte prive di residenza a Pescara o comunque in Italia, dunque ‘fantasmi’ sul territorio. Tutte le ragazze comunque sono state portate al Comando della Polizia municipale dove sono rimaste sino all’una per l’espletamento delle procedure amministrative e quindi rilasciate, ma di fatto perdendo la notte di lavoro”. Intanto nel corso della serata la squadra della Polizia municipale “ha effettuato controlli mirati contro l’accattonaggio molesto con l’identificazione di 7 persone – ha proseguito il sindaco Albore Mascia -, diffidate e allontanate dai luoghi, mentre una ottava persona priva di documenti è stata accompagnata al Comando della Polizia municipale dove è stata denunciata all’Autorità giudiziaria in quanto è risultata inottemperante al foglio di via. Occhi puntati anche sulle sacche di degrado urbano con verifiche mirate nei parchi cittadini maggiormente a rischio di atti vandalici tra San Donato, Villa del Fuoco e piazza Primo Maggio, con l’invio alla Attiva di alcune segnalazioni per la bonifica dei luoghi. La serata si è chiusa con 53 sanzioni per violazioni al Codice della strada e con un sequestro amministrativo di 50 poster abbandonati sulla riviera da un ambulante abusivo spaventato dinanzi all’arrivo delle divise.

Pescara,nuova operazione antiprostituzione ultima modifica: 2013-08-18T22:36:11+00:00 da Redazione